Magazine Cultura

Recensione "Cercando Grace" di Enzo Miccio

Creato il 18 ottobre 2012 da Alessandraz @RedazioneDiario
Pubblicato da Francesca Rossi Una Kelly che nasconde un segreto. Un diario che nasconde una storia. Una diva che diventa principessa. Un cuore ferito che ha paura di amare.

A poche settimane dal trentesimo anniversario della morte di Grace Kelly, splendida attrice e principessa, Enzo Miccio ci regala un libro intrigante, originale e scorrevole in cui rievoca il fascino immortale della musa di Hitchcock. Non una biografia, non un saggio ma un romanzo in cui passato e presente si incontrano e l’impossibile diventa possibile. Recensione Titolo: Cercando Grace Autore: Enzo Miccio Casa editrice: Rizzoli

Pagine: 221 Prezzo: 14.90 euro Pubblicazione: settembre 2012 Trama Virginia – quarant’anni portati benissimo, una carriera nell’azienda di famiglia e un guardaroba di invidiabile eleganza – sorseggia una flûte di champagne sprofondata in poltrona. Dalla finestra, i tetti di Brera e le luci della città la ipnotizzano e una leggera malinconia la prende: nel suo passato si nasconde un dolore profondo ma nel suo presente c’è una passione irrefrenabile che le tiene compagnia, quella per Grace Kelly. Lo stile impeccabile della diva, il suo fascino magnetico, la sua vita da attrice e la trasformazione in principessa: è tutto parte di una favola nella quale Virginia ama perdersi. Ed è proprio per “cercare Grace” che Virginia partirà, l’indomani, verso la Francia. Un viaggio apparentemente come tanti si trasforma, invece, in un’avventura davvero speciale che la vedrà nascosta in un museo parigino, lanciata in un pedinamento fin dentro la lussuosa casa d’aste Drouot e tentata da Vincent: un uomo affascinante ma indecifrabile che potrebbe farsi spazio nel suo cuore ferito. Ma la vita di Virginia è davvero legata a doppio filo con la storia della principessa di Monaco? La risposta è celata nelle pagine ingiallite del diario scritto da una penna misteriosa...
RECENSIONE Virginia è una donna che ha tutto, almeno in apparenza: è ricca, bella, giovane ed elegante. Quel che nessuno può intuire semplicemente ammirando il suo stile impeccabile è l’incredibile storia che questa donna si porta dentro. L’autore ce la fa intravedere proprio all’inizio del romanzo, mentre fervono i preparativi per un matrimonio, raccontati al presente. Attraverso un rapido flashback, invece, apprendiamo le originali circostanze del primo incontro tra Virginia e l’autore. Dopo questa breve presentazione, però, la curiosità del lettore viene abilmente bloccata con un secondo, lungo flashback che narra la storia incredibile della protagonista. Virginia, infatti, ha una passione che si chiama Grace Kelly. Non solo le ha dedicato la tesi di laurea, ma addirittura viaggia alla ricerca di oggetti che siano appartenuti alla meravigliosa ed altera principessa di MonacoQuesta grande passione nasce da un profondo dolore sentimentale e dalle frustrazioni generate da un padre incapace di comprendere i sogni della figliaDurante un viaggio in Francia, per assistere ad una mostra dedicata proprio a Grace, Virginia incontra un uomo affascinante ma terribilmente antipatico ed insolente: Vincent. La donna non sa che l’incontro le cambierà la vita, avvicinandola ancora di più all’algida figura del suo mito. Cos’hanno in comune Virginia e Vincent? Cosa nasconde la misteriosa borsa Hermès Kelly che la protagonista ritiene sia appartenuta proprio alla sovrana di Monaco? 
Ovviamente non ve lo dico. Dovete leggere questo vivace romanzo che mescola con sapienza il presente di Virginia con interessanti intermezzi legati alla vita di Grace Kelly. Cosa lega le due donne cosi distanti nel tempo? Cercando Grace è una storia d’amore, un libro in cui è raccolta la memoria di un’epoca, una sorta di scatola dei ricordi ed un omaggio ad una delle figure più affascinanti del Novecento. Una diva come ce ne sono (e ce ne furono) poche. Una donna solo in apparenza fredda che nascondeva un vero universo di emozioni, rimpianti, sogni, desideri ed affetti.

Grace Kelly non fu solo un’attrice ed una principessa. Fu una donna, una madre ed una moglie. Una persona non completamente felice, la cui vita si è interrotta tragicamente e troppo presto. Enzo Miccio, al suo primo romanzo, ci restituisce intatta nell’eleganza, nella bellezza e nella complessità la figura di Grace Kelly. Noi l’abbiamo ammirata in film come Caccia al Ladro o Alta Società, ma dietro l’attrice c’era la donna americana che visse una favola a tratti amara.

Una citazione dal libro può farci comprendere la profondità del personaggio. Miccio ci racconta che, una volta, Hitchcock disse a Grace: “Tu rifiuti di vivere la vita per vivere una favola”. La risposta dell’allora futura principessa fu sibillina e terribile: “Non è vero. Le favole finiscono bene. La mia, ho il presentimento che finirà male”. 

Enzo Miccio narra con vivacità, forza e passione la storia di due donne diverse ma accomunate dall’amore e dai desideri, oltre che dall’inimitabili stile. Cercando Grace è un libro che si legge tutto d’un fiato, mai retorico né banale. Meritano una citazione gli approfondimenti e le descrizioni sulla moda e sugli abiti indossati da Grace e Virginia, attraverso i quali torna a vivere un’epoca. Sembra quasi che gli stessi vestiti prendano vita, tornando all’antico splendore. Questi sono ottimi esempi di descrizioni fatte non per il semplice gusto di ostentare conoscenza di un mondo e di un tempo passato (conoscenza che Miccio, indubbiamente, possiede), ma per illuminare il passato e mostrarlo a noi lettori.

È come se l’autore aprisse le tende di una stanza di Palazzo Grimaldi, facendo entrare i raggi del sole e consentendoci di guardare con i nostri occhi una realtà di cui spesso leggiamo solo sui rotocalchi. Non si tratta di un’opera nostalgica, ma di un romanzo dal ritmo incalzante che presenta due tipi di donna piuttosto simili in profondità e da cui noi donne moderne potremmo imparare molto. 


Una ricostruzione storica perfetta, personaggi e luoghi descritti a tutto tondo e senza forzature; uno stile letterario acuto, originale ed intrigante da cui emerge la personalità esplosiva, simpatica ed intelligente di Enzo Miccio. Anche io, come l’autore, voglio ringraziare Grace Kelly per averci lasciato tanta eleganza e l’autore di Cercando Grace per avercela fatta riscoprire. Questo è un romanzo per sognare perché, a volte, le favole diventano realtà. Per saperne di più visitate la pagina del sito Rcs dedicata al romanzo.  
Recensione
Biografia Enzo Miccio inizia la sua carriera professionale nella moda. Oggi è titolare di una società di organizzazione eventi e matrimoni e, da buon cultore della lirica, ama metterli in piedi con la teatralità che contraddistingue la messa in scena di un’opera. Tiene corsi per wedding planner ed è protagonista su Real Time di Wedding planners e, con Carla Gozzi, di Ma come ti vesti?! e Shopping Night. Con Carla ha anche scritto Ma come ti vesti?! (Rizzoli, 2010). Da solo ha invece firmato Matrimonio da favola (Rizzoli, 2011). Questo è il suo primo romanzo.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines