Magazine Cultura

Recensione e opinione di Big Eyes

Creato il 15 gennaio 2015 da Alessio688

49978Avevo sentito parlare un gran bene di questo film che segna il ritorno di Tim Burton come regista, e lo vede questa volta narrare una delle più incredibili storie di frode della storia. A cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, il pittore Walter Keane (Christoph Waltz) raggiunse un enorme e inaspettato successo, rivoluzionando la commercializzazione dell’arte con i suoi enigmatici ritratti di bambini dai grandi occhi. Finché non emerse una verità tanto assurda quanto sconvolgente: i quadri, in realtà, non erano opera di Walter ma di sua moglie, Margaret (Amy Adams). A quanto pare, la fortuna dei Keane era costruita su un’enorme bugia, a cui tutto il mondo aveva creduto: una storia così incredibile da sembrare inventata.

Trailer

Opinione

Il film è ben fatto e corre via veloce, passando da un quadro all’altro sono rimasto a bocca aperta non riuscendo a capire dove fosse l’arte in delle opere così kitsch. Sono rimasto ancor più basito nell’apprendere, grazie al film, quanto successo e seguito hanno avuto in giro per il mondo, rendendo milionario il Signor Walter Keane. Non sono certo un critico d’arte, ma il mio gusto personale è ben lontano da quel tipo di quadro. Il film è biografico, e documentandomi dopo la visione devo dire che la storia è riportata in maniera davvero fedele. Quindi complimenti agli sceneggiatori che sono riusciti ha fare un lavoro eccellente.

Chi mi ha deluso invece è stato Tim Burton. (Si Tim, hai capito bene, proprio tu!)

La mano del regista era presente solo in pochissime scene, quasi si può dire che il film è più dei due sceneggiatori che di Burton. Questo mi ha deluso davvero molto. Mi è piaciuta davvero molto invece l’interpretazione di Margaret Keane da parte di Amy Adams, davvero molto brava.

Devo dire però che nel complesso non mi ha trasmesso emozioni forti e credo fortemente che tutti gli elogi, comprese le già previsioni della candidatura agli Oscar, siano un esagerazione per quest’opera che è ben fatta e molto carina, ma priva di quel mordente che distingue un grande film da tutti gli altri.

Voto: 6,5



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Big bad wolves

    wolves

    Guardare film non è così semplice come potrebbe sembrare a prima vista. Certi titoli ti lasciano dentro un comparto di emozioni tali che è impossibile ignorarle. Leggere il seguito

    Da  Jeanjacques
    CINEMA, CULTURA
  • Big Driver (2014)

    Driver (2014)

    Questo è il mese di Notte buia, niente stelle. Dopo A Good Marriage, in questi giorni è uscito per l'emittente Lifetime il film TV Big Driver, diretto dal... Leggere il seguito

    Da  Babol81
    CINEMA, CULTURA
  • In your eyes, che film del kazan!

    your eyes, film kazan!

    Condividi In Your Eyes (USA 2014) Regia: Brin Hill Sceneggiatura: Joss Whedon Cast: Zoe Kazan, Michael Stahl-David, Mark Feuerstein, Nikki Reed, Jennifer Grey,... Leggere il seguito

    Da  Cannibal Kid
    CULTURA
  • Big Bad Wolves (2013)

    Wolves (2013)

    Dopo aver visto The ABCs of Death 2 mi sono ricordata che dovevo ancora recuperare Big Bad Wolves, diretto e sceneggiato nel 2013 da due dei registi... Leggere il seguito

    Da  Babol81
    CINEMA, CULTURA
  • Big Hero 6

    I registi Don Hall e Chris Williams portano sullo schermo il nuovo prodotto Disney con l’intento di creare un film ricco di umorismo ed emozione in cui non... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • Big Hero 6

    Hero

    Quando si avvicinano le feste è ormai di tradizione vedersi la classica pellicola a tema, magari con la fidanzata, ancora meglio se è un cartone animato. Leggere il seguito

    Da  Jeanjacques
    CINEMA, CULTURA