Magazine Consigli Utili

Riparazioni fai da te: le regole basilari

Da Riparotto @riparotto
Guasti in casa possono capitare spesso, non sempre è necessario chiamare un tecnico. Molte volte, se siamo dotati di un po'di manualità e non si tratta di problemi gravi, possiamo sbrigarcela da soli.
Ecco le nostre regole per iniziare con le riparazioni fai da te:
  1. Come già abbiamo scritto è importante avere un po'di dimestichezza con componenti meccanici ed elettrici.
  2. Prima di iniziare è meglio controllare di avere tutti gli attrezzi che ci possono servire. Nella nostra cassetta degli attrezzi è fondamentale avere un set di cacciaviti di diverse forme e misure, una pinza, un set di brugole e di chiavi, una forbice da elettricista, nastro isolante.

     Riparazioni fai da te: le regole basilari Un set di cacciaviti, compreso un cacciavite con punte multiple ed un set di cacciaviti di precisione o "da orologiaio"


  3. Controllate la data di acquisto del vostro elettrodomestico ed assicuratevi che non sia ancora in garanzia. In questo caso conviene rivolgersi ad un centro assistenza autorizzato che lo riparerà senza spesa. Fate molta attenzione, perché le riparazioni fai da te fanno decadere la garanzia.
  4. È sempre meglio staccare dalla corrente gli apparecchi che si vanno a toccare, nel caso non fosse possibile assicurarsi che l'impianto elettrico domestico sia dotato di messa a terra e di interruttore salvavita in perfetto stato
  5. Dopo aver scollegato l'apparecchio da sistemare lasciatelo "riposare" un po'di tempo in modo che, se ci fossero dei componenti carichi, abbia il tempo di disperdere la carica accumulata.
    Riparazioni fai da te: le regole basilari
  6. Dotatevi di un paio di guanti da lavoro antitaglio se dovete eseguire delle operazioni pericolose, spostare o aprire grossi elettrodomestici come lavatrici e frigorifero può essere pericoloso sia per la presenza di parti taglienti nella parte posteriore sia per parti metalliche ad elevata temperatura
  7. Assicuratevi di avere spazio a sufficienza per lavorare, un buon piano di lavoro comodo e ben illuminato.
  8. Soprattutto se dovete riparare apparecchiature elettroniche, ma non solo, è opportuno utilizzare un bracciale antistatico sia per evitare scosse, sia per evitare che uno scambio di elettricità statica possa danneggiare le componenti elettroniche.

    Un multimetro digitale, utile, anche se non indispensabile, quando si devono riparare apparecchiature elettroniche.
     

    Riparazioni fai da te: le regole basilari

  9. Una delle cose più comuni che capitano smontando qualcosa è che rimontadolo ci accorgiamo di avere dei pezzi "in più". Se magari dimenticarsi di fissare una vite può non dare problemi alcuni pezzi possono essere più importanti per il funzionamento dell'elettrodomestico. L'ideale sarebbe tenere a portata di mano una scatola dotata di diversi scomparti in cui riporre pian piano viti e componenti rimossi e carta e matita per prendere appunti sulla loro posizione.

Prima di intraprendere riparazioni fai-da-te soprattutto è importante avere in testa quale dovrebbe essere il funzionamento interno corretto di ciò che andiamo a riparare, il difetto che riscontriamo e quali potrebbero essere le soluzioni. Nel caso non siate totalmente convinti di quello che state facendo il nostro consiglio è quello di affidarvi ad un centro assistenza qualificato che potrà aiutarvi nel modo migliore.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :