Magazine Società

Mi e’ caduto il passera

Creato il 11 gennaio 2012 da Speradisole

MI E’ CADUTO IL PASSERA

MI E’ CADUTO IL PASSERA

Pasquale De Lise

Ci sono persone indistruttibili, passano da un governo all’altro, da un incarico all’altro e sono sempre lì, riciclabili come le bottiglie di plastica. Oggi sono bottiglie,domani sono un indumento e dopodomani un foglio di carta.

Così fanno certe persone, si adeguano, si prostrano, si devotizzano, e riescono sempre a stare a galla, qualunque sia la buriana che tira.

Uno di questi è Pasquale De Lise.

Impicciato, coinvolto, abbarbicato a tutto il peggio che abbiamo avuto, messo a capo del Consiglio di Stato da Berlusconi, amato e circuito dal Vaticano, è stato nominato da Corrado Passera dirigente generale dell’autority strade e autostrade.

De Lise diventò noto alle cronache nel 2010 a causa delle indagini sulla cricca del Grandi Appalti, la stessa (Piscicelli) che rideva nel letto quando avvenne il terremoto all’Aquila, la stessa che ha pagato le vacanze a Malinconico.

I fatti che riguardano De Lise, non hanno mai assunto rilevanza penale, è vero, ma vale la pena sottolineare la personalità del De Lise, chiamato da questo governo “sobrio” ad un altro lautamente remunerato incarico. 

La procura di Perugia e quella di Roma hanno ascoltato De Lise come persona informata sui “fatti”, ma non hanno potuto contestare alcunché al potente funzionario . Le migliaia di pagine dell’inchiesta Grandi Eventi riportano le intercettazioni tra De Lise  e Balducci con altre 17 persone tra cui anche Guido Bertolaso, conversazioni risalenti al 12 ottobre 2008.

De Lise a luglio del 2008 aveva lasciato la presidenza del Tar del Lazio, guidato per anni e tre giorni dopo quella telefonata con Balducci, cioè il 15 ottobre, il Tar assunse una decisione fondamentale e positiva per la cricca di Balducci e Anemone, Della Giovampaola e De Sanctis: respinse infatti il ricorso di Italia Nostra che aveva chiesto di bloccare il via libera  del Comune di Roma alle costruzioni scempio di piscine e foresterie.

Resta il dubbio che la decisione del Tar del Lazio, così favorevole alla cricca,  possa aver subito una grossa “influenza” da parte di De Lise.

I dubbi e le incertezze anche sulla ingente fortuna di 15 milioni di euro di De Lise, fanno sì che il personaggio, per quanto potente, non sia proprio limpido e meraviglia che un governo attento alla sobrietà, alla serietà ed alla credibilità, si scelga personaggi di questo tipo da mettere a capo di autority importanti.

De Lise, come Malinconico, sarà un’altra spina per Monti. La nomina di De Lise a dg dell’autority strade ed autostrade è un passo falso di Corrado Passera.

(Fonte l’Unità)

Qualcosa su Pasquale De Lise:

 http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/de-lise-vaticano-case-lunardi-bertolaso-balducci-430937/

http://www.giornalettismo.com/archives/79597/pasquale-de-lise-cricca/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/11/05/i-troppi-scandali-del-consiglio-di-stato/168651/

http://www.repubblica.it/cronaca/2010/09/16/news/g8_le_case_milionarie_del_super-magistrato-7123351/



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine