Magazine Cultura

Una cucina km 0

Creato il 27 gennaio 2011 da Crjcrj

Fiore di cavoloHa beccato anche me!
“Petardina Poppins” è stata presa di mira dall’influenza!
Sono tutta un gocciolar di naso e tosse catarrosa :-( mannaggia a bubbà!
Tuttavia la mia voglia di sperimentare ricette rimane sempre ed eccomi allora a sfogliare il nuovo numero di Cucina naturale, alla ricerca di un spunto di stagione, di un bel piatto a km 0
E i miei desideri sono subito accontentati da questa facile ricetta che vi posto. Semplice, di stagione (chi non ha finocchi e cavolfiori nel frigo), e con un pizzico di fantasia che mi piace (servire i crostini, accanto alle porzioni di zuppa, in vasetti di vetro – quelli con la chiusura ermetica, per capirci)

Vellutata di cavolfiore all’aneto con crostini alle erbe
500 gr di cimette di cavolfiore
400 gr di cuori di finocchio
2 scalogni
400-500 ml di brodo vegetale
250 ml di latte
20 gr di burro
1 mazzetto di aneto
qualche bacca di pepe rosa
sale e pepe

Per i crostini:
6 fette di pancarré integrale
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 mazzetto piccolo di prezzemolo o erba cipollini tritato
1 pizzico di aglio
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
sale e pepe

Tritate finemente gli scalogni e poi fateli appassire col burro senza farli scurire. Unite le cimette di cavolfiore e i cuori di finocchio, tagliati a fette spesse circa 1 cm. Lasciate insaporire per 2 minuti, pepate e coprite a filo col brodo vegetale. Quando si alzerà il bollore, versate il latte, coprite e cuocete per altri 10 minuti, finchè gli ortaggi saranno molto morbidi.
Frullate la minestra con il frullino a immersione (eventualmente levate del brovo per avere un risultato più denso), unite l’aneto tritato, controllate il sale e completate con qualche grano di pepe rosa pestato.
Eliminate la crosta dal pancarré e tagliatelo a cubetti piccoli. In una ciotola mescolatelo con l’olio, il prezzemolo o l’erba cipollina, eventualmente l’aglio (se vi garba), il parmigiano, un pizzico di sale e di pepe.
Infornate i cubetti in una placca ricoperta con carta da forno a 180 °C finchè non risulteranno croccanti e dorati, pronti così per essere serviti con la vellutata.


Tagged: cavolfiori, ricette

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Una vignetta

    vignetta

    Pubblico con piacere una vignetta della serie "Io il Cinquino", ideata e disegnata da un illustratore livornese, Claudio Monteleone (seguirà a breve un... Leggere il seguito

    Da  Scuolasara
    CULTURA
  • Una rosa che sboccia

    rosa sboccia

    Ibernati, incoscienti, inesistenti,proveniamo da infiniti deserti.Fra poco altri infiniti ci aprirannoali voraci per l’eternità.Ma qui ora c’è l’oasi, catenadi... Leggere il seguito

    Da  Linda
    CULTURA, POESIE
  • 16. Una faccenda scontata

    faccenda scontata

    da qui Leopoldo è in crisi: non si aspettava l’apparizione di Musil, che ha dato del romanzo un’interpretazione, a lui pare, assai diversa da quella che ci si... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Una vita violenta

    vita violenta

    1962, Brunello Rondi, Paolo Huesch.La storia di un ragazzo di borgata, Tommaso Puzzilli, nella Roma sottoproletaria di periferia. Leggere il seguito

    Da  Robydick
    CINEMA, CULTURA
  • 18. Una domanda

    domanda

    da qui - Ascolta, Leopoldo. Ha cominciato a parlare all’improvviso, emergendo da un raccoglimento intenso. - So bene che stai cercando una risposta alla... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Una voce dalle Filippine

    Nastassha S. Teodosio è un soprano leggero, e probabilmente ancora nella fase primaria dello studio del canto. Si sentono già le sue capacità ma non deve avere... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • È una piccola città

    piccola città

    Il campanello stava suonando ma io li avevo visti scendere dalla macchina già diversi minuti prima. Dall’inizio della mattinata mi tenevo in equilibrio col ment... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA

Dossier Paperblog

Magazine