Magazine Talenti

No, niente Nannimoretti stasera. Niente uscita: ho disdic...

Da Word3press

No, niente Nannimoretti stasera.
Niente uscita: ho disdiciuto.
Me la sto tirando?
Sì, me la sto tirando.

Oggi ho avuto la brillante idea di infilarmi in una farmacia che non era la mia abituale e che quindi era affollata.
No, in verità, inizialmente, non era affollata. Si è affollata poi.
C’erano ‘ste du’ vecchie avanti a me che occupavano le uniche due casse disponibili e avranno speso cinquant’euri a testa in medicine, mettendo a dura prova la pazienza dei farma-cisti.
Beh, la mia l’hanno messa a dura prova di sicuro.
Insieme a me è entrato pure un ragazzone che sarà stato alto du’ metri, accompagnato dalla gentile fidanzatyna.
Solo che però la gentile consorte è rimasta fuori, facendo versi da treenne vergognosa,
mentre il su’ ganzo le faceva gesti da dentro il negozio.
A quel punto (ma anche prima) ho capito cosa cercavano.
Il ragazzone s’è infilato di soppiatto fra gli scaffali e si è avvicinato con circospezione alla sezione che lo interessava, e che io avevo già individuato da un po’, analizzando tutti la gamma di articoli offerta.
Guardandosi un po’ intorno, e lanciando occhiate furtive alla donzella fuori dalla porta, il tizio allungava la mano verso una scatoletta che, francamente, al suo posto, non sarebbe stata la mia scelta.
Ma, si sa: il maschio mediuo vuole accontentare la partenèrre ma vuole anche, e soprattutto, pensare a se stesso, scegliendo dunque degli involucri che dicono di offrire una maggior sensibilità al maschio.
E che, secondo me, si rompono anche.
Uhauhauha. Glielo auguro.
Durante la lunghissima e snervante attesa, mentre le due cariatidi avanti a me facevano le pulci a ogni singolo farmaco che richiedevano, ho pensato bene di mettere a proprio agio il giovinotto arrapato, lanciando alternativamente occhiate cariche di significato a lui e al suo reparto preferito, come assistendo a una partita di tennis.
Una volta compiuta la missione (ovvero afferrare la scatoletta di involucri in lattice), la fortunata compagna del suddetto si è sentita sollevata e libera di entrare nella farmacia senza vergogna, gravitando intorno al reparto sècsi ma fingendo di interessarsi ad altri generi di prodotti che si trovavano nei paraggi.

I due piccioncini sono usciti dopo di me, per cui mi sono persa la scena del pagamento.
Però li ho potuti vedere uscire trionfanti e ringalluzziti dall’esercizio commerciale, e, senza pensarci tanto, ho deciso di immortalarli.

No, niente Nannimoretti stasera. Niente uscita: ho disdic...



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Alice senza Niente

    Alice senza Niente

    Questo ebook è stato scaricato in oltre 950 copie nelle prime 24h di disponibilità online. Alice senza Niente è un libro senza conclusione. Leggere il seguito

    Da  Gloutchov
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, TALENTI
  • No...il soroa no!

    No...il soroa

    Pare che molte delle persone che a Tunas abbiano aperto delle cafeterie in casa ora stiano restituendo la licenza perche'...non da' negozio. Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Dolce far niente

    Sarà l'aria di ferie che c'è in giro... Sarà che molti stanno pancia all'aria sulla spiaggia, a godersi il sole e il mare... molti il fresco della montagna o... Leggere il seguito

    Da  Milu
    RACCONTI, TALENTI
  • Come se niente fosse...

    Come niente fosse...

    Hai 37,5° di febbre, mal di gola e mal di testa. Gli ormoni un po' sfasati con conseguenti indomabili brufoli che spuntano come funghi lungo la mascella. Hai... Leggere il seguito

    Da  Raffaella
    PER LEI, TALENTI
  • No! Oggi no!

    Oggi

    Prendo la mia bici per andare a scuola con i guanti da neve, doppia sciarpa..Arriva mio zio che mi avvisa:-Non è il caso di andare in bici oggi!--E perché?-gli... Leggere il seguito

    Da  Lydiaburton
    ADOLESCENTI, DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • quest’anno niente regali!

    A scriverlo così mi sento l’alter ego di Jo March, ma tant’è. non ci saranno regali tra di noi, regali pressochè superflui data la crisi. penseremo solo al... Leggere il seguito

    Da  Leucosia
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Quest’anno niente

    Quest’anno non ce l’ho il racconto di Natale, aveva pensato da subito. Era ancora inizio settembre e già compariva sul telefonino l’sms con cui lo chiamavano a... Leggere il seguito

    Da  Chiagia
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, TALENTI

Magazine