Magazine Informazione regionale

Processo Eternit: la Regione Piemonte chiede maxi risarcimento

Creato il 12 luglio 2011 da Lapulceonline

giustizia, giudice69 milioni di euro. Questo il risarcimento chiesto dalla Regione Piemonte nel processo contro i due dirigenti dell’Eternit, la tristemente nota multinazionale dell’amianto, che attualmente si trovano sul banco degli imputati a Torino per disastro ambientale doloso e omissione di cautele suoi luoghi di lavoro. Il tutto mentre il pm Raffaele Guariniello ha chiesto per i manager Stephan Schmidheiny e Louis de Cartier una condanna a vent’anni di detenzione ciascuno.
Il conto è stato presentato dall’avvocato della Regione Piemonte, Cosimo Maggiore, durante le repliche delle 6000 parti civili: 60 milioni di euro sarebbe la quantificazione dei costi per le bonifiche eseguite dal 1999 e per quelle previste nei prossimi vent’anni nell’area di Casale Monferrato dove sorgeva lo stabilimento (il più grande in Italia dell’Eternit) e l’area di Cavagnolo, in provincia di Torino. Altri 9 milioni invece sono stati richiesti per le cure sanitarie dei malati colpiti da patologie per amianto.
Un iter giudiziario che prevede la chiusura delle richieste delle parti civili entro la prossima settimana e che verrà sospeso poco dopo perr la pausa estiva. Alla ripresa delle udienze la parola passerà alla difesa.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog