Magazine Motori

Williams FW18: uno dei gioielli di Newey

Da Carlo69 @F1Raceit
Storia williams fw18 1996

Published on ottobre 18th, 2012 | by Carlo Di Berardino

0

Williams FW18: uno dei gioielli di Newey

Adrian Newey non e’ solo Red Bull. Ma e’ stato anche al centro delle ultime vittorie di uno dei team piu’ blasonati in F1: la Williams.  Ma soprattutto fu al centro della progettazione di una delle monoposto migliori degli ultimi venti anni.

Si tratta della Williams FW18 che vinse il campionato del mondo con Damon Hill nel 1996, insieme al campione del mondo del 1997, Jacques Villeneuve.

Il palmares della FW18 e’ fatto di 12 vittorie, 12 pole position, 11 giri veloci, 21 podi e 25 volte con partenza in prima fila in quella che era una stagione che contava 16 gare.

La vettura fu progettata e messa a punto da Patrick Head e Adrian Newey, i quali seguendo la politica prudente della FIA in termini di regolamenti, decisero di mettere a punto una vettura che si distingueva solo marginalmente dalla FW17, l’unica vera oppositrice al dominio Benetton/Schumacher del 1995.

Il duo Head/Newey si divise i compiti. Mentre Head lavorava sul design delle sospensioni, il genio della Red Bull si dedicava alla struttura aereodinamica, mettendo a punto diverse cose che poi rivedremo nelle vetture successive ed in altre scuderie. In particolare, Newey lavoro’ sui diffusori, sulla posizione della scatola del cambio, che non fu radicalmente modificata rispetto alla Fw17, ed inoltre a quella che e’ la specializzazione di Newey, e cioe’ i diffusori.

Il cocktail fu fenomenale. Il carico aereodinamico generato dal design delle sospensioni di Head e la struttura aereodinamica messa a punto da Newey, fecero si che la monoposto non fosse solo senza pieta’ in pista, ma fosse anche una delle piu’ belle monoposto mai disegnate.

Il tutto spinto dal Renault V10, il quale, avendo risolto molti dei problemi di affidabilita’ che lo avevano afflitto l’anno prima, contribui a dare alla Williams due vittorie in altrettanti campionati.

Se pensiamo alla situazione della Williams adesso, e’ sembrato a tutti una sorta di canto del cigno, prima di sprofondare in negli anni 2000, avari di soddifazioni per il team di Grove ma che furono soprattutto anni targati Michael Schumacher.

Tags: damon hill, jacques villeneuve, williams


About the Author

Carlo Di Berardino



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :