Magazine Diario personale

Strani fazzoletti da naso…

Creato il 01 agosto 2012 da Paperottolo37 @TopoDiBiblio

Ciao a tutti voi carissimissssssssimisssssssssssssssssssimi amici miei…!!!

Come state???

Procede bene questo vostro mercoledì???

Tutto bene???

Spero tanto, ma tanto, MA TANTO di sì…!!! ^_____^

Eccomi qui con voi anche oggi sempre in un’ora piuttosto avanzata anche se non così tanto come, ad esempio, ieri sera.

La storiella che vi voglio raccontare oggi è un tantino strana…

Non strana di suo, sì anche questo (!!!), ma strana in quanto se il fatterello che me l’ha ispirata è successo stamattina questo fatterello me ne ha portato alla mente un altro analogo accaduto durante uno dei viaggi estivi della combriccola degli “Allegri Gitanti” che tanto bene hanno potuto conoscere quelli tra voi che mi seguono dai Gloriosi Tempi di Splinder.

Ma andiamo per gradi così tutto vi sarà più chiaro.

O almeno così spero io!!! ^_____^

Dunque…

Dovete sapere che io e la Doganiera abbiamo trascorso la giornata in quel di Fusine.

Siamo andati a casa della Signora della Pioggia in mattinata per aiutarla a preparare i rifiuti ingombranti che domani gli operai della S.ec.am., la Società che si occupa del ritiro e smaltimento dei rifiuti in Provincia di Sondrio, passeranno a ritirare e ci siamo poi fermati fino a stasera dopo cena, tornando a Sondrio solo dopo le otto, o le venti per gli amanti degli orari in stile “0-24″…!!! ^_________^

Avendo in mente in partenza di pranzare dalla carissima nonnina e dovendo già passare alla  Despar per fare altra spesa da portare a Fusine io e la Doganiera abbiamo preso un pollo arrosto da mangiare a pranzo.

Mentre la Doganiera prendeva il pollo dall’apposito espositore e lo infilava nel suo (del pollo!!!) sacchetto a me è venuto da starnutire.

Ora voi direte: “E che novità è questa??? Cosa c’è di nuovo o insolito o buffo in questo fatto???”

Nello starnuto in sé, infatti, non c’è nulla di strano, insolito o buffo, concordo pienamente…!!!

C’è però in quello che è successo poco dopo…

Infatti io, com’è normalissimo che sia, ho infilato la mano in tasca per prendere il fazzoletto con cui soffiarmi il naso…!!!

Dato che la “cosa” era un tantino urgente ho afferrato la prima cosa che mi capitata alla mano…

Estratta la mano dalla tasca però ho realizzato che quella particolare “cosa” non avrebbe potuto servirmi per soffiarmi il naso.

Infatti avevo estratto di tasca un sacchetto di plastica…!!!

“Cosa ci facevo con un sacchetto di plastica in tasca???”, chiedete.

Dovete sapere che il sacchetto di plastica “incriminato” era quello che aveva contenuto i vasetti di sugo di pomodoro che la Doganiera ha preparato nel pomeriggio di ieri e che stamattina, prima di partire, io ho provveduto a riporre nel freezer in garage.

Ebbene…

Questo mio qui pro quo mi ha riportato alla mente una scenetta accaduta durante la gita del 2005 che ha toccato, tra le altre mete, Londra e la Scozia.

Non ricordo bene dove si fosse di preciso ma ricordo che era una sera ed eravamo tutti riuniti in sala da pranzo in attesa che ci servissero la cena…

Ad un certo punto Don Ettore, l’impareggiabile ed impagabile Parroco, ora Vice Parroco dopo l’arrivo di Don Riccardo, di Fusine, ha avuto bisogno di soffiarsi il naso.

Ha infilato una mano in tasca estraendone un piccolo involto piegato proprio alla tipica maniera di un fazzoletto da naso.

Una volta che lo ha dispiegato si è accorto che, preparandosi per la cena, aveva pescato dalla valigia, e quindi infilato nella tasca dei calzoni, non un fazzoletto da naso bensì un calzino.

A scusante del Buon Don Ettore devo dire che il calzino in questione, piegato, pareva proprio un fazzoletto da naso.

La “colpa” di questo incidente è tutta da addebitare alla sorella di Don Ettore la quale aveva aiutato il fratello nella preparazione dei bagagli per quel viaggio.

Ella aveva infatti piegato i calzini in tre parti e li aveva riposti singolarmente, suppongo appaiati, in valigia.

Normalmente Don Ettore, come chiunque, avrebbe fatto più attenzione ed avrebbe notato la differenza, pescando, come da prassi, un normale fazzoletto da naso.

Quella sera però l’arrivo in hotel era stato, ricordo, un tantino troppo a ridosso dell’ora stabilita per la cena ed il tempo concessoci per rinfrescarci e cambiarci era stato alquanto esiguo…!!!

Ahhhhh…!!!

Che pasticci fa combinare la fretta…

E la sbadataggine sue sorella…!!! ^_______^

Bene…!!!

Ed anche per questa sera siamo ormai giunti al termine…

Non prima però che io abbia potuto ringraziare tutte e tutti voi per la pazienza e la cortesissima attenzione che, una volta ancora, avete voluto dedicarmi e prima che abbia potuto darvi l’arrivederci alla nostra prossima “Storiella da Blog”…!!! ^______^

Sempre qui tra queste pagine…

E sempre che a voi continui a far piacere seguirmi e leggermi…!!! ^______^

Per ora vi saluto augurandovi una splendida rimanenza di serata, una serena notte ed uno spumeggiante giovedì…!!! ^_______^

Buona lettura, come sempre, a tutti voi carissimissssssssimissssssssssssimisssssssimi amici miei…!!! ^_________^

Riccardo



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :