Magazine Cinema

Michael C. Hall: prima, durante e dopo Dexter

Creato il 08 novembre 2013 da Oggialcinemanet @oggialcinema

Michael C. Hall: prima, durante e dopo Dexter

8 novembre 2013 • Serie TV, Serie USA, Vetrina Cinema

Se c’è un attore che abbiamo imparato ad apprezzare negli anni nel mondo delle serie televisive è senza dubbio Michael C. Hall. L’attore, nato il 1 febbraio del 1971 a Releigh, si è distinto per le sue grandissime interpretazioni in serie cult come Six feet under e Dexter. Ed è proprio per queste due serie che Hall è riuscito a diventare uno degli attori più acclamati della televisione.

Prima di approdare sul piccolo schermo, Hall riesce a farsi notare nel mondo del teatro. E’ qui, infatti, che viene apprezzato dal regista Sam Mendes, che convince Alan Ball, ideatore di Six Feet Under, a scegliere proprio lui per il suo show. Nel 2001 comincia la sua avventura nella fortunatissima serie sulla famiglia di becchini più famosa della tv. Hall interpreta David Fisher, personaggio complesso e afflitto da diversi problemi. Lui è, infatti, il figlio gay di un impresario di pompe funebri. Alla morte del padre vive un rapporto conflittuale con fratello Nate, che non si è mai interessato all’azienda di famiglia ed ha ereditato insieme a lui l’impresa. David vede come un tradimento il gesto del padre di lasciare in eredità ad entrambi la Fisher & Figli e deve fare i conti con i problemi che derivano dalla sua omosessualità. Un personaggio sicuramente da ricordare e che gli ha permesso di conquistare una candidatura agli Emmy.

Ma è nel 2006 che gli arriva l’occasione di una vita: interpretare Dexter Morgan in Dexter. Vestendo i panni del serial killer che lavora nella scientifica di Miami, Hall ha dovuto superare se stesso. Soprattutto durante le prime stagioni, l’attore deve vestire i panni di un protagonista sempre più cupo, dark, dalle mille sfaccettature, maschere ed insensibile a tutto. Per otto lunghe stagione Dexter è stato un personaggio che ha saputo maturare nel tempo. Partito quasi come un cyborg privo di sentimenti, si è rivelato, pian piano, più umano di quanto lo si credeva e ha subito un notevole percorso interiore. Tantissimi spettatori sono rimasti stregati dall’estrema facilità mostrata da Hall nell’interpretare l’uomo tormentato dal suo Oscuro Passeggero e che deve sottostare al codice di Harry. La performance di Michael C. Hall nei panni di Dexter è valsa al protagonista la vittoria del Golden Globe nel 2010 come migliore attore in una serie drammatica. Premio meritatissimo che ha consacrato definitivamente la carriera dell’attore.

Michael C. Hall in Dexter

Michael C. Hall in Dexter

Per quanto riguarda la vita privata, l’attore è stato sposato fino al 2006 con la collega di teatro Amy Spanger e ha avuto una storia con la costar di Dexter, Jennifer Carpenter, terminata nel 2010. Hall durante la sua vita ha dovuto combattere, purtroppo, contro un linfoma di Hodking, fortunatamente sconfitto nel 2010. Ma chiusasi la porta di Dexter, quale futuro si prospetta per la star? In questo periodo Michael C. Hall ha deciso di buttarsi capofitto verso il teatro o il cinema, fermando le sue esperienze televisive da attore. E’ stato lui stesso a dichiararlo tempo fa, manifestando il desiderio di concentrarsi su qualcosa che abbia un inizio, una fase di mezzo e una fine più rapida rispetto a quella che potrebbe avere cominciando un nuovo percorso televisivo.

Nelle scorse settimane lo abbiamo visto al cinema in Giovani Ribelli, nei panni dell’omosessuale e tormentato David Kammerer, al fianco dell’”Harry Potter Daniel Radcliffe. Tuttavia, Hall non ha dimenticato le origini televisive ed è al lavoro per realizzare, come produttore esecutivo, una serie tratta dal romanzo American dream machine, di Matthew Specktor. La storia è ambientata nell’Hollywood degli anni ’70 ed esplorerà il rapporto tra padri e figli cresciuti nel particolare mondo dello spettacolo. Sicuramente la carriera di Michael C. Hall parla chiaro e mette in evidenza l’abilità di un attore che ha saputo emergere e calarsi in personaggi completamente differenti tra loro ed essere apprezzato in tutti i suoi ruoli e contesti. Terminata la serie in cui ha avuto il ruolo più importante, siamo certi che sentiremo ancora parlare di lui per le sue grandissime performance da attore.

Di Francesco Sciortino per Oggialcinema.net

American dream machineDaniel RadcliffeDexterGiovani ribelliMichael C. HallSix feet under


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :