Magazine Bellezza

Spring summer trend: volevo i pantaloni….

Creato il 27 maggio 2014 da Nonnaso @NonnaSo

Quando ero piccola, appena uscita dagli anni ’70, quelli della protesta, quelli delle minigonne ma anche quelli delle donneconlegonne, quelli delle madri-matrone e quelli delle figlie ribelli, mi ha sempre colpita il titolo del libro, poi film “Volevo i pantaloni”.

Io ho sempre voluto i pantaloni. Le gonne non le ho mai messe nè, credo, mai le metterò.

Non con quel sollievo di libertà con cui indosso i pantaloni, ecco. Non con quella spassionata non-preoccupazione di parer grassa o lasciare intravvedere qualcosa che non devo.

Perciò potete capire la mia gioia nel constatare che fra i trend della primavera estate di quest’anno, ci sono loro: i pantaloni.

Ho visto anche certe cose tornare.. tipo le gonne pantalone e il pinocchietto lungo a gonna pantalone (un ibrido di cui ancora non mi spiego il perchè.. forse fra un’altro ventennio, quando ri-ri-ritorneranno di moda l’avrò capito.. ma per ora nulla. il buio totale), ma per la maggior parte, stando lontani da fantasie improponibili e lunghezze inguardabili, ci sono le premesse per del buono shopping, se non altro con i saldi.

I 7 tipi di pantaloni che indosseremo? Eccoli:

1. I pantaloni a  palazzo – che no, non sono quelli che indossa la portinaia per fare le pulizie del palazzo (appunto ..quelli sono al numero 5), ma sono quelli lunghissimi, larghissimi, strutturati ma fluenti come tende di organza, che ci avvolgono la gamba scisciando e sembrano quasi delle gonne.

Ma sono pantaloni.

Urrà evviva yuppiduuuu!!! L’effetto minimal chic è assicurato, soprattutto se indossati nelle versioni minimal e con total look black o white.

Noblesse oblige.

palazzo-pants

Armani

Armani

Chloe

Chloe

Cavalli

Cavalli

Maison Martin

Maison Martin

Mango

Mango

Mango ss14

Mango ss14

Mango ss14

Mango ss14

palazzo-PALM_PRINT_SEIDENHOSE_-STANDARD_2
 
pantalone-palazzo
pantaloni-palazzo

Stradivarius

Stradivarius

ps. inutile dire che noi non proprio esili e filiformi li adoriamo: se abbastanza alte, o indossati con un bello stacco di tacco, possono donarci la parvenza di un fisico da urlo. Ma occhio a cadere dai trampoli…

pps. beata me che ne ho conservati 2 o 3 paia direttamente dagli anni 90 – inizi 2000: quest’anno escono con onore dall’armadio, e rivedono la luce!

2. Cropped pants – tu chiamali se vuoi “acqua in casa”.

si, sono tornati. I pantaloni che più nella vita mi tirano fuori dalle asce, per così dire, quelli cche quando li vedo mi viene male. i pantaloni acqua in casa. VOLUTAMENTE acqua in casa.

Che se noi per caso alle medie o superiori (anni ’80, non dimentichiamolo) ci scappava di indossarli perchè c’erano pochi soldi in casa e dovevamo farci passare i vestiti fra parenti (cugini, fratelli, amici e vicini di casa) e malauguratamente eravamo più alte di chi li aveva indossati prima senza possibilità di scucire l’orlo beh… erano czz acidi.

Prese in giro a non finire.

Acqua in casa, appunto.

control-cropped-pants-$49
cropped-pants

Vogue

Vogue

Mango

Mango

Parker-Printed-Cropped-Pants

Stradivarius

Stradivarius

3.boyfriend pants – il tormentone dell’estate, già lo sappiamo, sono i pantaloni portati con l’ultimo pezzo arrotolato all’insu’, a far vedere la fodera interna.

I preferiti sono i  jeans (sia quelli larghi e informi – del tuo boyfriend appunto – sia quelli iperaderentissimi tipo seconda elle – i jeggings) e si indossano lasciando caviglia e mezzo piede nudo quindi con: ballerine, espadrillas, “sciavatte” e sciavattine, zeppe.

Qualcuno li  indossa anche con ankle boots e parigine ma.. beh c’è una pecora nera in OGNI famiglia, no?

Non so, a me fanno un pò troppo “casalinga disperata e sciatta..”?

Il modo più onesto di indossarli è comunque con le infradito da spiaggia: se la devi fare sporca la fai bene, e li indossi proprio come farebbe un uomo. Infradita, pelazzo e via.

Images-via-Man-Repeller

Boyfriend Jeans

boyfriend-pants2

boyfriend-pants3
Skinny-boyfriend-jeans-1

4. gonne pantalone – l’odio, odio puro, devo proprio parlarvene?

Va bene: per me, l’unico loro pregio è anche il loro difetto.. non son gonne, son pantaloni. che fingono di essere gonne, ma non hanno il coraggio di essere gonne.

Insomma, nè carne nè pesce, un gran casino.

cioè, capisco che la skirt-short di Zara di quest’anno vi fa impazzire tutte, ha una bella linea, quello che volete… ma fermiamoci lì. il resto per me è NO, ma voi fate come volete, soprattutto se vi stanno bene :D

zara

Asos - unica linea di gonna pantalone che posso accettare. E ha molto a che fare con il colore, il mio SI

Asos – unica linea di gonna pantalone che posso accettare. E ha molto a che fare con il colore, il mio SI

Asos - vi prego, con il plissè NOOOOOOO

Asos – vi prego, con il plissè NOOOOOOO

gonna-pantalone

gonna-pantalone2

5. gli immancabili shorts – in ogni loro declinazione.

Ci libereremo mai dell’incommensurabile orrore della vista di certi shorts indossati oltre i 16? Anni, non cm di girocoscia (ma in ogni caso andrebbero bene anche i cm come limite oltre il quale non).

E’ possibile vederli indossati con un pò di buon gusto e non sempre e ovunque e aqualunque costo, con la pioggia e con il vento, con la caviglia gonfia e con la ciccia bluastra, con i camperos e con la sciavatta bassa, con la zoccoletta da spiaggia e con il carrarmatino bucato..insomma BASTA! Metteteli in spiaggia, o per andare a dormire, a casa per il tempo di relax, ma fuori.. usate un pò più di creatività.

E potessimo magari evitare quelli tutti sfrangiati (che son più lunghe le frange dello short in sè) o quelli con la tasca che spenzola sotto l’orlo del pantaloncino…????

Parole al vento, lo so.

shorts

Michael Kors e Louboutin

Michael Kors e Louboutin

honor-spring-2014-shorts-

6. quelli del pigiama, nelle stampe più strane e fantasiose – alcuni li chiamano sporty, ma per me saranno sempre quelli del pigiama. Potete darmi torto?

Ovviamente – cum grano salis – sono anche i miei preferiti. Noi “taglie comode” (che ci chiamiamo come i pantaloni, invero) dobbiamo stare un pò attente a questi: troppo fluenti o troppo comodi e l’effetto tendone da circo è assicurato, stampe chiassose o poco performanti… idem, colori troppo chiari o materiali che segnano, diociscampi.

Ma con un minimo di autocritica, self control (ovvero non compriamo tutto quello che ci sparano le vetrine, anche se sembra cool sui manichini… noi siamo carne e sangue, camminiamo, ci muoviamo, i pantaloni ci finiscono nel… ci siamo capite. non è un bello spettacolo) possiamo uscirne da vincitrici.

E iperultraatecnocolorate…

E COMODE!! Finalmente…

Fashionculture.com

Fashionculture.com

Mango

Mango

Mango

Mango – questi sono fighissimi, ma in negozio ancora non li ho trovati :(

Mango

Mango

pigiama-pants

Paul Smit ss14

Paul Smit ss14

pigiama-pants-print1

Stradivarius

Stradivarius

Topshop

Topshop

Stradivarius

Stradivarius

palm-print-pigiama-pants2

Terranova

Terranova

Terranova

Terranova

ps. e comunque, vittima di sconti improvvisati e una gran calura che fa aumentare il termometro qui nella calda Milano, Nonnaso ha già “ceduto” al trend comodo, per questa stagione… osando ADDIRITTURA abbinare il pantalone da pigiama stampa tropical (la adoravo, non so cosa dirvi: le palme, la foresta tropicale, i fiori fucsia… boh, mi hanno dato alla testa) alle ciabatte flat un pelo pelo meno orrorifiche di certe ortopediche che vedo sui cataloghi.

Ma del resto: se le possono indossare con fierezza le modelle, che per contratto dovrebbero soffrire portando solo tacco 15, perchè non posso mettermele io che ogni giorno faccio i km a piedi? Evviva il comodo, anche se esteticamente un pò brutto: tanto, chi mi cambia???

Una selfie dei piedi di NonnaSO: flat sandals Pimkie e tropical print pants Terranova - tutto lowcost that makes me happy :D

Una rarissima selfie dei piedi di NonnaSo: flat sandals Pimkie e tropical print pants Terranova – tutto lowcost that makes me happy :D

 

7. Da uomo – ah, lo stile così hipster chic “da stampella”. Il pantalone da uomo non sta bene a tutte, ma quando ci sta, è la morte sua.

Molto look androgino, molto cool e misurato, “pettinato” come si suol dire, easy chic senza alcuno sforzo, a volte anche un pò rigido, ma rigido in quel modo è BELLO!

l'icona del mannish style: Marlene Dietrich

l’icona del mannish style: Marlene Dietrich

trend_mannish

Pixie Market

Pixie Market

Mango ss14

Mango ss14

Ps. nessuno ha notato che non ho menzionato Leggings e Baggy pants (quelli che io chiamo “il pannolone”): ecco EVVIVA!

Per un anno forse l’abbiamo scampata da sti due tormenti, anche se le fan del leggings percorreranno le strade di tutto il mondo senza lasciarsi convincere ad abbandonare il loro amore.. così come le fan del look un pò centro-sociale-intellettualmente-impegnato faranno fatica ad abbandonare i baggy pants stile scampaa de casa (come li chiama il mio nonno ahaha mi fa morire) ovvero quelli in tela indiana iper-colorati che, detto fra noi.. non ho mai capito *_*

Ma sono io la limitata, sono io, voi non preoccupatevi. E indossate il pantalone che più vi si addice :D

 



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog