Magazine Cultura

Una favola allegra

Creato il 30 novembre 2011 da Unarosaverde

Dopo la storia triste di ieri, questa mattina è il turno di una favola allegra, scritta da un autore che adoravo quando ero piccola. Allora questa storia mi inquietava, mi chiedevo come fosse possibile vivere in un corpo trasparente, come il bambino riuscisse a proteggersi dagli altri, a mantenere una sua dimensione segreta. Ora invece, quando la rileggo, mi scopro ad invidiare molto Giacomo di Cristallo. Credo fosse un ragazzino molto saggio, un essere libero. Buona ultima giornata di novembre.

Una volta, in una città lontana, venne al mondo un bambino trasparente. Attraverso le sue membra si poteva vedere come attraverso l’aria e l’acqua. Era di carne e d’ossa e pareva di vetro, e se cadeva non andava in pezzi, ma al più si faceva sulla fronte un bernoccolo trasparente.
Si vedeva il suo cuore battere, si vedevano i suoi pensieri guizzare come pesci colorati nella loro vasca.
Una volta, per sbaglio, il bambino disse una bugia, e subito la gente poté vedere come una palla di fuoco dietro la sua fronte: ridisse la verità e la palla di fuoco si dissolse. Per tutto il resto della sua vita non disse più bugie.
Un’altra volta un amico gli confidò un segreto, e subito tutti videro come una palla nera che rotolava senza pace nel suo petto, e il segreto non fu più tale.
Il bambino crebbe, diventò un giovanotto, poi un uomo, e ognuno poteva leggere nei suoi pensieri e indovinare le sue risposte, quando gli facevano una domanda, prima che aprisse bocca.
Egli si chiamava Giacomo, ma la gente lo chiamava “Giacomo di cristallo”, e gli voleva bene per la sua lealtà, e vicino a lui tutti diventavano gentili.
Purtroppo, in quel paese, salì al governo un feroce dittatore, e cominciò un periodo di prepotenze, di ingiustizie e di miseria per il popolo. Chi osava protestare spariva senza lasciar traccia. Chi si ribellava era fucilato. I poveri erano perseguitati, umiliati e offesi in cento modi.
La gente taceva e subiva, per timore delle conseguenze.
Ma Giacomo non poteva tacere. Anche se non apriva bocca, i suoi pensieri parlavano per lui: egli era trasparente e tutti leggevano dietro la sua fronte pensieri di sdegno e di condanna per le ingiustizie e le violenze del tiranno. Di nascosto, poi, la gente si ripeteva i pensieri di Giacomo e prendeva speranza.
Il tiranno fece arrestare Giacomo di cristallo e ordinò di gettarlo nella più buia prigione.
Ma allora successe una cosa straordinaria. I muri della cella in cui Giacomo era stato rinchiuso diventarono trasparenti, e dopo di loro anche i muri del carcere, e infine anche le mura esterne. La gente che passava accanto alla prigione vedeva Giacomo seduto sul suo sgabello, come se anche la prigione fosse di cristallo, e continuava a leggere i suoi pensieri.
Di notte la prigione spandeva intorno una grande luce e il tiranno nel suo palazzo faceva tirare tutte le tende per non vederla, ma non riusciva ugualmente a dormire.
Giacomo di cristallo, anche in catene, era più forte di lui, perché la verità è più forte di qualsiasi cosa, più luminosa del giorno, più terribile di un uragano.

Gianni Rodari


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Una mamma albero

    mamma albero

    Lucia Panzieri, Cristiana CerrettiLapis, 2007, 32 p.IllustratoEtà di lettura: scuole dell'infanzia"Questa è la storia bellissima della mia mamma albero. La mia... Leggere il seguito

    Da  Milena Z
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • una bella storia e una madeleine_fulvio ervas

    bella storia madeleine_fulvio ervas

    Nell'articolo del "Giornale" sul bestseller di Fulvio Ervas si dice che il libro ha venduto ottantamila copie e che altre ventimila se ne prevedono. Leggere il seguito

    Da  Aa
    CULTURA, LIBRI
  • Che cos’è una “fillette” ?

    cos’è “fillette”

    Alexdi Pierre Lemaitrepagine 341 Mondadori € 17,90(…)di colpo Alex capisce.Non sono più solo i croccantini.Lo capisce quando vede la testa di un enorme ratto... Leggere il seguito

    Da  Luigiderosa
    CULTURA, LIBRI
  • Quatrro Voci, Una Storia

    Quatrro Voci, Storia

    LA VERA BIOGRAFIA DI GESU’ NARRATA DA 4 LETTERATI DI FINE SEICENTO IN LINGUA VOLGARE (attingendo alle fonti canoniche, ma non solo)- Prologo-Questa è la... Leggere il seguito

    Da  Albix
    CULTURA, LIBRI
  • Ho una coperta rossa…

    coperta rossa…

    Il manuale completo cavallodi Ippolita Orsi Giunti pagine 190 e 14,90 “ Ho una coperta rossa, ho una coperta nuova, per la schiena liscia del mio cavallo di... Leggere il seguito

    Da  Luigiderosa
    CULTURA, LIBRI
  • L’effetto di una retorica

    Mi deprime che la verità di un sopruso sembri l’effetto di una retoricap.122Tempo sprecato, i poteri grandi e quelli piccoli non temono le belle parole,... Leggere il seguito

    Da  Vivianascarinci
    CULTURA, LIBRI
  • Una domenica fantastica

    domenica fantastica

    Se siete appasionati di fantasy e seguite un po' gli scrittori esordienti italiani, domenica 10 settembre potete scegliere tra due eventi (dipende dalla vostra... Leggere il seguito

    Da  Rox186
    CULTURA, LIBRI

Magazines