Magazine Informazione regionale

Viceministri e sottosegretari, un film horror

Creato il 03 maggio 2013 da Cremonademocratica @paolozignani

Uno sguardo al blog Fullpolitic in un clima sereno, bevendo un thé e pensando a Micciché, e si scopre, cliccando leggiadramente sul link http://www.fullpolitic.com/2013/05/governo-letta-sottosegretari-la-notte.html, quanto garbo vi sia nel premier E. Letta e nel suo vice Alfano. Un tempo si firmava vice l’autore delle critiche berlusklibecinematografiche, un tipo di giornalista semi-estinto, o evolutosi in blog o spazi minimali sui quotidiani. La critica è vietata. Il destino del vice, così divagando dato che al governo è predestinata la solita peculiare tipologia, senza sorprese, è però cambiato. Ideologi da cineforum? Ma neanche a parlarne! Ritroviamo i soliti personaggini. Ecco un simpaticissimo florilegio, seguito da una nostra lieta aggiunta. Quanto all’intero elenco i criteri di scelta non sono meno raffinati: l’uno a te, l’altro a me. 

Solo alcuni nomi: Bruno Archi, teste pro-Berlusconi nel processo Ruby, secondo cui nel pranzo con Mubarak si parlò della minorenne come sua parente: viceministro agli Esteri, dietro la Bonino.

Sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali va Jole Santelli, ex avvocato studio Cesare Previti, fino al 2006 si è occupata di amministrazione della giustizia e leggi ad personam per il Cavaliere: “Furono tutte leggi di interesse generale”.

 

Sottosegretario alle Politiche Agricole Forestali e Alimentari : Giuseppe Castiglione, coinvolto e poi prosciolto da un’accusa di associazione mafiosa e assolto da un’accusa di turbativa d’asta,  genero dell’ex senatore di Forza Italia Giuseppe Firrarello, condannato in via definitiva a due anni per corruzione e turbativa d’asta.

 

Gianfranco Miccichè, vice ministro Pubblica Amministrazione e Semplicazione, uomo vicinissimo a Berlusconi, considerato un vicerè della Sicilia.

 

Carla Anna Ilaria Borletti dell’Acqua, coniugata Buitoni, ha donato 710mila euro a Scelta Civica. Doveva entrare nel governo Monti come ministro, ma è entrata come sottosegretario in quello Letta. C’è anche la senatrice Simona Vicari, sottosegretario allo Sviluppo Economico, che solo qualche giorno fa aveva detto: “Berlusconi è l’uomo più perseguitato dalla giustizia. E non il più perseguitato della politica, dell’Italia o dell’Europa, ma dell’umanità”.

L’elenco dei 40 sottosegretari del Governo Letta

  Simone Lettieri

Ma non basta. c’è anche un interessante sottosegretario all’Ambiente e alla Tutela del territorio e del mare. Sarà un esperto. com’è no, basta guardare il curriculum. E’ Marco Flavio cirillo, un pezzo grosso del Pdl, che è stato addirittura sindaco di Basiglio in provincia di Milano, importante comune dove scorre il fiume Olona, inquinato da far paura a leggere il corriere della sera. Da sindaco a sottosegretario: c’è una speranza per tutti nella vita.

Al Lavoro e Politiche sociali non poteva mancare carlo dell’Aringa, prof. della cattolica di Milano in quota Pd. Dell’Aringa è uno storico collaboratore di Marco Biagi. Insomma l’uomo giusto per combattere il precariato che anche lui ha contribuito a creare, non si sa quanto suo malgrado, considerato che il ministro era Maroni.

contentino per il povero Matteo Renzi, che ha avuto in premio una sottosegretaria: Simonetta Giordani (Beni e Attività culturali e turismo).


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog