Magazine Fotografia

Qualche tip per realizzare della buona still life: l'importanza delle idee e della luce

Da Alxcoghephotographer @ALESSIOCOGHE
Qualche tip per realizzare della buona still life: l'importanza delle idee e della luce
Come abbiamo visto nell'introduzione a questo appuntamento con i consigli per ottenere della buona still life in questo genere i protagonisti sono perlopiù oggetti inanimati fotografati con l'ausilio di sorgenti luminose opportunamente disposte.
Lo still life richiede, quindi, un progetto prima ancora di iniziare a disporre gli oggetti che andranno a riempire la scena che vogliamo rappresentare.
Ancora una volta semplicità è la parola d'ordine: non lasciatevi prendere la mano, di solito due faretti basteranno per illuminare la scena. L'importante è la loro disposizione sulla stessa. Quindi sforziamoci di essere al contempo creativi e il più possibile lineari e semplici.
Teniamo presente che nello still life è fondamentale rendere "vivo" ciò che non lo è.
Dunque, la luce è lo strumento che ci aiuterà in questo proposito.
Parliamo di un genere molto richiesto dalle agenzie stock e dalle agenzie pubblicitarie: osservare con attenzione le fotografie delle pubblicità ci dirà molto sul come possiamo realizzare fotografie vincenti in questo campo.
Ricordatevi anche di osservare come la luce si comporta con gli oggetti che abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni.
Detto questo ci sono molti modi di approcciare il genere. In questo manuale a puntate, a differenza dei tanti in rete, non vi suggeriremo attrezzature mastodontiche e costosissime, alle volte non servono. Dipende quindi innanzitutto dall'attrezzatura di cui si dispone, poi dal tempo che abbiamo per dedicare a questo tipo di fotografia. E soprattutto il tipo di risultato che vogliamo ottenere. Sia chiaro che se puntiamo a offrire un mercato alle nostre immagini il lavoro dovrà tendere alla perfezione. Di still life è pieno, e quel che dobbiamo fare è soprattutto distinguerci.
Dicevamo dell'attrezzatura: fortunatamente al giorno d'oggi le fotocamee digitali ci permettono una resa di qualità anche con macchine compatte, quando evolute. La serie G di Canon è un ottimo esempio. E naturalmente tutte le evil cameras che ci sono in giro, e con ovvietà qualunque reflex. In termini di lenti vanno più che bene un 50mm standard o uno zoom tipo 35-70mm, quest'ultimo vi aiuterà ad avere maggior controllo della composizione in sede di scatto. Un corto telephoto tipo 85 o 100mm adatto per macro vi saràutilissimo in moltissime occasioni. Evitate solo i grandangoli che distorcererebbero in maniera non utile il soggetto, conferendo una prospettiva esagerata.
Qualche tip per realizzare della buona still life: l'importanza delle idee e della luce
Fondamentale per la fotocamera un piccolo tripod. Dell'attrezzatura per l'illuminazione della scena vi rimando al prossimo appuntamento.
Veniamo ora alle idee, che sono infinite, o almeno quanto può esserlo la vostra creatività o quella degli altri. Copiare può anche andare bene, a patto poi di provare a metterci del nostro.
Due i tipi di approcci alla still life: o partire dal singolo oggetto o muoversi per temi. Nel primo caso, qualunque tipo di frutta, di vegetale, di modellini di automobili, e ancora penne, libri ecc. Nel secondo caso, il muoverci per temi ci aiuterà tantissimo: il Natale, gli anni '60, il vostro colore preferito, un mestiere particolare.
Ricordate quindi, come abbiamo visto che l'idea è fondamentale. Questo genere vi stimolerà la creatività e vi fornirà un'occasione di crescita per via dell'obbligatoria conoscenza delle luci e della disposizione delle stesse sul tavolo di lavoro. Non è un caso che lo still life venga proposto come esercizio in moltissime scuole e corsi di fotografia.http://feeds.feedburner.com/AlessioCogheStreepher

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :