Magazine Cultura

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

Creato il 22 ottobre 2013 da Fabioeandrea

blog1

Nessuno ha dato mai sufficientemente atto a Theda Bara della sua capacità di sfruttare la sua fama di strega, malgrado la riottosità pre-Codice Hays, imponendosi come la prima regina del soprannaturale cinematografico pur non avendo mai fatto un film horror in vita sua. Come ha fatto? Beh, è stata accusata di negromanzia…

Come ci è riuscita? E’ bastato affascinare tutti con la sua bellezza che la trasformò nella più popolare sex symbol fra gli Anni Dieci e Venti. La sola che potesse guerreggiare con le attrici italiane che spadroneggiavano in America e che furono le prime dive del cinema mondiale. Oltre a questo, non faceva altro che rilasciare interviste (grazie a un primitivo ufficio stampa) all’interno delle quali non mancava mai di parlare di esoterismo e occulto.

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

Era nata a Cincinnati, in Ohio, figlia di un ebreo polacco e di una casalinga svizzera, entrambi emigrati in America. Aveva due fratelli Marque ed Esther. Quest’ultima, seguendo i passi della più nota sorella, divenne anche lei un’attrice con il nome d’arte di Lori Bara.

Theodosia Goodman, perché questo era il suo vero nome, studiò all’Università della sua città, dove ebbe modo di appassionarsi alla recitazione. Passione che la spinse, una volta trasferitasi a New York City nel 1908 con la famiglia, a tentare di farne un mestiere, trovando una scrittura in uno spettacolo broadwayano intitolato The Devil.

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

Di innegabile bellezza, venne notata dalla Fox che, per prima, comprese il potenziale cinematografico di questa attrice.

Per prima cosa, le cambiarono il nome. Theodosia divenne Theda. Leggenda vuole che si ispirarono un po’ al suo vero nome e un po’ al fatto che THEDA fosse l’anagramma di DEATH, morte. E a rimarcare questa vicinanza con l’oscurità, affiancarono al nome la parola italiana BARA. Ma non bastava un nome a fare la differenza, ci voleva un passato differente. Così al posto di essere figlia di un polacco, divenne la figlia di uno sceicco arabo e di una cittadina francese o di un’attrice francese e di un noto scultore italiano. Al posto dell’Ohio, venne dichiarata la sua nascita in un’oasi del deserto del Sahara, dove aveva trascorso gran parte della sua infanzia giocando all’ombra della Sfinge. E, per non destare maggiori sospetti, la Fox riuscì persino a convincere tutta la famiglia a cambiare legalmente il cognome da Goodman in Bara!

Il film che la portò alla ribalta fu Cleopatra proprio nel ruolo della regina egizia sfoderando costumi che lasciavano molto poco all’immaginazione.

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

La stampa inventa per lei il termine “vamp” vale a dire un tipo di personaggio femminile che fonde i caratteri genuini delle eroine a una doppia misteriosa vita esotica e sfrenata (un’antenata della femme fatale). Un etichetta che non si staccò mai di dosso, ma che le permise di guadagnare 4.000 dollari alla settimana e di migrare da New York (dove prima sorgevano gli studi della Fox) a Hollywood, che si stava imponendo come il centro dell’industria cinematografica americana.

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

Una fama del genere venne mantenuta fino al 1919 (data del suo ultimo film) e, dall’inizio della sua carriera fino al suo ritiro, venne incoraggiata a istruirsi su misticismo e occulto, così da poter rilasciare interviste all’interno delle quali discorreva con i giornalisti di temi oscuri, aumentando l’alone di mistero che la circondava.

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

Qualche giornale conservatore e puritano, cominciò ad additarla addirittura come strega, come concubina di Satana e come vampira? Nessun problema: a queste persone che arrivano a minacciarla di pubblico rogo o di ucciderla mettendole un paletto nel cuore Theda Bara rispondeva: «Io continuerò a creare vampiri fintanto che la gente continuerà a peccare».

TI CAGHI IN MANO – La storia di Theda Bara, la prima strega del cinema hollywoodiano

Fabio Secchi Frau


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :