Magazine Politica Internazionale

Tunisia: il colpo di stato democratico?

Creato il 09 febbraio 2013 da Italianidicartagine
"Colpo di stato piu democratico, sottile e intelligente nella storia della Tunisia" cosi ha definito un Mohamed Hedi Zaiem, Professore Tunisino dell'Universita di Tunisi in un articolo apparso a poche ore dall'ultim annuncio di Mohamed Jebali, capo del governo, che ha confermato oggi la sua decisione di licenziare i ministri dela Troika e di nominare un governo di tecnocrati parti indipendenti. Promette di non correre alle prossime elezioni e si impegna anche a dimettesi in caso di fallimento dei negoziati
Ci sono molte tensioni all'interno del partito della troika (Ennahdha - CRP - Takatol) e in particolare nel Ennahdha, ma la proposta di Jebali potrebbe raccogliere consensi tra vari partiti dell'opposizione, e all'interno della stessa Ennahdha. Secondo il prof. Zaiem, anche il partito finirebbe per sostenerla, per nascondere la propria frattura interna.
Tunisia: il colpo di stato democratico?Oggi, una parte del partito Ennahdha ha organizzato una contro-manifestazione presso Avenue Habib Bourguiba, raccogliendo poche migliaia di persone sul viale (contro il milione e 400,000 di ieri)
Pullman organizzati di sostenitori del partito islamico hanno cantato slogan contro l'RCD (il vecchio partito di Ben Ali) contro la Francia (che nei giorni precedenti aveva espresso preoccupazioni sull'uccisione di Belaid) e hanno lanicato minacce di di reazione violenta a chi dovesse attaccare la la legittimità del partito di governo
Una prova di forza in gran parte fallita, che ha mostrato la spaccatura interna e la debolezza del partito, di fronte al successo delle forze dell'opposizione.
I tunisini (e non soli) rimangono con il fiato sospeso

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog