Magazine

Panorami parigini

Creato il 28 gennaio 2014 da Dede Leoncedis
Panorami parigini I suoi detrattori dicono che dalla sua terrazza si vede il più bel panorama di Parigi perchè  è l'unico posto da cui non si vede lei, la Tour Montparnasse.  La battuta non è  originale, aveva detto la stessa cosa  anche   Guy de Maupassant a proposito della Tour Eiffel,  che detestava a tal punto da firmare   una petizione per fermarne  la costruzione.  Non gli avevano dato retta e   la torre è ancora lì, ammirata da  milioni di persone che ogni santo giorno dell'anno, con il sole e con la pioggia, sono disposti a  sciropparsi  ore di coda tra ragazzini vocianti e turisti maleducati pur di poterla visitare. Alla Tour Maine-Montparnasse, per gli amici semplicemente Tour Montparnasse, le critiche più feroci sono arrivate dopo la fine dei lavori: è  troppo alta e  sproporzionata rispetto agli edifici intorno.  In effetti è difficile dar loro torto,   questo grosso sigaro nero sorto alla fine  degli anni sessanta e  alto più di duecento metri  sembra capitato per sbaglio in un quartiere zeppo di atelier d'artisti e di caffè dove Sartre e Simone de Beauvoir  erano di casa, e non  si può nemmeno considerare   un capolavoro dell'architettura.  Panorami parigini
Però dalla terrazza  sul tetto la vista è semplicemente strepitosa  e quando le condizioni meteoreologiche sono particolarmente felici  l'occhio può spaziare fino  a quaranta chilometri di distanza, tanto che si riescono a vedere  perfino gli aerei in  decollo da Orly.
Leggo che è tra i quindici monumenti parigini più visitati: più di seicentomila persone ogni anno, eppure la coda è praticamente inesistente,  si e no una manciata di minuti  per salire sull'ascensore. 

Panorami parigini
Panorami parigini
Panorami parigini
Panorami parigini
Panorami parigini
Panorami parigini
Panorami parigini
Panorami parigini


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog