Magazine Cultura

Metropolis Pt.2 - Scenes from a memory

Creato il 14 luglio 2012 da Narratore @Narratore74

Metropolis Pt.2 - Scenes from a memory Come al solito il mio tempismo è da dimenticare, visto che dovevo scrivere questo post qualchje settimana fa. Ma visto che le cose non vanno mai come le programmo, ve lo beccate oggi! Anzi, a dirla tutta, mi sono reso conto che un post solo non basta per raccontarvi questo stupendo album e quindi, come accade nelle migliori famiglie, si divede in due. Questa prima parte coprirà fino alla traccia sette, quella che segna anche la fine del primo atto e scandisce l'inizio del secondo.1 Parlare di Scenes from a memory è difficile, infatti ho ponderato a lungo a come esporre quello che considero forse il loro miglior album, dopo Awake, e il risultato è quello che state per leggere.
Metropolis Pt.2 - Scenes from a memoryHo deciso di affrontare i vari brani come se mi trovassi alle prese con un libro, o un film se preferite, visto il taglio prettamente da concept album. Infatti, i Dream, hanno creato una serie di pezzi, legati l'uno con l'altro, fino a formare un vero e proprio plot narrativo, una trama che si snoda lungo 12 tracce e che racchiude al suo interno una schiera di personaggi ben dettagliati e vivi. Si parte con la prima traccia, Regression, in cui, nei panni di Nicholas, il protagonista, veniamo accompagnati dalla voce dell'ipnoterapeuta attraverso una sorta di trance ipnotica. In questa parte Nicholas si rende conto che molte delle immagini che vede durante i suoi sogni sono legate ad una misteriosa donna, Victoria, la quale vita è molto simile a quella vissuta da Nicholas... Parte così la traccia due, Overture 1928, in cui la batteria di Portnoy e la chitarra potente di Petrucci ci spianano la strada in un breve passaggio strumentale che da il via al viaggio onirico di Nicholas, che si palesa con Strange Déjà-Vu, il momento in cui la visione diventa vivida e reale. Nicholas si ritrova a percorrere un sentiero, nei pressi di una vecchia casa. Entra e al secondo piano, riflessa in uno specchio, vede l'immagine di una giovane donna. Tutte queste sensazioni lo sovrastano, lo sconvolgono in quanto le riconosce. Così chiede alla ragazza il motivo per cui lui si trova lì. La ragazza, tormentata, cerca di raccontare la storia del suo omicidio, dicendo chiaramente "non sono quella che Sleeper crede…" Metropolis Pt.2 - Scenes from a memoryDopo questo incontro Nicholas lascia la trance e fa ritorno a casa. Ma l'ossessione per quello che ha visto non lo abbandona. Anzi, lo sprona a continuare la ricerca della verità, fino a scoprire che sono proprio i sogni da cui cercava di sfuggire la chiave per risolvere quello che attanaglia la sua mente. E così, con Through my words, Nicholas capisce che condivide qualcosa di più importante dei ricordi con Victoria, la loro stessa anima. Un'anima che, come comprende, è legata a doppio filo. Un destino che li porterà inevitabilmente a rincontrarsi di nuovo… In Fatal Tragedy vediamo Nicholas, solo, di notte, che capisce che se non fa qualcosa la sua ricerca non porterà a nulla. Decide così di cercare la casa vista nella visione e, quando la trova, scopre che al suo interno vive un vecchio. Questo misterioso personaggio inizia a raccontargli la storia di un vecchio omicidio, tutt'ora irrisolto. Un delitto efferato, sconvolgente, che ha turbato la vita dei cittadini per parecchio tempo… Comprendere che il delitto e le sue turbe mentali sono dovute allo stesso motivo è il passo successivo, un passo che porta con se la determinazione di scoprire quale segreto nasconda il delitto e Victoria stessa. Metropolis Pt.2 - Scenes from a memoryNick decide di tornare dall'ipnoterapeuta per farsi ipnotizzare di nuovo, conscio che quello che potrà scoprire lo avvicinerà ancora di più alla verità. In Beyond This Life, ritorniamo al periodo del delitto. Sulla pagina di un giornale, accompagnati dalla onnipresente chitarra e dalle tastiere di Rudes, leggiamo che una giovane donna, Victyoria Page, è stata trovata morta, con l'omicida al suo fianco. A trovare i corpi pare sia un misterioso testimone oculare, un certo Edward Baynes. Baynes dichiara di aver udito un suono forte e di essere corso. Al suo arrivo il killer era ancora vivo ma, forse per i sensi di colpa, si spara e mette fine alla sua vita. Scopriamo che l'assassino altri non è che Julian, presunto amante della donna. I motivi del delitto vengono trovati in alcune parole lasciate da Victoria e dal passato turbolento di Julian. Un delitto passionale, premeditato e violento. Ma qualcosa nella descrizione non torna, alcuni particolari che dissonano con i fatti. Però, iul ritrovamento di una lettera nella tasca di Julian, che recita il suo volere di uccidersi piuttosto che vivere senza di lei, mette fine ai dubbi. A questo punto Nicholas comprende che non solo condivide l'anima con Victoria, ma anche i ricordi, le emozioni e la sua stessa vita… Con queste risposte Nicholas torna alla realtà, risoluto nel ritrovare la tomba di Victoria. Con Through her eyes lo vediamo soffrire, capire quanto la morte di lei abbia influito sulla sua stessa vita e di quanto, necessario anche se doloroso, debba accettarla per capire i motivi che hanno spinto il destino a legarli assieme. Un accorato pianto che culmina col termine della canzone, con un Nicholas finalmente rinnovato e pronto, grazie alla possibilità donatagli da Victoria, a comprendere anche la sua stessa morte, quando arriverà. Metropolis Pt.2 - Scenes from a memory
Con questo facciamo una pausa. Non sto a dirvi quando pubblicherò il seguito, tanto so già che non lo rispetterei, quindi accontentatevi di un prossimamente. L'importante è che vi siate divertiti, abbiate ascoltato buona musica e vi siate appassionati a questa storia, che trascende il tempo e lo spazio in favore di un sentimento più alto, ben più nobile e valevole di qualsiasi altro. Stay Tuned!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Chilam Balam (Pt.2)

    Chilam Balam (Pt.2)

    Quella notte la trascorsi in bianco. La mia mente continuava a ritornare agli avvenimenti occorsi il pomeriggio precedente. Come poteva quell’uomo essere sparit... Leggere il seguito

    Da  Theobsidianmirror
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Chilam Balam (Pt.3)

    Chilam Balam (Pt.3)

    All'inizio del XX secolo gran parte della giungla che circondava Palenque, una delle città più importanti della regione centrale del territorio appartenuto ai... Leggere il seguito

    Da  Theobsidianmirror
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Chilam Balam (Pt.4)

    Chilam Balam (Pt.4)

    Mi aggiravo per il paese con aria smarrita. La sera doveva essere calata già da qualche ora. I pochi passanti che incrociavo passavano via veloci, forse erano... Leggere il seguito

    Da  Theobsidianmirror
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Chilam Balam (Pt.5)

    Chilam Balam (Pt.5)

    Seguivo il mio uomo a prudente distanza lungo il sentiero, ben attento a non farmi notare. La salita era ripida e faticosa, ma la mia volontà di procedere era... Leggere il seguito

    Da  Theobsidianmirror
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • L’invisibile potere del suono (Pt.1)

    L’invisibile potere suono (Pt.1)

    Un tuono può squassare il cielo, un urlo rompere il cristallo: ecco l’invisibile potere del suono (S.B.) - Il progresso (o ciò che definiamo tale) ha avuto tra ... Leggere il seguito

    Da  Theobsidianmirror
    CULTURA, LIBRI
  • L’invisibile potere del suono (Pt.2)

    L’invisibile potere suono (Pt.2)

    "La concezione fondamentale dell'universo è la forza che si manifesta nelle relazioni ritmiche [...] Non vi è alcuna divisione tra materia e forza in due termin... Leggere il seguito

    Da  Theobsidianmirror
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Strani visitatori… pt.2

    Eccoci giunti alla seconda parte della rubrica demenziale Strani visitatori, che raccoglie i termini di ricerca più allucinanti utilizzati per giungere a... Leggere il seguito

    Da  Alekosoul
    CULTURA

Dossier Paperblog

Magazines