Magazine Cultura

Salviamo le librerie

Da Marcofre

Raccolgo l’appello di Mauro Sandrini a proposito delle librerie, e dei pericoli che stanno correndo. E segnalo perciò l’iniziativa dei Cuochi Sentimentali, tesa a attirare l’attenzione su quelle librerie piccole, magari confinate in centri urbani poco abitati, e che stringono i denti e vanno avanti.
Quando il buonsenso urla di gettare la spugna.

Non è il libro elettronico o il sito di vendita online a minacciarle. Da tempo sono in crisi perché hanno smesso di essere il motore di incontri, dialogo e riflessioni.

Spesso il libraio è anche colui (per colpa sua, o del sistema di cui fa parte), che non muove un dito per promuovere gli autori esordienti, le piccole case editrici.

Ma ce ne sono parecchi altri coraggiosi, come la “Librante” di Jesi di cui ho accennato in un mio post, qualche settimana fa.
Così come nel mese di gennaio, avevo accennato alla libreria “Librando”, gestita dall’associazione culturale “Il segnalibro” di Sassello, un comune dell’entroterra savonese, alle spalle di Albisola Superiore.

Nel paese (meno di 2000 abitanti), è l’unica struttura del genere, e merita almeno una menzione. Siccome non è esattamente dietro casa mia, non sono un suo frequentatore. Ma il coraggio che ci mettono, la caparbietà che dimostrano, sono da encomio.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines