Magazine Informazione regionale

Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani

Creato il 03 giugno 2013 da Dismappa

Posted on giu 3, 2013

Rosso profondo, in forma di monologo interpretato dall’attore Roberto Vandelli, è andato in scena ieri sera nella splendida Villa Mosconi Bertani ad Arbizzano (accessibile alle carrozzine), la prima piece della rassegna Povero Teatro, con la direzione artistica di Federico Martinelli

 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Scenografia Rosso profondo
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Roberto Vandelli e Federico Martinelli
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Rosso profondo con Roberto Vandelli
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Rosso profondo con Roberto Vandelli
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Rosso profondo con Roberto Vandelli
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Villa Mosconi Bertani ad Arbizzano
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Scenografie Rosso profondo
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Roberto Vandelli
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Rosso profondo con Roberto Vandelli
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Roberto Vandelli
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Rosso profondo con Roberto Vandelli
 Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani
Rosso profondo con Roberto Vandelli

Biglietto disabile gratuito, accompagnatore ridotto

ROSSO PROFONDO – di Luigi Lunari, con Roberto Vandelli
Un uomo politico, nel giorno del suo insediamento, riceve la notizia che gli resta poco da vivere. Decide di dedicarsi all’utopistico ideale del socialismo in cui credeva da ragazzo; il suo “semplice” progetto si scontra con le esigenze di tutti i partiti che, considerandolo un pericolo, decidono di ostacolare a tutti i costi il suo piano…

Povero teatro…! Ville e luoghi suggestivi tra Verona e Negrar

Debutta quest’anno “Povero Teatro…!” nuova rassegna che vuole portare il teatro nei parchi delle ville e nei luoghi più suggestivi del veronese. Quattro spettacoli per cinque date accompagneranno e intratterranno il pubblico dalla fine di maggio ai primi giorni di luglio, tra Verona e Negrar.

di Federico Martinelli

teatro Rosso profondo a Villa Mosconi Bertani

La rassegna è organizzata dall’Associazione Culturale Quinta Parete, per la direzione artistica di Federico Martinelli, grazie all’ospitalità di Enrico Cascella di Villa Spinosa, di Giovanni Bertani di Villa Mosconi Bertani, del col. Walter Di Domenica del Circolo Ufficiali e della dottoressa Paola Marini, direttrice dei Musei Civici di Verona.

Particolare attenzione è stata data agli spettacoli in cui, a essere valorizzata, è l’azione teatrale che, unitamente alla voce di un attore, costituiscono gli elementi cardine di uno spettacolo teatrale.

Parafrasando difatti un celebre saggio di Jerzy Grotowski, la rassegna vuole dimostrare come, con pochi elementi funzionali, sia possibile allestire o proporre uno spettacolo di qualità.

A questa prima edizione partecipano attori già noti al pubblico veronese che si cimenteranno in nuove o inconsuete drammaturgie con l’intento di dimostrare come, alcune forme teatrali considerate di nicchia, possano invece essere gradite da un più ampio pubblico.

Andrea de Manincor, Francesco Laruffa, Guido Ruzzenenti, Massimo Totola, Roberto Vandelli, avendo creduto in questo progetto, anche per il prestigio in cui gli spettacoli sono proposti, sono gli iniziatori di una rassegna che si terrà anche durante il periodo invernale.

Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21.15 e si svolgeranno anche in caso di pioggia.

Info e prevendite 349.6171250

Elenco spettacoli, date e luoghi

ROSSO PROFONDO – di Luigi Lunari, con Roberto Vandelli
Un uomo politico, nel giorno del suo insediamento, riceve la notizia che gli resta poco da vivere. Decide di dedicarsi all’utopistico ideale del socialismo in cui credeva da ragazzo; il suo “semplice” progetto si scontra con le esigenze di tutti i partiti che, considerandolo un pericolo, decidono di ostacolare a tutti i costi il suo piano…
VERONA, Tomba di Giulietta, via del Pontiere 35 – 29 MAGGIO
NEGRAR, Villa Mosconi Bertani, loc. Novare, Arbizzano 2 GIUGNO

IL CIELO LASSÙ da Slavomir Mrozek, con Massimo Totola e Guido Ruzzenenti
Due uomini, un intellettuale e un muratore, che condividono un monolocale si ritrovano a passare insieme l’ultima notte dell’anno. Mentalmente e socialmente uno l’opposto dell’altro, posti a confronto, si raccontano e si scontrano, in un gioco di doppi che è tragico, comico e grottesco. Uno spettacolo che punta dritto al cuore.
NEGRAR, Villa Spinosa, via Colle Masua 12, loc. Jago dall’Ora – 13 GIUGNO

VERONA-MILAN 5-3 di Diego Alverà, con Andrea de Manincor
20 maggio 1973: in un’assolata domenica allo stadio Bentegodi un bambino assiste, seduto sulle ginocchia di suo padre, alla partita di chiusura del campionato italiano diserie A, lo storico incontro Verona-Milan conclusosi con l’incredibile risultato di 5-3. I ricordi e le suggestioni dal quel prato ritrovano i suoni e le immagini di un passato in bianco e nero.
NEGRAR, Villa Spinosa, via Colle Masua 12, loc. Jago dall’Ora – 26 GIUGNO

SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO da Fëdor Dostoevskij, con Francesco Laruffa
Il monologo è una lucida e possente parabola della natura umana. Il protagonista, forse un pazzo, forse un folle, forse un illuso o un predestinato è uno dei tipici personaggi dello scrittore russo. La notte in cui decide di togliersi la vita sogna questo estremo gesto e un’altra vita su un pianeta identico al nostro, una sorta di Eden in cui gli uomini vivono in un’armonia assoluta. Ma in sogno accadrà qualcosa che una volta sveglio, cambierà la sua esistenza.
VERONA, Circolo Ufficiali, Corso Castelvecchio -9 LUGLIO

Roberto Vandelli

Studi: maturità artistica, diplomato in Dizione all’Accademia d’Arte Drammatica Filodrammatici di Milano.

Teatro: ha partecipato ai seguenti spettacoli:

2009/2010

  • “Grazie, le faremo sapere”, regia di R. Vandelli, produzione Teatro Scientifico
  • “Margherita d’Antiochia“, di D. Giovanni Antonio Quaretta, adattamento e regia di Jana Balkan, aiuto regia Isabella Caserta, ruolo di Olibrio e Cirino, produzione Teatro Scientifico, XXXIII Convegno di Studi sul Teatro Medioevale e Rinascimentale – Roma

2008/2009

  • “Enrico IV” di L. Pirandello, regia di P. Valerio, ruolo di Landolfo, produzione Teatro Stabile di Verona – Teatro Stabile del Veneto
  • “Don Giovanni, Arlecchino e il Convitato di Pietra“ , dal canovaccio di Domenico Biancolelli, testo e regia di Luca Caserta, ruolo di Don Giovanni, XXXII Convegno sul Teatro Medioevale e Rinascimentale (Roma) ed Estate Teatrale Veronese 2009 (Verona)

2007/2008

  • “Pericle, principe di Tiro” di W. Shakespeare, con Daniele Pecci, regia di P. Valerio, ruolo di Simonide e Lisimaco, produzione Teatro Stabile di Verona
  • “L’amante militare” di C. Goldoni, regia di P. Valerio, ruolo Pantalone, produzione Teatro Stabile di Verona (RIPRESA)
  • “Sette piani” di D. Buzzati con Ugo Pagliai e Paola Gassman, produzione Teatro Stabile di Verona (RIPRESA)

2006/2007

  • “L’amante militare” di C. Goldoni, regia di P. Valerio, ruolo Pantalone, produzione Teatro Stabile di Verona
  • “Sette piani” di D. Buzzati con Ugo Pagliai e Paola Gassman, produzione Teatro Stabile di Verona

2005/2006

  • “Per… il solito vizietto” di P.B. Hilton, regia di A. Capodici, produzione Teatro Massimo di Palermo, con Fabio Testi e Barbara Chiappini

2004/2005

  • “Senza sedia ovvero Parto da padre” di Gianluca Dell’Atti, agosto 2005, Teatro Catena
  • “Cirano se vi pare” di Massimo Fini, regia Edoardo Fiorillo, Teatro Storchi, Modena
  • “Amleto” di W. Shakespeare, regia di P. Valerio, Atlantide Teatro

2003/2004

  • “Edith Piaf – L’hymne à l’amour” di Giuseppe Manfridi, regia di Carlo Lizzani, produzione G. S. T.

2002/2003

  • “Albe tre” di Paolo Puppa, regia di Walter Manfrè, Teatro Scientifico
  • “La locandiera” di C. Goldoni, regia di Andrèe Ruth Shammah, Teatro Franco Parenti (Fabrizio)
  • “Sior Todaro Brontolon”di C. Goldoni, regia di Andrèe Ruth Shammah, con Eros Pagni e Ivana Monti, Teatro Franco Parenti (Pellegrin)

2001/2002

  • “Nasce una stella”, regia di R. Vandelli, Teatro Scientifico
  • “Ruzante in Campo”, regia di Jana Balkan, Teatro Scientifico (Ruzante)

2000/2001

  • “Torno subito”, regia di Roberto Vandelli, Teatro Scientifico
  • “Sogni pirandelliani”, regia di E. M. Caserta, messinscena di Jana Balkan, Teatro Scientifico
  • “Altre storie”, testo e regia di E. M. Caserta, messinscena Jana Balkan, Teatro Scientifico

1999/2000

  • “Addio amore (Beatrice Cenci)” di Franco Cuomo, regia di Walter Manfrè, Teatro Scientifico.
  • “Un delitto perfetto” da A. Hitchcock, adattamento e regia di Roberto Vandelli, Teatro Scientifico.

1998/1999

  • “Serata Feydeau”, regia di Roberto Vandelli, produzione Teatro Scientifico.
  • “Trappola per topi” di Agatha Christie (C. Wren), regia di Guido Ferrarini, Teatro Dehon, Bologna.
  • “La peste di Milano del 1630”, regia di T. Pulci, Festival di Anagni, Festival “Segni Barocchi”

1997/1998

  • “Gli innamorati” di Goldoni, regia di E. Cantoni (Fulgenzio), Compagnia dei Borghi.
  • “Potere alla passione” di S. Mrozek, su progetto di E.M. Caserta (Alberto), Teatro Scientifico.
  • “I cavalli alla finestra” M. Visniec (Il Messaggero), Compagnia dei Borghi

1996/1997

  • “L’altra Cenerentola” di T. Cucchiara (Messo), Teatro Greco di Roma.
  • “Il bambino è mio” di L. de Bei, regia di E. Cantoni, Compagnia dei Borghi, Parma

1995/1996

  • “La Confessione”, regia di Walter Manfrè, monologo di G. de Chiara, Teatro Nazionale, Milano
  • “L’altra Cenerentola” di T. Cucchiara con Miranda Martino, tournée estiva.
  • “L’avaro” di Molière, regia di L. Leonesi (Mastro Giacomo), Teatro Dehon (BO

1994/1995

  • “Blood Brothers” di W. Russell, regia di V. Molinari (nella stagione ‘95/’96 regia di C. Nistri) con M. Fiordaliso (sig. Lyons)
  • “Judith” di F. Della Valle con Aldo Reggiani (Generale Arimaspe), Teatro Ghione, Roma
  • “Le Confessioni di S. Agostino” con Mariano Rigillo (Alipio), Festival del Teatro Medioevale e Rinascimentale di Anagni.

1993/1994

  • “Noblesse Oblige” di L. Santucci, regia di A.R. Shammah (Romeo) con Gianrico Tedeschi, Teatro Franco Parenti
  • “La gastalda” di C. Goldoni, regia di E.M. Caserta (Lelio – Brighella), Teatro Scientifico

1992/1993

  • “L’Adalgisa” di Gadda, regia di U. Simonetta con Rosalina Neri (Remigio), Teatro Franco Parenti
  • “Tommaso Moro” da W. Shakespeare, con Raf Vallone (Lincoln), Teatro Scientifico – Estate Teatrale Veronese

1991/1992

  • “Trappola per una rondine” di G. Contarino con A. Bosic e A. Foà, Teatro Scientifico
  • “L’anima del commercio” da testi di U. Simonetta, regia di R. Vandelli, Teatro dei Satiri, Roma
  • “La commedia dell’arte”, regia di E.M. Caserta, Festival di Avignone (Brighella, trampoliere, mangiafuoco), Teatro Scientifico

1990/1991

  • “Anna Christie” di E. O’ Neill con Mario Valdemarin (Johnny il prete), Teatro Scientifico
  • “Hiroshima mon amour” di M. Duras, regia di F. Marchesi (Hiromu), Coop. In Folio
  • “Sofonisba” di G.G. Trissino con Paola Borboni (Familio), Teatro Nuovo, Verona
  • “Sogni pirandelliani” da L. Pirandello, regia di E.M. Caserta, Teatro Scientifico

1989/1990

  • “Il flauto magico” a cura di P. Pivetti (Mozart), Teatro Rosetum, Milano
  • “Carlo Magno” a cura di P. Pivetti (Papa Stefano), Teatro Rosetum, Milano

Cinema e Televisione:

“I 5 DEL QUINTO PIANO”, regia di Stagnaro, Canale 5
“DRIVE IN”, regia di B. Recchia, Italia Uno
“CASA VIANELLO” con R. Vianello e S. Mondaini, Canale 5
“JOAN LUI” di e con Adriano Celentano
“REQUIEM PER VOCE E PIANOFORTE”, regia di T. Sherman, Rai 2
“NONNO FELICE”, regia di Nicotra con Gino Bramieri, Canale 5
“OCCHIO DI FALCO”, regia di De Sisti, con G. Gnocchi, Rai 2
“FINALMENTE SOLI”, regia di F. Gasperi, con Gerry Scotti, Canale 5
“PAPERISSIMA” di Antonio Ricci, con Lorella Cuccarini e Marco Columbro, Canale 5
“RAVANELLO PALLIDO” regia di Gianni Costantino, con Luciana Litizzetto
“IL GRANDE BLUFF” con Luca Barbareschi, Canale 5
“VIVERE”, Canale 5 (Fausto Villari).
“SOSPETTI 3”, regia di L. Perelli, con Sebastiano Somma, RAI 1
“CAMERA CAFE’”, sit-com Italia 1
“CALL CENTER”, regia di Marco Limberti, la 1a sit-com satellitare da settembre su Sky

E’ stato protagonista di numerose pubblicità, tra cui: Baby Shampoo Johnson, Martini, Iodosan, AZ, Candy, Salse Berni, Olio Carapelli, Findus, Totip, Caffè Lavazza, Kinder, Sammontana, Telecom…

Numerose esperienze nel campo delle televendite e telepromozioni con Video Look di Caluso (TO)

Radio:

“NASCE UNA STELLA”, regia di Buscaglia, Rai
“NUVOLARI”, regia di Guido Compagnoni (Canestrini),Radio 2

Come docente ha tenuto corsi di Teatro all’Accademia Regionale Veneta, al Carcere di Opera, al Minorile “Beccaria” di Milano, di drammatizzazione alla Casa Circondariale di Montorio (VR), di mimo alla scuola per audiolesi di Brescia, corsi di specializzazione per attori in acrobatica alla Scuola di Mimo del Teatro/Laboratorio, corsi di recitazione in vari Istituti Scolastici Superiori.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il tappeto rosso

    tappeto rosso

    Parecchi anni fa comprai un tappeto. Un tappeto rosso. da Ikea. Ora non lo fanno più. Mi serviva per la mia cameretta. Serviva non è esattamente la parola giust... Leggere il seguito

    Da  Tiziana50mq
    PER LEI
  • Principesse a Villa Carrara

    Principesse Villa Carrara

    Sono cresciuta in un appartamento al primo piano circondata da parchi e giardini, senza potervi mai accedere. Sotto di me c'era un giardino con un laghetto, il... Leggere il seguito

    Da  Anna3venere
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • #Rosso Valentino (quale altro rosso mai)

    #Rosso Valentino (quale altro rosso mai)

    images by tumblr.com/ Blogger We Want You! A project by Grazia.it Vote for me here Blogger We Want You! A project by Grazia.it Per votarmi cliccate qui It's... Leggere il seguito

    Da  Ale
    MODA E TREND
  • Rosso Dioniso

    Rosso Dioniso

    Vuole la tradizione che oggi ci si vesta di rosso, che si mangino lenticchie e che si faccia ogni genere di scongiuro. Non credo di aver su nulla di rosso... Leggere il seguito

    Da  Spaceoddity
    CULTURA
  • Si chiama vino rosso

    chiama vino rosso

    «Ma tu questa persona da quanto la conosci, di lei concretamente che sai?» «So che le piace il gelato al pistacchio e svegliarsi presto la mattina, so che fa... Leggere il seguito

    Da  Silviamaestrelli
    VINO
  • Cappuccetto rosso!

    Cappuccetto rosso!

    Il Bosco è pieno di insidie ma va attraversato fino in fondo. Se Cappuccetto Rosso di fronte al lupo fosse tornata a casa spaventata e non ne fosse più uscita,... Leggere il seguito

    Da  Benessere
    SALUTE E BENESSERE
  • rosso di sera

    rosso sera

    75 anni fa, il 25 gennaio del 1938, ebbe luogo una grande aurora boreale che fu visibile in tutta quanta l'Europa. La Spagna si trovava in piena guerra civile, ... Leggere il seguito

    Da  Francosenia
    OPINIONI, SOCIETÀ