Magazine Bellezza

Nail Art: 10 modi di usare il Polka Dot!

Creato il 07 settembre 2013 da Kobretti

I pois sono tornati di gran moda ma non solo su vestiti, scarpe, borse ed accessori!

Ogni ritorno di stile retrò porta con sè delle novità e, questa volta, è la nail art ad averne beneficiato, per questo in giro si possono notare già da un po’ di tempo, una esplosione di “pallini”, simbolo che il puntinismo appassiona proprio tutti!

 

Ecco allora che vi proponiamo 10 modi diversi per personalizzare la vostra nail art con i Polka Dot, tutti da poter riprodurre anche a casa da soli e facilmente!

Non avrete bisogno di particolari strumenti, solo di qualche smalto colorato e al massimo di uno spot o dotter (arnese per nail art) con due punte, una più grande ed una più piccola, per disegnare i puntini.

 

1.

polka dot 1
Il primo è davvero il più semplice: si tratta solamente di applicare la vostra base, uno smalto opaco, matt o lucido, quindi senza perlescenze o glitter e poi procedere  a disegnare i vari pois, tutti della stessa grandezza. Potete procedere per linee, a casaccio, oppure alternandoli, a seconda di come vi piacciano di più!

 

polka dot 2
2. Dopo aver sperimentato il Polka Dot base, la strada sarà ormai spianata e la vostra voglia di sperimentare sarà sempre più elevata.
Proverete senza dubbio a giocare con i colori, alternandone due o più per lo smalto di base, mantenendo invece sempre lo stesso per i pois.

 

polka dot 3
3. Potete sperimentare il gioco dell’alternanza anche su un solo dito, in particolare l’anulare, sul quale applicare come colore di base quello usato per disegnare i pois sulle altre dita e come colore per i pois quello utilizzato per fare la base.

E’ ovvio che se utilizzate lo strumento apposito, ossia lo spot, per realizzare queste decorazioni dovrete pulire lo strumento (la punta) con dell’acetone e poi intengerlo nell’altro colore.

Tanto per essere chiari e non creare pasticci!

 

polka dot 4
4. Potete anche mantenere sempre lo stesso smalto per fare la base e alternare tantissimi colori diversi per disegnare i vostri dots.

In questo caso, oltre a pulire sempre lo strumento, dovrete essere un po’ accorti anche nel distribuire i colori con un certo equilibrio, dunque è bene disgnare su ogni unghia lo stesso numero di puntini per ogni colore, distribuirli nello stesso modo ecc, perché sarà più semplice ottenere un effetto omogeneo. Sarà inoltre utile disegnare puntini molto piccoli, per permettere di far entrare il maggior numero di colori.

E’ anche consigliabile utilizzare come colore di base un semplice bianco o nero!

 

polka dot 5
5. Sulla stessa linea d’onda, è possibile creare un effetto ancora più psichedelico, non solo mischiando vari colori, ma mischiando anche i finish degli smalti utilizzati per fare i puntini! Tale creazione avrà maggior risalto se il colore di base sarà uno smalto chiaro, meglio se tendente al bianco e se si alternerà anche la grandezza dei puntini!

Ciò è possibile in quanto, solitamente, gli spot hanno due teste, una più larga ed una meno!

 

polka dot 6
6. Bellissima lavorazione, si ottiene anche utilizzando due soli colori di smalto, basta alternarli sulle dita usandone uno come base e l’altro per disegnare i puntini e viceversa. Anche in questo caso il risultato sarà più grazioso mischiando la grandezza dei pois!

 

polka dot 7
7. Per chi non è sicuro di essere un perfetto geometra c’è una soluzione. E’ quella di concentrare i puntini tutti in un solo lato o angolo dell’unghia, in modo da poterli distribuire  un po’ a casaccio. Anche in questo caso i puntini potranno essere di varie dimensioni.

 

polka dot french 8
8. Se non avete pazienza ma volete sperimentare, per voi c’è il Polka Dot “French” Manicure. Si tratta semplicemente di fare la tipica “French” con i puntini, magari applicando un colore diverso per ogni unghia. Basta una sola fila per apprezzarne il risultato!

Base chiara e colori accesi, quasi fluo, daranno un effetto particolare!

 

polka dot 9
9. Se la cosa vi piace, potete anche fare di meglio, ossia creare come base una vera e propria French sulla quale poi applicare i vostri piccoli dots.

Solo per persone pazienti e precise!

Potete scegliere di tracciare una linea leggermente obliqua piuttosto che dritta e poi contornare con una linea glitterata, tanto per dare un tocco di brio al lavoro!

 

polka dot 10
10. L’ultima idea è anch’essa per persone pazienti, pazientissime e con grande voglia di creatività! Si tratta di un effetto gradient con i puntini, sia per quanto riguarda la grandezza che il colore. Si inizia dall’attaccatura dell’unghia con un colore acceso ma nel suo tono più chiaro con puntini piccoli, per poi intensificare man mano. Come smalto base, bisogna sempre scegliere qualcosa che contrasti e risalti!

 

Ora tocca a voi!

 

Curiosità e consigli.

Se volete subito sperimentare questa tecnica ma non possedete un dotter o uno spot non preoccupatevi! Potete intanto esercitarvi con un semplice stecchino per fare i puntni più piccoli e con un cotton fioc per quelli più grandi!

 

Se l’idea dei pois vi piace in tutte le salse, potete benissimo provare ad applicare anche strass o glitter, alternandoli con i puntini fatti a mano o, addirittura, con delle piccole perle (effetto caviale), per ottenere nail art sempre più glamour.

polka strass

Basta usare una colla per unghie.

 

Per fissare ulteriormente i vostri lavori, ricordatevi anche di applicare un top coat (ovviamente trasparente) al di sopra, per assicurarvi che la vostra creatività si stampi meglio sull’unghia!

 

Postateci i vostri lavori su Facebook!

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :