Magazine Cinema

QUANDO C’ERA LUI… CARO LEI (1978) di Giancarlo Santi

Creato il 01 agosto 2010 da Close2me

Quando c'era Lui... Caro lei!Azzardato tentativo di elaborare una satira sociale del Ventennio con un’operazione indecisa tra le gag alla Sturmtruppen e la messa in scena debitrice del capolavoro di Federico Fellini Amarcord.
“Un benzinaio riconosce, a bordo della lussuosa auto che sta servendo, due ex amici del partito fascista, Pavanati e Rossetti, divenuti rispettivamente questore e senatore. Questi lo invitano a salire in macchina per rievocare i ‘bei’ vecchi tempi. Convinto di aver fatto un incontro fortunato, l’uomo non si accorge di essere stato usato solo come capro espiatorio da consegnare alle autorità”
Tralasciando il paradossale ed inquietante epilogo (oggi praticamente infilmabile), la pellicola di Giancarlo Santi – assistente di Leone in Il Buono, Il Brutto e il Cattivo e C’era una volta il West – riesce, grazie soprattutto alla collaborazione in sceneggiatura di Oreste Del Buono ed Hugo Pratt (autore anche delle surreali scenografie in cartapesta), a costruire una rilettura storica stralunata e buffona, che senza mai graffiare riesce tuttavia nel proprio genuino intento: far sorridere del Potere.
Il Duce inquadrato perennemente di spalle idolatrato come una divinità, Vittorio Emanuele III lillipuziano ed impacciato, un Papa che conferisce i “pax” a forza di sganassoni (un perfetto Mario Carotenuto) e persino una vivace donna Rachele interpretata da Orietta Berti!
Le premesse per qualcosa di non memorabile ma interessante erano tutte sul piatto, peccato che l’umorismo macchiettistico e bidimensionale di matrice fantozziana (in procinto di esplodere) prenda il sopravvento su tutto, cannibalizzando anche le trovate potenzialmente più riuscite, come la firma del concordato con Pio XI o l’alleanza con Hitler ottenuta attraverso un luculliano pranzo a base di tagliatelle. La regia, priva com’è di guizzi o soluzioni particolari, appare piattamente funzionale alla vicenda e lascia quindi buona parte del lavoro al cast artistico ed alle scenografie artistiche di Pratt.
Il film verrà editato in DVD nel 2002 dopo un lungo periodo di effettiva irreperibilità, distribuito inizialmente con il maldestro titolo di Fantozzi contro Fantozzi, personaggio che renderà celebre l’attore Paolo Villaggio ma di cui nell’opera non v’è traccia alcuna.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Caro Gianluca

    Caro Gianluca

    Passo la vita ad emendarmi dal vizio capitale dell'invidia e dall'altro, meno capitale ma non meno insidioso, della nostalgia. Leggere il seguito

    Da  Giodoc
    CULTURA, LIBRI, MUSICA
  • D'eroi e santi moderni

    Alla fine arriva l'eroe, quello che salva l'umanità da un pericolo incombente o che risolve con gesta incredibili un evento altrimenti catastrofico, l'eroe del... Leggere il seguito

    Da  Andima
    CULTURA
  • LEIGH GREENWOOD...quando a scrivere romance è lui !

    LEIGH GREENWOOD...quando scrivere romance

    Ricordate quando nell'Ottocento c'erano scrittrici che dovevano fare finta di essere uomini, usando a volte addirittura pseudonomi maschili, perchè si pensava... Leggere il seguito

    Da  Francy
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • Lui

    Qualcuno (persona tutt’altro che imbecille) tempo fa mi chiese a bruciapelo cosa pensassi di Baglioni e io rimasi zitto come un sasso. In realtà avrei potuto... Leggere il seguito

    Da  Marcolenzi
    CULTURA, MUSICA
  • La "guerra dei santi"

    "guerra santi"

    I due Elia, Fantino il Cavallaio e Fantino il Giovane; Nilo da Rossano e Nicodemo da Mammola; Filareto di Seminara e Leo di Bova: sono solo alcuni nomi di... Leggere il seguito

    Da  Natale Zappalà
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Lei e Lui cinguettano su Twitter

    Il nuovo romanzo di Andrea De Carlo, LuieLei, sarà il libreria dal 6 Ottobre. Malgrado il suo rapporto un po’ conflittuale con le nuove tecnologie – alle... Leggere il seguito

    Da  Scrid
    CULTURA, INTERNET, LIBRI
  • Traditori di Giancarlo De Cataldo

    Italia paese di poeti, navigatori e santi .. dovremmo aggiungere anche di traditori e spie. Nel romanzo che racconta della genesi dell'Unità d'Italia, dai moto... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    CULTURA, LIBRI