Magazine Maternità

Pericolo è il mio secondo nome

Da Seavessi
Potrebbe sembrare, ai più, che Seavessi faccia una vita all’insegna della bonaccia, in cui il pericolo più pressante è costituito dalla presenza di talpe in giardino.

Ma Seavessi è una mamma, e come tutte le mamme (sì moms-to-be, pure voi) sanno, questo significa che è una specie di rambo pronta a tutto, soprattutto a prevedere l’imprevedibile.Pericolo è il mio secondo nomeSeavessi, fresca di cesareo, ha affrontato senza fare una piega (è il caso di dirlo) i temibilissimi Body con Poussoir, praticamente imbossibili da aprire e chiudere e per di più contententi l’Infanta urlante e il suo Pannolo BombaH.Seavessi ha affrontato impavida la medicazione del cordone ombelicale, mentre NonnaG scandalizzata ripeteva _eh ma come, non viene la puericultrice dell’ospedale a cambiarla? No NonnaG, la puericultrice dell’ospedale è una figura mitologica di cui si è persa traccia a fine anni ’70. Noi mamme di oggi con una mano ci smazziamo la medicazione e con l’altra prepariamo le lasagne al pesto.Seavessi è passata attraverso le forche caudine della Sesta Malattia, in cui gli Infanti così da un momento all’altro prendono fuoco e rimangono in fiamme per tre giorni, e solo alla fine quando sfiammano compaiono i puntini benedetti e si tira un sospiro di sollievo, oooh beh, era solo la Sesta.Seavessi ha affrontato a spada tratta il feroce Inserimento Al Nido, che ha sfoderato le sue leggendarie armi ohmacosìpiccola e poverabimbachissàcomecisoffre.Seavessi è passata attraverso lo Scilla e Cariddi del Rientro al Lavoro, e a nulla è valso il terribile macometiservonoaltripermessi, Seavessi testa alta e cuore oltre l’ostacolo è passata oltre.Seavessi è sopravvissuta, invero con qualche acciacco, anche alla Temuta Recita di Natale.

Ma nulla di tutto ciò aveva preparato Seavessi a quanto è successo ieri pomeriggio.Seavessi-porticato, pomeriggio, esterno giorno.Scena bucolica di Seavessi e Infanta che stendono i panni al sole. Seavessi si gode il tepore e si droga col profumo dell’ammorbidente, e perde di vista per un millisecondo l’Infanta. Si gira e vede l’Infanta, con l’aria invasata, che corre verso di lei da dietro l’angolo della casa. Istantaneamente pensa ai ladri ai rapinatori ai rapitori di bambini al meteorite ai maya agli Ufi e a Giacobbo, e perde quei 10 anni di vita, così tanto per.Infanta  _UUUUUUUUUAAAAAAAAAAARRRRRRRRRRRRGHHHHHH!!!Seavessi (per simpatia) _ UAAAAAAAAAAAAAAARGHHHHH!!!! INFANTA!!!Infanta _A-RI-UAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARGHHHHHHSeavessi (realizzando che sono completamente sole, l’Infanta non è visibilmente ferita, non ci sono meteoriti in vista e il cielo è sgombro di alieni ostili) _Infanta ma porcapuffetta, cosa c’è? Mi hai sfatto paura!!!!Infanta (con aria da James Bond) _ma no mamma, non avèle paiùla. Glidàvo pel mandàle via gli squali, così non ti danno fattìdio.
Seavessi rivuole il Velme.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines