Magazine Media e Comunicazione

“The Following”: ecco come la serie si rinnova nella 3° stagione

Creato il 02 marzo 2015 da Linda93

The Following” per la sua terza stagione vedrà un rifacimento – necessario forse secondo alcuni fan – e l’azione riprenderà un anno dopo lo scorso finale con Joe Carr“The Following”: ecco come la serie si rinnova nella 3° stagioneoll nel braccio della morte la cui esecuzione è fissata tra un mese. Nel frattempo, anche se Mark Gray è ancora a piede libero, Ryan Hardy e il resto dell’FBI sembrano godersi la loro vita senza Carroll.

Ma, naturalmente non durerà a lungo. Entro i primi minuti della premiere (in onda stasera oltreoceano), il matrimonio dell’agente dell’FBI Gina Mendez verrà interrotto in modo sanguinario da qualcuno che pretende di avere una connessione col culto di Joe Carrol. Ma ce l’ha davvero?

Stiamo aprendo un nuovo capitolo nella storia di The Following, quello che mostra un mondo al di là di Joe ed il come di fatto che è incredibilmente pericoloso là fuori spiega il produttore esecutivo Alexi Hawley. “C’è un mistero più profondo che sveleremo nei primi cinque episodi. Succede di fronte a voi e si percepisce qualcosa di diverso, profonde cospirazioni”.

I primi due episodi mostreranno un’energia diversa, un ringiovanimento della serie e molti altri aspetti analizzati qui sotto:

1. Nuovi showrunner. Kevin Williamson ha lasciato le redini di The Following a Hawley e Brett Mahoney ed al regista Marcos Siega per concentrarsi su Stalker. “Lo stanno uccidendo – scusate – fanno un lavoro fantastico. Sono rimasti fedeli allo show, ma lo si sente anche nuovo”.

2. No Joe Carroll! Il serial killer (almeno in un primo momento) non apparirà nella 3° stagione. All’inizio, Ryan si è promesso di non rivedere mai più Joe. Ma la separazione è davvero una buona cosa? “Quando una cosa così importante della vita, buona o cattiva che sia sparisce, lascia un buco che deve esser riempito da qualcos’altro? Questa è la domanda con cui faremo i conti quest’anno”.

Tuttavia, alla fine le loro strade bsi incroceranno di nuovo. “Ci renderemo conto che Joe è parte di qualcosa di più grande” aggiunge James Purefoy. “C’è qualcos’altro qui che comincia a rivelarsi come la stagione avanza. Quindi, solo perché Carroll è dietro le sbarre non vuol dire che atti maligni non accadano… Sappiamo che è stato nella braccio della morte prima. È fuggito dalla prigione prima. Non è da escludere la possibilità che non lo faccia ancora”.

3. Cattivi sempre più agghiaccianti. Mark, il gemello sopravvissuto tornerà (con una sorpresa; anche se Luke è andato, non è dimenticato). All’inizio faremo la conoscenza di una coppia tipo Bonnie e Clyde interpretati da Hunter Parrish e Ruth Kearney, così come una badante spettrale che cura il padre di giorno e si diverte a tagliare corpi di notte. Il big bad della stagione, Theo (Michael Ealy) sarà invece introdotto in un secondo tempo. “Ci sono molte facce del male nella serie” dice Mahoney. “In passato lo spettacolo ha realizzato bene questi cattivi complessi e mostrato i loro lati emotivi. Questa stagione cerchiamo di costruire più mistero. Abbiamo sempre avuto la sorpresa di chi è un seguace e chi non lo è. Ma anche di tessere un po’ più di mistero”.

4. Una violenza più spaventosa. La serie può aver suscitato delle critiche in tal merito e mentre la 3° stagione vedrà un po’ di sangue in meno, i fan non devono aspettarsi nulla di meno agghiacciante. Un personaggio ricorrente sarà ucciso nei primi due episodi e in modo nauseante. “Non è che c’è meno violenza” sottolinea Shawn Ashmore. “È solo un tipo di violenza più scioccante” aggiunge Hawley. “Volevamo spostarci verso più il lato psicologico, il brivido, l’anticipazione, gli atti violenti, in ultima analisi sono i meno interessanti. Servono per arrivare ad uno scopo”.

5. Mike Weston 3.0. Lui vuole vendicare l’assassinio del padre. “Ad essere onesti è guidato dalla vendetta e sete di sangue, fino a quando Mark non sarà morto, per Mike sarà così” anticipa Ashmore. Tale cosa avrà effetti sia positivi che negativi nel suo rapporto con Ryan; la decisione di non aver sparato a Joe – nello scorso finale – ha confuso Mike. “Lui si sta fortificando, esattamente come è successo a Ryan e agli altri agenti. Hanno avuto un rapporto mentore/allievo ma adesso per quanto riguarda la responsabilità dei casi stanno diventando uguali e cercano di proteggersi l’un l’altro”.

Niente da fare per la storia tra Max e Mike a causa della sete di vendetta di lui. “Tra le 2° e 3° stagione, Mike ha preso delle decisioni che hanno incrinato quel rapporto. Adesso cercano potenzialmente di ricomporlo. C’è una sorta di tira e… Nonostante il cuneo tra di loro, devo dire che la fiamma brucia ancora e abbastanza forte”. È complicato diciamo…

6. Nuove avventure amorose per gli Hardy. Max ha ora il suo distintivo e uomo nuovo, egli si chiama Tom e lavora nella squadra di negoziazione ostaggi dell’FBI. Nel frattempo Ryan frequenta una dottoressa di nome Gwen. “Con lei ha il rapporto più sano che abbia mai avuto” dice Hawley. “Anche lei dal lato romantico non è stata fortunata. Si sente uguale a lui. Lei lo sfida, non gli lascia tralasciare niente in un modo positivo per il personaggio di Ryan e ci permette di umanizzarlo. Siamo felici di avere Kevin Bacon che sorride di più, abbiamo inserito dei momenti in cui vedremo un lato più leggero di lui, assieme al romanticismo e per vedere se Ryan può effettivamente avere una vita al dì fuori di Joe Carroll. Gwen rappresenta una sorta di ciò”.

7. Le conseguenze per Ryan. Egli dovrà affrontare il costo delle tante vite per la sua ricerca di Joe e in questa stagione ne affronterà le conclusioni prima di prendere le legge nelle sua mani. “È un uomo che prende delle decisioni sbagliate, tipo costantemente” realizza Bacon. “Utilizza metodi discutibili, in realtà non segue le regole… Deve esserci un prezzo da pagare per ciò. C’è un elemento ossessionante in questa stagione. [Ryan] è ossessionato da molti demoni”.

E non è l’unico. “Questo gruppo con il mio personaggio, Mike Weston, Max Hardy, Jeffrey Clarke hanno davvero condiviso un qualcosa di poi gettato sotto il tappetodice Bacon. “Avranno delle conseguenze personali e professionali per il come hanno agito”. Le ripercussioni inizieranno con un interrogatorio al Congresso e purtroppo non finiranno lì. Quando il team scopre che degli assassini creano scene del delitto come facevano Lily e Luke Gray, loro realizzano di essere effettivamente presi di mira ed almeno una persona che pagherà il caro prezzo.   [TV Guide]


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog