Magazine Cinema

Previsioni da Oscar: Miglior regia e Miglior fotografia

Creato il 27 febbraio 2014 da Drkino

by Mattia Gariglio · 27 febbraio 2014

I premi Oscar si avvicinano. Quali saranno quest’anno i vincitori delle due categorie tecniche più importanti?

Quest’anno candidati per l’ambita statuetta che sancisce chi è, secondo gli Studios più potenti al mondo, il migliore tra i registi del 2013, troviamo vecchie volpi come Martin Scorsese, candidato innumerevoli volte e vincitore dello stesso riconoscimento già nel 2007 con The Departed, e “directors” alla prima esperienza con gli Academy come Steve McQueen, alla prima candidatura.
Difficile prevedere chi possa vincere quest’anno, anche se sinceramente Nebraska, del due volte premio oscar (per la sceneggiatura) Alexander Payne, sembra qualche passo indietro rispetto agli altri nella corsa alla statuetta. Ci spera invece David O. Russel, che candidato già l’anno scorso con Il lato positivo, ci riprova con American Hustle, forse il migliore tra i suoi film anche se probabilmente pure quest’anno saranno i suoi attori a portare a casa il dorato premio nella categoria interpreti, a discapito di un regista tanto capace nel dirigere gli attori, quanto accademico nello stile registico. Nella scalata alla vittoria troviamo a pari merito con Russel anche Steve McQueen, bravo nel dimenticarsi in fretta le sue esperienze da video-artista per abbracciare lo stile hollywodiano di 12 anni schiavo, senza mai uscire troppo dagli stilemi imposti dagli studios.
Infine troviamo i due più papabili per la vittoria dell’oscar per la miglior regia: Alfonso Cuaron con Gravity e Martin Scorsese con The Wolf of Wall Street. Se il primo è bravissimo a gestire una situazione registicamente difficilissima, con due protagonisti immersi nell’infinito (anche se in 2D il film perde di atmosfera), il secondo ha l’innata capacità di immergerci nelle vicende del suo protagonista, con cambi repentini di ritmo, alternando la lentezza di alcune immagini all’aumento febbrile della frequenza delle stesse.

Il parere: Prevedo che la lotta si ristringerà a: Alfonso Cuaron vs Martin Scorsese. Probabilmente l’Accademy premierà con l’oscar quel vecchio volpone di Scorsese, anche se Cuaron non demeriterebbe nel caso fosse eletto vincitore. Io, sarei soddisfatto in entrambi i casi, ma ho paura che la giuria possa smentirmi…

Nella categoria miglior fotografia troviamo candidati:
1. Prisoners, candidato nell’unica categoria che non gli compete, nonostante la buona fotagrafia, funzionale al racconto, risulta un riempitivo.
2. Nebraska, anch’esso come Prisoners, sembra esser presente nella cinquina più per riempire che per reali chances di vittoria
3. A proposito di Davis, a sorpresa candidato con la fotografia di Bruno Delbonnel, capace di creare un’atmosfera malinconica perfetta per la storia delineata dai fratelli Coen.
4. The Grandmaster, candidatura scontata Philip Le Sourd, autore della fotografia.
5. Gravity, tra i papabili per la vittoria finale grazie “all’illuminato” Emmanuel Lubezki.

Il parere: Facile che a spuntarla sia il film del cinese Wong Kar-wai (The Grandmaster), anche se io  premierei il messicano Lubezki, che con i suoi colori è in grado di immergere completamente lo spettatore nell’atmosfera pregna di angoscia di Gravity.

&size;

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :