Magazine Basket

Spurs-Heat, le Finals NBA

Creato il 06 giugno 2013 da Basketcaffe @basketcaffe

Spettacolo, tattica, talento, guerra fisica e psicologica, possibilità di entrare nella storia: queste sono le NBA Finals, il meglio del meglio che il basket mondiale possa offrire.
Da questa notte Miami Heat e San Antonio Spurs inizieranno a darsi battaglia in una sfida totalmente impossibile da pronosticare, tra due squadre per certi versi simili, ma totalmente diverse per altri. I precedenti in stagione sono una barzelletta: in entrambi i casi alla fine hanno festeggiato gli Heat, ma alla Triple-A gli Spurs privi di Duncan, Parker, Ginobili e Green hanno sfiorato il colpaccio (250.000 Dollari di multa per questo scherzetto di Popovich, che sembrava aver previsto tutto, visti i risultati); mentre all’AT&T Center è stato Spoelstra a lasciare a riposo Wade e James, ma un favoloso Bosh ha guidato i suoi alla vittoria. In pratica queste due squadre non si sono mai incontrate.

L’attesa per queste Finals è alle stelle, tutta la pressione è su James e compagni, anche se per i Big Three nero-argento potrebbe essere l’ultima chiamata. Anche la curiosità è enorme, ci sono una serie di domande di cui le risposte le “scopriremo solo vivendo”, per dirla con le parole di Battisti. Ad esempio chi riuscirà ad essere efficace in marcatura su James da una parte e Parker dall’altra? Gli Spurs giocheranno con quattro piccoli o con due lunghi? Che impatto avrà sugli Heat l’alto ritmo voluto da coach Popovich? Quali sono le reali condizioni di Wade? Bosh e Battier torneranno a fare canestro? Il supporting cast texano reggerà la pressione? La soluzione a questi enigmi potrebbe indirizzarci verso un pronostico, in questo momento è difficile non dare un leggero vantaggio agli uomini di Pat Riley, solo per il fatto che sono i “Defending Champions” e perchè hanno il fattore campo a favore.

Sarà anche la sfida tra Duncan e James. Il primo tra i più forti di sempre nel ruolo, il secondo tra i più forti di sempre punto. Per Timmy potrebbe essere l’ultima chance di impalmare altra argenteria, per LeBron sarebbe invece la definitiva consacrazione. E chissà che i due non si ritrovino anche in uno scontro diretto, vista l’ecletticità difensiva di LBJ. I protagonisti annunciati però sono anche altri: Parker, Ginobili, Bosh, Wade… ma questi sono quelli facili. Mike Miller, Danny Green, Ray Allen, Kawhi Leonard: chi sarà l’X Factor?

Altra domanda a cui è difficile dare una risposta oggi. Non pensiamoci, godiamoci lo spettacolo: the moment is now!


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog