Magazine Cucina

Un pic nic in casa

Da Silva Avanzi Rigobello

Ci sono alcune occasioni in cui anziché il pranzo della domenica classico e consueto, è meglio offrire una specie di pic nic… placè.
Qualche settimana fa, per esempio, le circostanze della riunione di famiglia suggerivano proprio una soluzione di questo tipo.
Eravamo nove persone, di tre generazioni, e tutti ci siamo goduti un pranzo freddo, già servito in tavola: così anche la padrona di casa (che come avrete capito ero io) è potuta restare seduta con gli altri per tutta la durata del pasto.
Ed è stato bellissimo.
L’abbondanza e la qualità del cibo non ne hanno certo risentito ed è stato anzi un modo molto informale e conviviale di pranzare festeggiando un compleanno.
Avevo preparato una grossa pissaladière, una pie di sfoglia (di cui vi ho dato le ricette rispettivamente nei post del 6 luglio e dell’11 giugno), una “pizza” pomodorini e scamorza, una ricca, classica insalata nizzarda e il vitello tonnato, servito con sottoli e sottaceti.
Anche dell’insalata Nizzarda abbiamo più o meno già parlato e la pizza classica la sapete fare di sicuro, quindi non mi resta che descrivere il mio vitel tonnè, come lo chiamava la mia mamma, ritenendo che la denominazione francese giustificasse un piatto non quotidiano, raffinato ed elegante. Il mio papà ne andava pazzo.
Anche per me il vitel tonnè è rimasto un piatto simbolo delle occasioni speciali, dei pranzi di compleanno e dei festeggiamenti in generale.
Ho molte ricette e conosco diversi modi per prepararlo, ma il più antiquato, banale, familiare e soddisfacente è quello di cui vi do la ricetta. Senz’altro il vostro sarà anche più buono, ma il mio parla di casa, di tradizioni e di affetti.

20131203-105649.jpg

Si fanno lessare 1200-1400 gr di girello di vitello, privato di tutte le cartilagini, con 1 gambo di sedano, 1/2 cipolla piccola, 1 carota, 1 foglia di alloro, 1 chiodo di garofano, 1 pezzetto di buccia di limone, 1/2 cucchiaino di sale grosso, 1 bicchiere di vino bianco e l’acqua sufficiente a coprire appena la carne.
Ci vorrà un po’ più di 1 ora perché sia cotta a puntino, tenera e morbida.
Si lascia raffreddare nel suo brodo, poi si scola e si mette in frigorifero meglio fino al giorno successivo: per essere tagliata a fette sottili infatti deve essere molto fredda e compatta.
Si prepara nel frattempo la salsa tonnè. Si frullano 2 scatolette piccole di tonno sgocciolato insieme a 1 tazza di maionese, 1 cucchiaiata di capperi sciacquati, 2 acciughette sott’olio, 1 pizzico di pepe bianco e 1/2 bicchiere di liquido di cottura filtrato.
Quest’ultima aggiunta è fondamentale, una sorta di segreto dello chef che infonde un particolare sapore di fondo, non riconoscibile ma avvertibile, alla salsa.
Salsa che deve risultare densa e cremosa (che eventualmente si aggiusta aggiungendo altro liquido o altra maionese, secondo necessità) con la quale si coprono generosamente le fettine di vitello allineate leggermente sormontate su un grande piatto da portata.
Si completa decorando con qualche cappero e servendo a parte carciofini, funghetti e cetriolini. Come una volta.

Ricetta da tener presente anche per le prossime Feste, perché… dai diciamolo in coro: fra poco è veramente Natale!


Archiviato in:Secondi piatti Tagged: capperi, Girello di vitello, maionese, tonno

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Un sempre gradito premietto! ^^

    sempre gradito premietto!

    Et Voillà!La mia collega Angela di Sweet Angel mi ha girato un graditissimo premio, esatto, quello che vedete qui sopra! Lei è un' ingegnerA veramente brava e h... Leggere il seguito

    Da  Hedysa
    CUCINA, DIARIO PERSONALE, RICETTE
  • Un weekend a Vettignè

    weekend Vettignè

    ...è già trascorsa una settimana, sembra ieri quando sono partita alla volta di Vettignè senza sapere cosa mi aspettava.Avevo tanta voglia di conoscere le mie... Leggere il seguito

    Da  Zibaldoneculinario
    CUCINA, RICETTE
  • Un pericolo... annunciato!!!

    pericolo... annunciato!!!

    BROWNIE ALLE CILIEGIE (dosi valide per uno stampo da 26 cm) Ingredienti: 160 gr di farina "00"; 120 gr di zucchero semolato; 120 gr di zucchero di canna; 110... Leggere il seguito

    Da  Debora
    CUCINA, RICETTE
  • Un ricettario Rock n’ Roll

    ricettario Rock Roll

    Oggi finalmente vi raccontiamo la nostra favolosa avventura con Bavaria. Verso la fine di gennaio, l’agenzia di comunicazione che segue Bavaria, ci chiama per... Leggere il seguito

    Da  Cami
    CUCINA, RICETTE
  • Il nespolino...un fantastico ammazzacaffè!

    nespolino...un fantastico ammazzacaffè!

    Quando ho visto la ricetta del nespolino dalla cara Sabry, non sono riuscita a non provarci...ho un debole per i liquori fatti in casa e questo mi ispirava... Leggere il seguito

    Da  Zibaldoneculinario
    CUCINA, RICETTE
  • Il Tirolo in un barattolo

    Tirolo barattolo

    Io amo il Tirolo. Ma ancor di più amo chi ha pensato di fare una marmellata al gusto di Tirolo : sambuco - prugna - mela della famiglia Unterweger, un fantastic... Leggere il seguito

    Da  Dolcemporiofirenze
    CUCINA, RICETTE
  • Un aperitivo a Marano Lagunare

    aperitivo Marano Lagunare

    Ciao ragazze mie!Se avete deciso di trascorrere le vacanze in Friuli o se pensate di spostarvi verso la Croazia, fate una tappa a Marano Lagunare, in provincia... Leggere il seguito

    Da  Vmarangoni
    CUCINA, RICETTE

Dossier Paperblog

Magazines