Magazine Sport

Valeria Straneo: tutto pronto per Turin Marathon

Creato il 15 novembre 2012 da Sportduepuntozero
15/11/2012 By Leave a Comment

Valeria StraneoPer Valeria Straneo, 36enne alessandrina che ha saputo esprimersi ad altissimi livelli nella maratona olimpica di Londra 2012, chiusa all’8° posto, quella con la Turin Marathon di domenica 18 novembre può definirsi quasi una “prima assoluta”: <<In realtà ho già corso a Torino nel lontano 2000 – afferma la disponibilissima Straneo – ma le condizioni erano completamente diverse da quelle di oggi. Questo sia in chiave personale che sotto il profilo del percorso della competizione, assolutamente non identificabile con l’attuale>>. Dal 2000 ad oggi la vita di Valeria, è mutata radicalmente. Ha preso forma la sua famiglia, con un marito e due figli, si è materializzato il conseguimento della laurea in Lettere proprio all’Università di Torino, nel 2010 ecco il passaggio al professionismo dopo tante stagioni vissute da onesta frequentatrice dei circuiti di seconda fascia. Quali sensazioni prova nel presentarsi al via della Turin Marathon edizione numero 26 come una delle atlete favorite?: <<E’ certo una bella emozione, nonché una bella responsabilità. Sono contenta di esserci poiché la gara si annuncia di ottimo livello tecnico. Potrebbe essere una battaglia tra me, la keniota e l’etiope, quella per il primo posto. Cercherò di dare il meglio puntando chiaramente alle prime piazze. Spero solo di star bene e non accusare problemi fisici. I 42 chilometri della maratona sono terribili proprio per questo motivo…da un momento all’altro, nonostante si sia fatto tutto per presentarsi in condizione, le insidie possono bussare alla tua porta. Mi ero preparata per la Maratona di New York – prosegue la campionessa azzurra – e ho dovuto “stiracchiare” di 15 giorni la stessa preparazione. L’ho fatto volentieri anche per non gettare al vento i due mesi intensi di lavoro effettuati. Mi sarebbe piaciuto molto competere nella gara della “Grande Mela”, alla quale ero stata invitata, e al cospetto delle maratonete più forti del mondo. Purtroppo la catastrofe atmosferica che si è abbattuta su New York lo ha impedito>>.
Correre a Torino è un po’ come essere a casa: <<
Conosco la città per motivi di studio e a Torino occasionalmente capito ancora. Non, però, in tutte le sue forme – scherza – piuttosto nel tratto che congiunge la stazione a via Verdi, quello che conoscevo a memoria durante il mio percorso scolastico. Poi mi allenavo al Parco del Valentino, quindi le sinergie con Torino e con la regione, essendo io alessandrina, ci sono tutte>>. Sarà presente anche la sua famiglia a fare il tifo?: <<Mio marito sicuramente. Sperando nella clemenza del tempo anche i miei figli, i miei genitori e molti amici. In questo senso sarà un po’ come gareggiare in casa>>. Quella di Torino sarà l’ultima maratona del 2012 per Valeria Straneo. Poi, in ottica 2013?: <<Poi staccherò, riposerò e penserò con calma alla stagione 2013. Sarà un anno meno intenso per quanto concerne le maratone. Mi allenerò pensando alle “mezze” e ai 10.000. Di maratona ne farò solo una, in autunno, ma devo ancora decidere quale>>.


Difficile ritrovare motivazioni dopo aver corso e così bene una maratona olimpica?: <<Dopo Londra ho staccato per un mese, per ritrovare le necessarie energie fisiche e mentali. Poi è giunto l’invito dagli organizzatori di New York ed ho ritrovato immediatamente gli stimoli. Li ho conservati ed è per questo che spero di far bene domenica lungo il percorso molto rinnovato della Turin Marathon>>. La parola passa ora alla gara, ma che Valeria sarà tra le protagoniste possiamo sottoscriverlo senza paura di essere smentiti. 

Condividi via:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google +1
  • Pinterest
  • StumbleUpon
  • Tumblr
  • Digg
  • Email
  • LinkedIn
  • Reddit
  • Stampa

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :