Magazine Opinioni

Povera Italia

Da Loredana V. @lorysmart

Abbiamo un patrimonio artistico inestimabile e per incuria lo stiamo mandando in malora. Solo in questi giorni alcuni casi eclatanti.

Roma

Il concerto dei Rolling Stones al Circo Massimo sarà senza dubbio un evento importante, però scegliere un’altra sede, per prevenire danni e vandalismi, sarebbe stato più opportuno. Inutile stipulare un accordo con gli organizzatori del concerto: dovessero verificarsi danni, non c’è risarcimento che possa ripagarli.

Povera Italia

Venezia

La città è fragile, le sue case patrizie poggiano su antiche palafitte ed il moto ondoso le danneggia. Con quale criterio il T AR ha deciso di rimandare la decisione di far passare quelle enormi navi nei canali della laguna? Quali interessi ci sono sotto?

Povera Italia

Pompei

Il sito archeologico resiste da circa duemila anni. I suoi tesori piano piano vengono erosi dalle intemperie. Molti contributi necessari alla sua salvaguardia giacciono bloccati dalla burocrazia, inclusi i fondi europei che, se non utilizzati entro un certo periodo, dovranno essere restituiti. Ed a questa stortura si aggiunge lo scempio di chi è riuscito a trafugare, nonostante i custodi, un affresco dalla Domus di Nettuno.

Povera Italia

Milano 

Altra colpevole incuria, dove una statua in terracotta a Brera ( il “Fauno Barberini”) è stata danneggiata, non si sa ancora se volontariamente o meno, tranciandole una gamba. Pare che sia opera di uno studente, saluto sulla gamba della scultura per farsi scattare una foto.

Brera, statua danneggiata dal selfie di uno studente

In compenso il comune di Agrigento ha diffidato un privato cittadino che aveva “osato” ripulire un parco che l’amministrazione municipale aveva negligentemente trascurato, tanto da ridurlo in condizioni pietose.

http://www.agrigentonotizie.it/cronaca/diffidato-marcello-la-scala-pulizia-villa-lizzi-agrigento.html 

Non parliamo poi degli innumerevoli “graffiti” che deturpano le facciate dei nostri più bei palazzi, delle scritte lasciate anche dagli innamorati che si giurano amore eterno ma che invece deturpano eternamente i monumenti, dell’inciviltà e della ineducazione che

purtroppo imnperano in questo paese dove l’arte viene continuamente trascurata. E tutto ciò mi fa una grandissima rabbia.

Povera Italia



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Italia senza speranza

    Cancellieri e caso Ligresti: quando in cella finì il marito del ministroPiù di trent'anni fa il marito del prefetto, Sebastiano Peluso, restò in carcere alcuni... Leggere il seguito

    Da  Ritacoltellese
    ATTUALITÀ, OPINIONI
  • Italia dissociata

    Italia dissociata

    L’idea che cresce ogni giorno di più – e neppure confusamente – dentro di me, è quella di trovarmi al cospetto della psicotica Italia che allungata sul lettino... Leggere il seguito

    Da  Mizaar
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI
  • Cara ITALIA.

    Cara ITALIA.

    Cara I T A L I A.Da Torino, addì 17 marzo 1861, il senato e la camera dei deputati hanno approvato, articolo unico: Il Re Vittorio Emanuele II assume per sé e... Leggere il seguito

    Da  Costantino Posa
    POESIE, TALENTI
  • Caos italia

    Caos italia

    Lasciamo pure perdere i dati macroeconomici che sono drammatici e continueranno ad esserlo ancora a lungo, condannando l'Italia senza appello e senza possibilit... Leggere il seguito

    Da  Vincitorievinti
    OPINIONI, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • In Italia

    Da qualche giorno mi trovo in Italia. Il motivo del viaggio non e' legato alle festivita', ma, purtroppo, a cose ben piu' serie, tuttavia io e mio marito ci... Leggere il seguito

    Da  Mel.
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Competitività irrisoria in Italia.

    Italiani e greci lavorano 300 ore più dei tedeschi ma guadagnano la metà: scarsa competitività? PorkaTroika, fate presto! Le storture dell'Europa. Eccessiva... Leggere il seguito

    Da  Mirella
    ATTUALITÀ, OPINIONI
  • Italia oggi

    Italia oggi

    Faccio parte del "popolo bue".Guardo Maria De Filippi e mi commuovo come una scema, davanti a storie palesemente ritoccate ed infiocchettate ad arte. Leggere il seguito

    Da  Patalice
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI

Magazines