Magazine Cinema

Pretty Little Liars, 5 motivi per NON guardare la serie teen di ultima generazione

Creato il 26 marzo 2015 da Oggialcinemanet @oggialcinema
Allo sbaraglio più totale, lo show di punta delle ABC family, ha perso il suo magnetico appealTutti ormai conosciamo il fenomeno Pretty Little Liars, la prima serie tv dedicata ai più giovani che ha reinventato il teen drama. Il suo successo è sulla bocca di tutti, il web è il nuovo habitat delle 4 protagoniste – tanto cool quanto bugiardelle – ma una cosa è certa: Pretty Lille Liars non è più così tanto influente per la cultura pop moderna. La serie che è giunta quest’anno al suo quinto anno di programmazione (ma ha già il rinnovo in tasca per altri due anni), si presenta al pubblico senza quell’appeal che lo aveva caratterizzato negli scorsi anni. Il mistero rasenta il ridico, le situazioni sono al limite dell’assurdo e gli autori si ostinano a stupire il pubblico annunciano delle Big Reveletations che, come sempre, si tramutano in un nulla di fatto. Alla luce di una quinta stagione che rasenta l’oscenità, noi di Oggi al cinema per la prima volta, vi elenchiamo i 5 validi motivi per NON vedere più la serie in questione. Le Pretty Lilttle Liars da serie cult è diventato l’ombra di se stessa.I 5 motivi:5.La serie è povera di idee. Una serie tv dovrebbe essere concepita per avere un inizio ed una fine senza che il suo plot possa continuare ad allungare la narrazione facendo perdere interesse al pubblico. Pretty Little liars è arrivata ad un momento molto cruciale: senza una vera idea di base per continuare a raccontare la folle vicenda, o risorge dalle sue stesse ceneri (cosa improbabile) e quindi da un senso a tutto quello fino ad ora raccontato, oppure chiudere i battenti prima che gli ascolti calino ulteriormente. Le Pretty Little Liars più che studentesse di liceo sembrano delle annoiate casalinghe disperate, senza uno scopo da perseguire, non riescono più a tenere il passo agli eventi.4.La cancellazione dello spin-off avvalora la nostra tesi. All’apice del suo successo, dai vertici della ABC Family, lo scorso anno è stato concepito uno spin-off a tema “horror”. Gli ascolti imbarazzanti e la svogliatezza della narrazione, hanno costretto da parte del network a chiudere lo show. Questo non fa altro che avvalorare la nostra tesi, ovvero che la cancellazione di Ravenswood è il simbolo che gli sceneggiatori stessi, sono a corto di idee e si trovano a riciclare storie e situazioni che non attecchiscono tra il pubblico.3.Gli sceneggiatori stanno annaspando in un plot senza via d’uscita. Ed il fatto che la crew non riuscendo a trovare idee brillanti o quanto meno plausibili, fa annaspare il racconto in un pantano di idee assurde, ridicole, irreali ed assolutamente senza senso che, fanno perdere quel poco di credibilità rimasta, ad una delle serie più promettenti del panorama seriale.2.Le protagoniste non riescono a dare veridicità alla narrazione. Se a questo quadro aggiungiamo un cast in completa balia di se stesso che, nonostante l’impegno, non riesce ad arginare tutti i buchi palesi nella sceneggiatura, la serie cade in un vortice assurdo, torbido e di totale menefreghismo.1.Pretty Little Liars perde il primato di serie cool ed anticonformista. Eppure quando lo show debuttò in tv nell’estate del 2010 si era rivelato una tra le serie tv più accattivanti, coinvolgenti ed altamente peccaminose mai trasmesse in tv (almeno negli anni 2000 e per il pubblico teen). Per due anni ha brillato, poi passo dopo passo, la qualità e l’ottimo incipit sono stati un vago ricordo. Il finale di stagione trasmesso in America, non fa altro che confermare tutti i nostri dubbi e le poche certezze che abbiamo nei riguardi di questa serie tv.Di Carlo Lanna per Oggialcinema.net Pretty Little Liars, 5 motivi per NON guardare la serie teen di ultima generazione ultima modifica: 2015-03-26T17:00:09+00:00 da Carlo Lanna

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog