Girolamo Monaco

Descrizione

Dopo tanti anni di lavoro educativo (ormai quasi 20) a contatto diretto e quotidiano con i giovani del circuito penale per i minorenni sento il bisogno di uno spazio di riflessione e confronto sui temi educativi.
L’idea di un blog sulle narrazione autobiografiche educative risponde all’esigenza di curare un diario sull'esperienza educativa dentro il contesto chiuso del carcere per i minorenni, il rapporto con i giovani, le esperienze di narrazione autobiografica, i possibili percorsi del cambiamento.
 


I MIEI BLOG

  • narrazioni autobiografiche educative http://narrazioni.blogattivo.com/

    diario sull'esperienza del lavoro educativo dentro il contesto chiuso del carcere per i minorenni, il rapporto con i giovani, le esperienze di narrazione autobiografica, i possibili percorsi del cambiamento.

ULTIMI ARTICOLI (98)

  • narrazioni.blogattivo

    Mi affeziono al mio diario quotidiano e nascosto, testimone delle mie giornate di lavoro cariche di pensieri e fatiche, distillato di vita affidato alla cura... Leggere il seguito

    Pubblicato il 17 marzo 2016
  • La voce di chi non ha voce

    Ho deciso di pubblicare tutto quello che abbiamo prodotto durante i nostri laboratori di scrittura autobiografica in carcere. Dobbiamo diventare voce di chi... Leggere il seguito

    Pubblicato il 05 marzo 2016
  • Sopravvivere in carcere

    La prima cosa per sopravvivere in carcere: evitare di pensare. Ancora non ho capito nulla, ma a che serve capire? Si guarda ancora al passato come insieme di... Leggere il seguito

    Pubblicato il 03 marzo 2016
  • Ancora sull'educazione semplice

    Cerchiamo un modello di educazione minima che si affianca ad una visione della vita come realtà semplice, lenta, limpida, quotidiana e regolare, vita leggera ch... Leggere il seguito

    Pubblicato il 02 marzo 2016
  • Amore impossibile

    Il quotidiano è il mio amore impossibile, stare cioè presente alla vita, oggi, ora, adesso, qui con voi e dentro la mia storia. Leggere il seguito

    Pubblicato il 12 febbraio 2016
  • L'educatore militante e partigiano

    L'impegno dell'educatore verso l'attivazione di processi di cambiamento si materializza in una attività militante, impegnata ed esposta sui temi relativi alle... Leggere il seguito

    Pubblicato il 10 febbraio 2016
  • Modelli di vita: l'educazione semplice

    L'educazione semplice. Abbiamo assunto un modello educativo che aspira alla vita semplice, lenta, limpida, quotidiana e regolare, vita leggera che attraversa... Leggere il seguito

    Pubblicato il 08 febbraio 2016
  • L'educazione leggera

    Ti posso regalare un sorriso ma io non posso regalarti il tempo per godere della gioia ch'esso ti da. Ti auguro allora di prendere il tempo per fare quello che... Leggere il seguito

    Pubblicato il 04 febbraio 2016
  • la vita illogica del carcere

    La mancanza della normalità e la tendenza a complicare le cose. Uno dei tratti dominanti della vita del carcere è dato dalla ripetizione dei comportamenti,... Leggere il seguito

    Pubblicato il 03 febbraio 2016
  • il carcere inutile

    La struttura detentiva e la personalità del detenuto La vita dentro la cella e il ritmo della sezione detentiva foggiano un tipo di mentalità particolare, dai... Leggere il seguito

    Pubblicato il 27 gennaio 2016
  • il carcere inutile

    Esiste un insopprimibile impulso a ritornare in carcere, una forza interiore potente e irrazionale che porta a delinquere e sfidare un altro arresto anche dopo... Leggere il seguito

    Pubblicato il 25 gennaio 2016
  • Obiezione e disobbidienza civile

    L'educatore disubbidiente. Lavoro per trasformare la critica in disobbedienza, la protesta in obiezione. Ogni educatore pone quesiti e ne suscita sempre di... Leggere il seguito

    Pubblicato il 21 gennaio 2016
  • Girolamo Monaco, educatore

    L'educatore fallito Abbiamo obbedito ad ordini affrettati e dubbi, e in questo modo siamo diventati parte importante di una catena anonima e automatica che ha... Leggere il seguito

    Pubblicato il 20 gennaio 2016
  • Girolamo Monaco, educatore

    L'educatore imperfetto. Non c'è esperienza educativa senza la capacità di attivare procedure riflessive sui fatti della vita. Educare significa cioè porre... Leggere il seguito

    Pubblicato il 19 gennaio 2016
  • Il futuro sarà di tutta l'umanità

    futuro sarà tutta l'umanità

    In questo viaggio ogni lettore potrà cogliere spunti per riflettere su ciò che è il carcere. Si tratta di un resoconto di vite realizzato attraverso il... Leggere il seguito

    Pubblicato il 18 gennaio 2016
  • Le quotidine contraddizioni dell'educatore

    Ho imparato ad accettare la precarietà delle mie contraddizioni come parte costitutiva del mio mestiere debole che incontra senza imporsi, propone senza... Leggere il seguito

    Pubblicato il 15 gennaio 2016
  • Le quotidiane contraddizioni dell'educatore

    Ho imparato ad accettare la precarietà delle mie contraddizioni come parte costitutiva del mio mestiere debole che incontra senza imporsi, propone senza... Leggere il seguito

    Pubblicato il 15 gennaio 2016
  • L'amore precario

    Si può gioire della quotidiana precarietà e per questa via accettare il vincolo profondo dell'attaccamento alla vita. Io conosco solo l'amore normale, la... Leggere il seguito

    Pubblicato il 13 gennaio 2016
  • Declinare le attese

    Non c'è tempo della vita che è inutile, non esiste il “tempo morto”, e tra tutti il tempo delle attese è massimamente ricco e fecondo. Una relazione educativa... Leggere il seguito

    Pubblicato il 12 gennaio 2016
  • Ancora appunti sull'Educare...

    Il nucleo dell'educazione rimane nascosto nella fragile capacità di una relazione di aiuto che cerca di attraversare i segni che gli altri rimandano circa la... Leggere il seguito

    Pubblicato il 11 gennaio 2016