Magazine Sport

Tortellini alla tarantina (by CheffAlexandre)

Creato il 01 febbraio 2013 da Simo785
Tortellini alla tarantina (by CheffAlexandre)Tortellini alla tarantina (by CheffAlexandre) Buon venerdì a tutti dal vostro CheffAlexandre!!!   Oggi ricominciamo a muoverci un po’ e a esplorare nuove mete del nostro viaggio sportivo gastronomico. Visto che le cattive abitudini sono dure a morire un recente avvenimento accaduto nella lontana australia mi ha convinto a effettuare un’ altra doppia tappa, si ma l’australia è un falso inizio (come nei Simpson ;-) ) infatti la doppia tappa è dedicata al miglior “doppio” che si possa trovare in circolazione la coppia di tenniste Errani-Vinci fresche vincitrici del loro terzo titolo in un torneo del grande slam l’ Australin Open. Sara Errani nata a Bologna il 29 aprile 1987, è cresciuta e ha vissuto in Romagna, a Massa Lombarda, in provincia di Ravenna. Allenata da Pablo Lozano e David Andres è stata avviata al gioco del tennis dal padre Giorgio all’età di 5 anni, che la iscrive al circolo tennis Villa Bolis di Lugo di Romagna. Professionista dal 2002, ha raggiunto come miglior piazzamento nel ranking WTA il 6º posto il 29 ottobre 2012. Nel doppio la sua migliore posizione è stata la n.1, raggiunta il 10 settembre 2012. Nella sua carriera ha vinto 6 titoli WTA in singolare e 16 in doppio. A livello ITF vanta 3 vittorie in singolare e 6 in doppi Roberta Vinci nata Taranto, 18 febbraio 1983, inizia a prendere la racchetta in mano a sei anni:,  al Circolo Tennis di Taranto . Il suo primo maestro è Davide Diroma. Nel 1995, a 12 anni conduce la squadra femminile under 12 del Circolo Tennis Taranto alla conquista del titolo nazionale di categoria. Si impone, in quegli anni, soprattutto a livello regionale insieme a Flavia Pennetta: le più forti tra le juniores. È con la stessa Flavia Pennetta che nel 1997 vince il doppio femminile al Trofeo Avvenire. A 13 anni, finita la terza media, viene segnalata dai tecnici federali e si trasferisce a Roma per entrare nella Scuola della Federazione Italiana Tennis.

A 17 anni partecipa a tornei in Italia e in Europa, da 10-20-25.000 dollari e sino a 18 anni fa parte della Nazionale juniores. Rimane a Roma, dove fa base per l’attività sportiva, è tesserata e socio onorario del Tennis club Parioli, dove si allena.

Le due tenniste come coppia di doppio hanno vinto 14 tornei di cui appunto 3 titoli del grande slam,  nel 2012 il Roland Garros di Parigi e gli U.S. open di New York ed infine il25 gennaio scorso conquistano l’ australian open di Melbourne, successsi che permettono alle due tenniste di essere le N.1 del ranking WTA di doppio. Insieme Hanno fatto parte delle nazionale italiana vincitrice della federation cup nel 2009 e nel 2010 (la Vinci vanta anche una vittoria nell’ edizione 2006).

Per tributare questa coppia vincente ho deciso di unire i tortellini (come tutti sapete bolognesissimi come Sara) e le cozze alla tarantina  (ricetta appunto della terra natale di Roberta) adattandole come sugo e sperando di appagare il vostro palato in maniera altrettanto vincente!!!

 

Ingredienti per 4 persone

500gr di tortellini ricotta e spinaci

1kg di cozze

peperoncino q.b.

3 spicchi d’aglio

600gr di polpa di pomodoro

1/2 bicchiere di vino bianco

4 cucchiai di olio extravergine d’ oliva

sale q.b.

pepe nero q.b.

prezzemolo 3 ciuffi

 

Preparazione

Pulite molto accuratamente le cozze eliminando tutti i residui attaccati al guscio ( con una spazzola o sfregandole tra di loro con del sale grosso) ed i barbigli.

In un tegame mettete l’olio, uno spicchio d’aglio intero,un ciuffo di prezzemolo e le cozze sfumate con il vino bianco e cuocete fino a che i molluschi non si saranno aperti, dopodiche lasciateli intiepidire, eliminate i gusci e filtrate il liquido di cottura conservando da parte il tutto

Ponete in un’ ampia padella un cucchiaio d’olio due spicchi d’ aglio tritati, aggiungete il peperoncino tritato e unite la polpa di pomodora, salate leggermente (il liquido di cottura delle cozze è già moto saporito) e fate cuocere a fuoco medio per 5 minuti, aggingete ora le cozze e il loro sugo e continuate la cottura per altri 5 minuti. Pepate e cospargete co il prezzemolo rimanente tritato in precedenza.

Aggiungete nella padella i tortellini già cotti e fate saltare il tutto.

 

Siete pronti ora impiattate i vostri tortellini e serviteli caldi accompagnati da un calice di falanghina e buon appetito!!!

Ovviamente non dimentichiamoci di levere i calici per i veri campioni, il nostro comune patrimonio

:-)

Vi auguro uno spettacolare week-end, a venerdì prossimo sempre sulle pagine virtuali del mitico BarFrankie!!

Il vostro affezionatissimo CheffAlexandre.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog