Magazine Politica

Non spingete

Creato il 12 gennaio 2011 da Femminileplurale

Non spingete

Eccola lì che galleggia: la parola “Gnocca” a metà della home page dell’Unità. È stata inserita all’interno di un simbolo elettorale, con il fondo azzurro e il tricolore. Sotto, l’usuale pubblicità ingannevole di “Berlusconi presidente” e una domanda ammiccante: “Perché non spingersi un tantino più in là?“. Clicco e vengo rimandata a un generatore automatico di simboli del partito. Oltre a “Gnocca” ci sono “Presepe”, “Ferie”, “Gratis”, “Scudetto”, tutti nel simbolo in compagnia di “Berlusconi presidente”.

Si sta prendendo in giro l’ultima trovata di Berlusconi il quale, dopo la scissione dei finiani, starebbe cambiando nome al partito. Si sta prendendo in giro il fatto che, in questo casino, lui stia pensando al naming (e nemmeno in modo originale, dicono esperti di marketing). A quanto pare abbiamo davvero tanta voglia di prenderlo in giro.

È difficile discernelo con chiarezza, ma forse il messaggio è più o meno questo: “noi” vorremmo che “loro” si occupassero di cose serie, ma “loro” non non lo fanno e “noi” non abbiamo mezzi per impedirgli lo sfacelo, perciò, almeno, abbiamo voglia di ridere. Spingendoci più in là. Un tantino. Per stavolta. Che male c’è.

Spingersi in là è un concetto che può piacere, purché sia comprensibile la direzione. Perché derubrichiamo linguaggi e immagini violente a scherzo, a barzelletta? Spingersi in là, ma là dove? Là-dove-si-dice-gnocca? Perché allora “là” a me suona di destra smargiassa, maschilista, testoteronica per ideologia, violentemente affezionata allo status quo. Davvero, come alle elementari, ci basta una parolaccia per ridere? Per ridere di cosa poi.

Mi scuserà l’amica Concita se questo mi è venuto in mente vedendo galleggiare “Gnocca” a metà dell’home page dell’Unità, ma abbiamo un disperato bisogno di idee nuove. Senz’altro dobbiamo restare concentrate sui contenuti, ma non possiamo permetterci di sottovalutare l’emergenza comunicativa del movimento femminista. Se vogliamo veicolare un messaggio di rottura col passato del nostro genere, che sia di rispetto dell’autodeterminazione e di equità nella differenza, non possiamo continuare a usare idee obsolete, inutili e offensive. Non è questa la direzione, perciò non spingete, non spingiamoci. Questo non è il “nostro” modello di comunicazione, è il “loro”. Convinte di esserne immuni, l’abbiamo fatto nostro. Credevamo di ridicolizzare, abbiamo iniziato a ridere. Siamo diventate aguzzine, e che siamo in buona fede non è una gran consolazione. Anzi, l’aspetto più triste è che questo stia succedendo senza che noi ce ne rendiamo conto anzi, pensiamo di aver fatto una gran bravata: ci spingiamo più in là, siamo di sinistra e abbiamo detto “gnocca”, ah ah, gran colpo, che titolo, li abbiamo fregati, non si rialzeranno mai più.

Sai che risate. Che strategia.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il contrario di "pro-vita" non e' "pro-morte"

    contrario "pro-vita" "pro-morte"

    E' tornata la donna col cilicio, Paola Binetti. E torna parlando della morte di Mario Monicelli: "...non si può’ trattare di questo episodio per fare uno spot... Leggere il seguito

    Da  Stefaniapiscopo
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio

    Strana giornata. Molti di noi – non scrivo “tutti” perché ho idea che una grande fetta di cittadini sia tristemente inconsapevole di ciò che sta accadendo... Leggere il seguito

    Da  Rooferguyxxunow
    ATTUALITÀ, POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Le batoste non servono a Silvio. Le vittorie a Grillo

    batoste servono Silvio. vittorie Grillo

    In Italia le batoste elettorali non servono. Veramente non serve neppure essere accusati di concussione, truffa, evasione fiscale, falso in bilancio,... Leggere il seguito

    Da  Massimoconsorti
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Non mi rovini, per carita’

    rovini, carita’

    BERLUSCONI COLPEVOLE DEL REATO DI PLAGIO Nel agosto del 2006, la signora Laura Salvetti, vedova del professor Luigi Firbo, informa Marco Travaglio del reato di... Leggere il seguito

    Da  Speradisole
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Vorrei ma non posso

    Vorrei posso

    Ma prendere di mira solo i rom non è discriminatorio? «E infatti le espulsioni dovrebbero essere possibili per tutti i cittadini comunitari, non solo per i rom. Leggere il seguito

    Da  Demopazzia
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Qualcuno mi ascolti! Fini non è An

    Qualcuno ascolti! Fini

    foto: wikipedia L’ho già detto e ridetto, ma non mi si vuole ascoltare: Fini non è l’ex Alleanza Nzionale. Per tanti motivi: - Perchè Fini quando c’era ancora A... Leggere il seguito

    Da  Lebarricate
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Uno che non mi manchera'

    Senatore emerito Francesco Kossiga, 23 Ottobre 2009.Parlando a proposito delle manifestazioni degli studenti."Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia... Leggere il seguito

    Da  Marcellogaletti
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ