Magazine Attualità

Occupy Pd, parlano i Giovani Democratici.

Creato il 17 maggio 2013 da Retrò Online Magazine @retr_online

Dopo la thriller-elezione del Presidente della Repubblica, nulla nel Pd sarà mai più come prima. Il padre fondatore tradito da 101 logo-giovani-democraticimisteriosi franchi tiratori, le dimissioni della segreteria, l’appoggio forzato ad un governo di larghe intese che ha fortemente deluso la base. Il Caimano è tornato ed è più vivo che mai, tanto in salute da tenere in pugno le sorti del governo Letta. Se fino a pochi mesi fa l’ipotesi di un esecutivo finalmente diverso era quasi realtà, con la coalizione guidata da Bersani che si avvicinava a grandi falcate a quello che tutti pensavano sarebbe stato un successo elettorale scontato, ora le cose sono profondamente diverse. La lotta per una politica trasparente nel palazzo e attiva nella piazza è stata rilanciata, all’interno della struttura democrat, da un nutrito manipolo di scontenti e delusi. Sono loro i creatori di quel laboratorio di idee e dissidenza politica chiamato Occupy Pd. La genesi del nome è semplice: nel giorno della rielezione di Napolitano al Colle, molti tesserati del Pd manifestano il loro disaccordo verso la scelta del Parlamento occupando la sede torinese di via Masserano. Non solo, al suo interno viene autoconvocata un’assemblea chiamata significativamente Pallacorda, da cui emergono richieste di rinnovamento, “reset” della classe dirigente interna al partito. Il gesto è spontaneo ma colmo di significato, in grado di esprimere tutto il malessere di individui che credevano in un’Italia migliore passando per la via delle istituzioni e si sono visti crollare addosso speranze e sogni nell’arco di pochissimi giorni. I mass media se ne accorgono e ne parlano in abbondanza, da allora è ascesa. Piazzapulita, Agorà, le testate nazionali. Quella dell’Occupy Pd diventa una creatura mutevole e di difficilissima definzione, formata da menti radicalmente diverse tra loro e indirizzata verso non si sa quale direzione. Per fare chiarezza, Paolo Furia e Matteo Cavallone, rispettivamente segretario regionale e provinciale dei Giovani Democratici, raccontano Occupy Pd e spiegano che cosa sia per loro la buona politica.


Articolo e intervista di Matteo Fontanone.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Primati del Pd

    gabbianone: Ciao, vorremmo un’intervista con Bersani, se possibile, fammi sapere, gentilmente. segretaria 1: Come no, certo, mandami un messaggio. Leggere il seguito

    Da  Marcopress
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ, DA CLASSIFICARE
  • Primarie del PD e i giovani

    Primarie giovani

    Guardate gli anni dei candidati alle primarie, per il resto dell'europa sarebbero già in 4 in età pensionabile lavorativa, per l'Italia che cambia sempre... Leggere il seguito

    Da  Valeal
    ATTUALITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE, SOCIETÀ
  • primarie PD, primo tempo.

    primarie primo tempo.

    ecco, non sono ancora finite, ballottaggio bersani-renzi. in 4 milioni sono andati a votare. due euro a persona. se 2+2 fa 4 credo proprio che l’ incasso sia... Leggere il seguito

    Da  Papibulldozer
    POLITICA, POLITICA ITALIA
  • Primarie PD 2012

    Primarie 2012

    Si sono concluse le primarie 2012 del PD per scegliere il candidato premier tra Pierluigi Bersani, Matteo Renzi, Nichi Vendola, Laura Puppato, Bruno Tabacci. Leggere il seguito

    Da  Lateatnight
    POLITICA, SOCIETÀ
  • AIELLO vs Giovani Democratici

    AIELLO Giovani Democratici

    Pubblichiamo il testo integrale dell'intervento dell'assessore Daniele Aiello in merito al comunicato dei Giovani Democratici che pubblichiamo a seguire. Leggere il seguito

    Da  Bernardrieux
    INFORMAZIONE REGIONALE, POLITICA, POLITICA ITALIA
  • Gli armeni e i Giovani turchi (del Pd)

    armeni Giovani turchi (del

    Mi è arrivato questo comunicato, con in allegato foto di impiccagioni:Con stupore e sgomento apprendiamo che un gruppo del PD – Partito Democratico ha preso nom... Leggere il seguito

    Da  Istanbulavrupa
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • I creativi del PD

    creativi

    Se nel Partito Democratico la creatività politica (in termini di idee, prospettive, proposte coraggiose, scelte nette, intenti dichiarati e realizzati) si... Leggere il seguito

    Da  Kisciotte
    INTERNET, MARKETING E PUBBLICITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE, POLITICA, SOCIETÀ