Magazine Informazione regionale

Pino Daniele e Bacharach, il Festival di Ravello stupisce sempre di più

Creato il 19 marzo 2014 da Makinsud

Giunta alla 62^ edizione, il Festival di Ravello, una delle più importanti eventi del Mezzogiorno, si “allarga” sempre di più: la manifestazione, infatti, non si svolgerà solo in estate, ma anche nei mesi primaverili e autunnali con concerti speciali che si svolgeranno all’Auditorium Niemeyer. E gli ospiti, come sempre, sono star nazionali e internazionali. Due su tutti: Pino Daniele e Burt BacharachPino Daniele e Bacharach, il Festival di Ravello stupisce sempre di piùIl Festival aprirà i battenti il 21 giugno con uno spettacolo dedicato all’opera di Eduardo De Filippo, nel trentennale della sua morte, affidato alla coppia (inedita) Isa Danieli – Danilo Rea. La chiusura spetterà invece all’Orchestra del Teatro di San Carlo e a Juraj Valucha, uno dei più bravi direttori d’orchestra contemporanei. E, a proposito di orchestra, la proposta sinfonica di quest’anno è particolarmente ricca: spiccano i nomi della London Symphony Orchestra, a Ravello per la loro unica data italiana, della Orchestre National de France e dell’Orchestra Sinfonica di Lucerna.

 

Ma gli eventi imperdibili sono sicuramente due: il 16 luglio, in una delle sue due uniche date italiane, sarà in concerto Burt Bacharach, compositore statunitense, vincitore di tre premi Oscar tra gli anni ’70 e ’80, mentre farà il suo esordio a Ravello Pino Daniele: il cantautore si esibirà in versione acustica per ricordare Massimo Troisi. Il Festival 2014 è, come tutti gli altri, un misto di vari generi: si passa con facilità dal pop al jazz, dalla canzone italiana a quella etnica. Tra i tanti ospiti, merita una citazione il Kronos Quartet, il migliore ensemble d’archi al mondo, che rivisiteranno la musica argentica e sudafricana. Per la danza si esibirà invece la Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro della Scala. Ci saranno anche tante mostre e installazioni permanenti, come quella dell’artista britannico Tony Gragg, uno dei più importanti esponenti della scultura al mondo.

 

“Contiamo di fare la migliore offerta culturale d’Europa” ha affermato il presidente della Fondazione Ravello, Renato Brunetta “L’anno scorso è stato tra i miglior festival d’Italia: abbiamo registrato ben 20.000 spettatori, forse il più alto numero per un Festival nel nostro Paese. L’obiettivo per il 2014 è migliorare questo dato”.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog