Magazine Cinema

Su cosa ci interroga la morte di Monicelli

Creato il 30 novembre 2010 da Samuelesiani
Su cosa ci interroga la morte di Monicelli
Il suicidio di Mario Monicelli ci interroga in modo sempre più urgente sulle questioni del fine vita e sul diritto di poter decidere sulla propria vita e sulla propria morte.

Ma oggi non si sta parlando di testamento biologico. Ciò su cui il grande vecchio del cinema ci obbliga a riflettere ha un nome preciso e impronunciabile per la politica italiana: eutanasia. Impronunciabile a destra perché i temi della vita e della morte sono stati totalmente appaltati ai necrofori vaticani in cambio di voti e sostegno a qualsiasi osceno provvedimento; a sinistra, compresa quella vendoliana, per tema di infastidire le anime confessionali e antidemocratiche al proprio interno.
I laici non sono antidemocratici. Perché nessun laico imporrebbe l’eutanasia ad altri che, eventualmente, se stessi; perché un laico non obbligherebbe nessun altro ad alcuna scelta tanto difficile. Perché nessun laico pretenderebbe di essere imitato o peggio che la sua scelta sia imposta, per legge, a qualcun altro. Questo è ormai un discorso trito e ritrito, ma che non pare non entrare nella mente e nel cuore di chi, al contrario e spietatamente, vuole imporre un dogma di fede sulla collettività.

Mi chiedo dunque se sia meglio, per costoro, accettare che un vecchio di 95 anni, malato terminale di un male incurabile che lo aveva ormai prima di tutto “offeso” nella propria vitalità, possa uscire in pigiama e affrontare il freddo di questo inverno anticipato sul balcone di una stanza d'ospedale. Da solo, raccogliere tutte le forze che un malato di 95 anni può avere e scavalcare la ringhiera per buttarsi di sotto. Affrontare i secondi che lo separano dall’impatto, accettando anche che il proprio corpo venga esposto allo sguardo di estranei.

È forse meglio, questo? Che risposte date, anime confessionali?

Solo con l'ipocrisia potete rispondere e già circola qua e là: ma Monicelli non era depresso. Voleva lasciare la vita. E l’ha fatto, nel peggiore dei modi. Lo aveva già detto. Ed era nel DNA di un vecchio leone come quello.

Mi vergogno di essere  cittadino di un paese tanto bigotto ed ipocrita, corresponsabile di una morte così impietosa.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Mario Monicelli (1915-2010)

    Mario Monicelli (1915-2010)

    MARCIAPIEDE, ROMA, ITALIA - Suicidarsi a 95 anni: che stile, davvero... esce di scena nel migliore dei modi ("lanciandosi dal quarto o quinto piano del reparto... Leggere il seguito

    Da  Mortodelmese
    CINEMA, CULTURA
  • Addio a Monicelli

    Addio Monicelli

    Il cinema piange la scomparsa di uno dei suoi maestri, il regista Mario Monicelli. Il padre della commedia all'italiana ieri sera si è tolto la vita,... Leggere il seguito

    Da  Simonilla
    CINEMA, CULTURA
  • (EC)CITAZIONI: Mario Monicelli

    (EC)CITAZIONI: Mario Monicelli

    MArio Monicelli “La vera felicità è la pace con se stessi. E, per averla, non bisogna tradire la propria natura” “La speranza è una trappola infame inventata da... Leggere il seguito

    Da  Nouvellepunk
    CINEMA, CULTURA
  • Mario Monicelli

    Mario Monicelli

    Monicelli è uno dei miei registi cult! Il regista italiano che preferisco in assoluto.La sua morte, anche se giunta alla veneranda età di 95 anni, mi ha colpito. Leggere il seguito

    Da  Annanihil
    CINEMA, CULTURA
  • Monicelli ultimo atto

    Monicelli ultimo atto

    E no, non è una burla. Questa volta quei cinici scherzi proposti dagli Amici miei tanto amati dal regista toscano non c’entrano davvero nulla. Mario Monicelli c... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • Quella sottile ironia di Monicelli

    Quella sottile ironia Monicelli

    E’ morto ieri, all’età di novantacinque anni, Mario Monicelli. Si è lasciato cadere dal quinto piano della clinica romana di urologia dove era ricoverato,... Leggere il seguito

    Da  Casarrubea
    CINEMA, CULTURA
  • Mario Monicelli.

    Mario Monicelli.

    “La vita non è sempre degna di essere vissuta; se smette di essere vera e dignitosa non ne vale la pena”. Uomini come questo, con la U maiuscola, vanno... Leggere il seguito

    Da  Ladylindy
    CINEMA, CULTURA

Magazines