Magazine

Orgoglio nazionale

Creato il 05 dicembre 2013 da Iltondi @iltondi

La questione non è nuova: il massimo che l’Italia ci offre in fatto di musica sono i lamenti insopportabili di Gigi D’Alessio, le urla strazianti di Giorgia, i gorgoglii incomprensibili di Tiziano Ferro, i testi atroci di Biagio Antonacci. In Inghilterra ci sono ancora i Rolling Stones e comunque continuano a fiorire nuovi talenti, in Irlanda ci sono gli U2 e negli Stati Uniti c’è sempre il Boss che detta legge. Pure i Deep Purple, i Black Sabbath e i Kiss sono risorti. E qui da noi, invece? Neanche a dire che possiamo vantare su un glorioso passato. I Camaleonti contro i Beatles, i Dik Dik contro i Led Zeppelin, Gli Equipe 84 contro gli Who. Si potrebbe proseguire all’infinito con questa lista, ma gli scontri sarebbero spietatamente impari. Non c’è tanto da lamentarsi, in ogni caso. Noi abbiamo pur sempre il cibo migliore. Il mare della Sardegna e le campagne della Toscana. I vini dal sapore ineguagliabile. E l’alta moda che tutti ci invidiano. E i luoghi comuni, già. In quelli siamo davvero imbattibili.



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog