Magazine Diario personale

Reading Challenge: bilanci e nuove sfide

Da Narvalia

Reading Challenge: bilanci e nuove sfide
narvalia.it

Reading Challenge: bilanci e nuove sfide

Il 2014 è stato un anno di merda.

Non ho raggiunto nessuno degli obiettivi che mi ero prefissata, ho lavorato su un progetto insopportabilmente odioso, non sono riuscita a superare il mio terrore di guidare e sono successe tante altre cose ben peggiori che non ho proprio voglia di raccontare qui e ora. Fatto sta che il 2014 è stato un anno pessimo, sotto tutti i punti di vista.

Tra le tantissime cose che non sono andate bene nel 2014, ha pensato bene di infierire sul mio stato di nervosismo da fine anno anche Goodreads che non la smetteva nemmeno per un istante di tartassarmi il cervello e ricordarmi il fallimento totale della Reading Challenge annuale.

Cos’è la Reading Challenge?

La Reading Challenge – Sfida di Lettura è un’iniziativa promossa da Goodreads, il famoso social network dedicato ai lettori. Il concetto è quello di fissare un obiettivo di libri da leggere durante l’anno e di aggiornare il proprio profilo strada facendo, inserendo i libri letti e (se ne abbiamo voglia) recensioni e valutazioni.

Il concetto di Reading Challenge e di social-reading, in generale, mi piace moltissimo! E’ un modo piuttosto divertente e coinvolgente per stimolare la nostra voglia di leggere, che sfrutta le potenzialità del richiamo social per farci appassionare ancora di più alla lettura.

Il fallimento del 2014

Come vi dicevo, lo scorso anno sono stata veramente pessima. L’obiettivo apparentemente fattibilissimo di leggere 20 libri è stato miseramente mancato, nonostante gli incredibili sforzi estivi e lo scatto finale delle vacanze natalizie. Un sacco di tempo l’ho perso cercando di stare dietro ai testi universitari e alle vagonate di pagine che leggo continuamente per lavoro… So che alcuni di voi inseriscono anche questi testi (nel limite del possibile) tra le letture di Goodreads, ma per me è un po’ come barare. Il mio obiettivo di lettura coincide, per questione di principio, con il tempo che riesco a dedicare a me stessa e alla mia passione e le letture “obbligate”  semplicemente non rientrano in questa categoria.

La misera quota alla quale mi sono assestata è stata di 16 libri:

  1. *The Fault in Our Stars – John Green;
  2. Le Città Invisibili – Italo Calvino;
  3. La Piccola Ombra – Banana Yoshimoto;
  4. *Alice in Wonderland – Lewis Carroll;
  5. Buttanissima Sicilia – Pietrangelo Buttafuoco;
  6. American Psycho – Bret Easton Ellis;
  7. *Anansi Boys – Neil Gaiman;
  8. The Moons of Jupiter – Alice Munro;
  9. *Coraline – Neil Gaiman;
  10. ISdA: Le due Torri – J.R.R. Tolkien;
  11. *The Ocean at the End of the Lane – Neil Gaiman;
  12. *Persuasion – Jane Austen;
  13. *Sense and Sensibility – Jane Austen;
  14. *Fangirl – Rainbow Rowell;
  15. ISdA: La Compagnia dell’Anello – J.R.R. Tolkien;
  16. *Landline – Rainbow Rowell;

Il tutto però raggiunge un totale scarsissimo di 4.312 pagine… Mi viene quasi voglia di nascondermi sotto la scrivania!

Gli asterischi * indicano le letture in inglese, il che non è male se si considera che sono più della metà. Almeno questo un pochino mi consola…

Reading Challenge 2015

Considerati i limiti evidenti nel tempo che ho a disposizione, per il 2015 non ho voluto strafare. Come potete vedere nel simpatico widget laterale, l’obiettivo è di leggere 30 libri entro la fine dell’anno.

Devo dire che il sentimento di vergogna profondissimo che ho provato nello scrivere l’elenco qui sopra, comunque, ha almeno avuto il merito di provocare una forte scossa nel mio cervelletto.

Siamo al 26 di gennaio e mi sono già portata abbastanza avanti con la lettura, ritagliando uno spazio serale quotidiano per scorrere almeno qualche pagina ogni giorno.

Ecco qui le letture di gennaio:

  1. *Fahrenheit 451 – Ray Bradbury;
  2. *The Sense of an Ending – Julian Barnes;
  3. *Attachments – Rainbow Rowell;
  4. *Eleanor & Park – Rainbow Rowell;
  5. *Gone Girl – Gillian Flynn;

Il totale in questo momento è di 1.588 pagine, tutte in inglese, alle quali spero di aggiungere entro la fine della settimana le 995 dei tre volumi di 1Q84 di Haruki Murakami. Ormai l’ho quasi finito e sono immersa dell’universo dalle due lune fino al collo.

Adesso incrociate le dita per me e poi correte subito a cominciare la vostra Reading Challenge 2015!

Books are the best weapons in the world | narvalia.it

Reading Challenge: bilanci e nuove sfide
narvalia.it


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :