Magazine Diario personale

Quando Dio si dimenticò dei gay

Creato il 27 gennaio 2012 da Amoon74to @mondogaio

Quando Dio si dimenticò dei gay

dedicato a Marie, Amoon

Tra le grandi categorie di deportati nei campi di concentramento nazisti, non solo ebrei e zingari ma anche moltissimi omosessuali. La Germania nazista, sostenitrice della purezza della razza, deportò tra i 5000 e i 15000 omosessuali. Il lager dove furno uccisi più omosessuali fu quello di Sachsenhausen, lager dove i gay venivano sottoposti ad esperimenti e castrazioni. 

Informandomi su quello che fu uno dei periodi più bui dell'uomo, ho scoperto che nei campi di concentramento, per distinguere i gay dagli altri, i nazisti fecero cucire sui vestiti dei deportati un triangolo rosa: la scelta del colore non era casuale in quanto si voleva schernire chi evidentemente era effemminato.

La cosa più agghiacciante che ho scoperto in questi giorni è che il governo tedesco non ha mai risarcito gli internati omosessuali. Anzi, finita la guerra, alcuni degli internati omosessuali furono ancora incarcerati, questo perchè alcune norme del periodo nazista, tra cui anche il reato di omosessualità, rimasero in vigore fino al 1968!!!

E in Italia? l'applicazione delle leggi razziali non comportò l'internamento nei lager per chi era semplicemente omosessuale: ai gay, durante quel periodo, si aprirono però le porte del carcere.

Quello che emerge da queste poche righe è che nella mente diabolica del nazismo l'obiettivo era quello di creare delle categorie identificandole con simboli, quasi a dire che non tutti gli uomini erano uguali.
E proprio perchè questo concetto è sbagliato, forse oggi, Giornata della Memoria, è giusto cambiare il titolo di questo post sostituendo alla parola gay, UOMINI

Quando Dio si dimenticò dei gay

Ma dov'era Dio ai tempi di Auschwiz e Sachsenhausen?

Amoon


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Dio e Mammona

    Mammona

    Flebilmente e lentamente cresce il numero di coloro che si pongono la domanda delle cento pistole:come mai la Chiesa (le gerarchie) resiste tanto e continua a... Leggere il seguito

    Da  Gps
    SOCIETÀ
  • Dio, Patria e Patonza

    Dio, Patria Patonza

    L’anima fascista del PDL periodicamente tracima senza pudore. Nascosti e mimetizzati sotto mentite spoglie, nella gloaca massima pidiellina, i nostalgici neri l... Leggere il seguito

    Da  Gps
    SOCIETÀ
  • Il brodo di Dio

    Il mal di gola mi avvicina a Dio perché penso: perché cazzo esiste il mal di gola, Dio? L'ugola infiammata mi fa venire in mente le grida nel deserto dei... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il dio della speculazione

    “Non bisogna più inchinarsi al Dio della speculazione. Non è più possibile questo ripetersi degli alluvioni. Gli amministratori devono capire che si deve... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • Dio nuvola

    nuvola

    Osservate la nuvola in primo piano. Chi potrebbe averla creata? Il padre guardiano della Verna. Potrebbe essere un'ipotesi. Pensiamolo, il caro frate, mentre... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il dio di Totò

    Fino a ieri non mi ero mai posto un problema di tal fatta: Totò credeva in Dio? La carica di umanità della maschera di Totò è così eccessiva che la questione... Leggere il seguito

    Da  Faustodesiderio
    ATTUALITÀ, OPINIONI, POLITICA, SOCIETÀ
  • "Quando..."

    "Quando..."

    Quando imbocco finalmente il vialetto che mi porterà a casa, e mi accolgono gli odori del piccolo condominio in cui abito, quando riconosco il profumo della cen... Leggere il seguito

    Da  Silvia
    DIARIO PERSONALE, TALENTI

Dossier Paperblog

Magazines