Magazine Società

Nervi tesi tra gran bretagna e iran a causa dell’assalto dell’ambasciata britannica a teheran

Creato il 01 dicembre 2011 da Madyur
Il ministro degli esteri, William Hague, ha ordinato l'espulsione di diplomatici iraniani dal Regno Unito e ha annunciato che il suo paese sta chiudendo la sua ambasciata a Teheran, dicendo che l'assalto della missione ha avuto l'appoggio del regime.
img_606X341_2911-s-iran-anti-british-protest-embassy-RTR2UM4T
Cameron  ha detto che diplomatici iraniani avrebbero  dovuto lasciare la Gran Bretagna entro 48 ore, e che tutto il personale dell'ambasciata del Teheran aveva lasciato l’Iran.
Ha detto che la mossa non significherebbe la liquidazione di tutti i legami, che i due paesi potrebbero continuare ad avere un dialogo a convegni internazionali, come gli Stati Uniti chiusero l’ambasciata nel 1979, ma la mossa segna un nuovo minimo nelle relazioni, in un clima  sempre più teso.
Il ministro degli esteri ha detto che non è stato possibile mantenere un'ambasciata nelle circostanze attuali, aggiungendo che 200 manifestanti  hanno invaso l'ambasciata e il composto britannico ed erano "milizia basij ". Il basiji  è  un ala giovanile delle guardie rivoluzionarie dell'Iran, una delle istituzioni più potente del paese.
Il Regno Unito  pensa sia  "fantasiosa" a pensare che l'invasione di ambasciata potrebbe avere avuto luogo senza "senza qualche grado di consenso del regime".
Ha aggiunto: "Se qualsiasi paese rende impossibile per noi di operare sul loro territorio questi  possono  pretendere di avere un'ambasciata funzionante qui."
Diplomatici iraniani a Londra hanno  rifiutato di commentare l'annuncio.
Fonti del Ministero degli esteri ha detto che il ministro degli esteri aveva fatto la sua dichiarazione minuti dopo aver ricevuto la conferma che il personale dell’ ambasciata britannica era partito  da Teheran, in direzione della  Gran Bretagna.
I diplomatici hanno lasciato  la capitale iraniana dopo che  il complesso residenziale britannico a Teheran settentrionale era stato completamente saccheggiato, ha detto un funzionario.
"La folla aveva invaso  case e appartamenti, distruggendole . Era come una banda di ragazzini di strada  a cui era stata data  licenza di fare più danni possibili,"ha detto.
La folla aveva anche dato fuoco al primo piano dell'ambasciata causando ingenti danni. Il personale di sicurezza  lasciato presso l'ambasciata e il complesso residenziale eviterà che gli edifici diventino  "un parco giochi per i giovani locali".
Nei prossimi pochi giorni sarà resa una decisione sul ambasciata del paese, che potrebbero agire come un UK interessi di sezione. Nei precedenti punti bassi in UK-Iran relazioni gli svedesi hanno giocato quel ruolo, ma non è ancora stata fatta alcuna decisione.
Hague  , ministri degli esteri, cercherà supporto da altri membri dell’Ue .  "Se si lascia che  teppisti distruggano  la nostra ambasciata e assaltano o spaventano  il nostro staff, si può pretendere di mantenere relazioni normali civilizzate con il resto del mondo."
La Norvegia aveva  temporaneamente chiuso la sua ambasciata a Teheran, citando preoccupazioni per la sicurezza, e la Svezia aveva convocato l'ambasciatore dell'Iran a Stoccolma . "L'Iran ha il dovere di proteggere la sede diplomatiche, e le autorità dovrebbero essere  intervenuti immediatamente," ha detto un portavoce del Ministero degli esteri svedese.
Reazioni dei paesi scandinavi seguono la  condanna degli Stati Uniti e Francia. Il Segretario di stato americano, Hillary Clinton, ha detto: "gli Stati Uniti condannano  questo attacco nei termini più forti possibili. È un affronto non solo per il popolo britannico, ma anche la comunità internazionale", ha detto.
In Iran, l'attacco all'ambasciata ha indotto reazioni miste anche tra i sostenitori del regime. Il Ministero degli Esteri iraniano  ha espresso rammarico per il "comportamento inaccettabile di  [a] alcuni manifestanti" e ha promesso un'inchiesta.
Ma Ali Larijani, Presidente del Parlamento  del paese, ha detto che l'attacco era il risultato di "diversi decenni di comportamento di dominazione della Gran Bretagna".
Larijani ha anche criticato il Consiglio di sicurezza ONU per aver condannato  l'incidente .
"La mossa affrettata nel Consiglio di sicurezza nel condannare l'azione degli studenti è stato fatto per coprire crimini precedente di Gran Bretagna e Stati Uniti," ha detto Larijani  durante una sessione aperta al Parlamento dell'Iran.
Al contrario, il Ministero degli Esteri iraniano ha detto era impegnata a proteggere il personale dei diplomatici e sarebbe stata lanciata un'indagine approfondita.
A Teheran l'episodio è stato visto come l'ultimo episodio di una lotta di potere straordinario tra i conservatori in Parlamento e la magistratura da un lato e il governo del Presidente, Mahmoud Ahmadinejad, dall’ altro.
Sostenitori Pro-Ahmadinejad hanno interpretato i recenti avvenimenti come un tentativo di ostacolare gli sforzi del governo per ridurre le tensioni con la comunità internazionale e di minare del governo di  politica estera.
Agenzie di stato iraniano, nel frattempo, ha cercato di rappresentare eventi  come una protesta spontanea di "studenti universitari" .

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog