Magazine Politica Internazionale

Serbia. Visita di Putin a Belgrado irrita vertici Unione Europea

Creato il 15 ottobre 2014 da Giacomo_dolzani

Putin_serbia_paratadi Giacomo Dolzani

La visita del presidente russo Vladimir Putin in Serbia, in occasione della cerimonia per la vittoria contro le truppe nazifasciste, programmata per domani e che comprenderà tra il resto anche parate militari, ha irritato non poco i vertici dell’Unione Europea.
Maja Kocijancic, portavoce del ministro degli Esteri uscente dell’Ue, Catherine Ashton, ha richiamato all’attenzione di Belgrado le intese stipulate cone Bruxelles in previsione di una futura integrazione serba fra i paesi membri della Comunità Europea.
La Serbia ha infatti preso in questo senso impegni che la vincolano ad attenersi alle scelte politiche dell’Ue, finalizzati al dimostrare di essere un paese sulla cui lealtà anche gli altri componenti dell’organizzazione possono contare, nonostante il suo passato che lo ha sempre caratterizzato come paese vicino alla Russia.
La Kocijancic ha infatti ribadito che, benché una visita di Putin a Belgrado non costituisca un discriminante, la Serbia deve prestare la massima attenzione nel dimostrare il proprio impegno, anche nel rispettare le sanzioni emanate da Bruxelles nei confronti di Mosca, disposte in risposta alla politica di aggressione di quest’ultima contro l’Ucraina.

da Notizie Geopolitiche



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :