Magazine Cultura

Muoiono gli innocenti

Creato il 03 aprile 2011 da Albix

gallia“Sed cum eius generis copia deficit, etiam ad innocentium supplicia descendunt”

Sono passati più di duemila anni da quando Cesare registrava l’usanza dei Francesi (allora si chiamavano Galli) di bruciare uomini vivi; prima i delinquenti poi, quando questi non erano sufficienti, si dava fuoco agli innocenti.

Un po’ quello che è successo ieri in Libia: lo chiamano fuoco amico, ma sono gli aerei francesi e inglesi che sparano all’impazzata sui libici; amici di Gheddafi o nemici del dittatore, poco importa a questo punto: sono uomini uccisi da un’altra guerra; l’ennesima guerra: prima gli hanno venduto le armi (a Gheddafi) e adesso gli sparano addosso, ammazzando cittadini  innocenti dappertutto.

E in costa d’avorio, Monsieur le Prèsident?

A già, mi scusi; dimenticavo che lì, petrolio non ce n’è!

Però a Ventimiglia i Tunisini, la cui fuga dall’Africa è sicuramente addebitabile anche alle sue bombe, monsieur, quelli neppure?

La guerra è sempre un errore e non esistono le guerre giuste.

Esistono gli Stati ed i comportamenti virtuosi; e virtuoso sarebbe stato non commerciare con i dittatori dell’Africa, ingrassandoli con laute mance e bustarelle sulle armi compravendute. Per poi scoprire che sono nemici della democrazia.

E visto che i tempi di Cesare sono lontani e che a capo degli staterelli europei ci sono soltanto dei nanetti sarebbe bello che l’Europa si comportasse come una realtà; se esiste per davvero.

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines