Magazine Attualità

WTA Rio: Sara Errani vince il suo ottavo titolo!

Creato il 22 febbraio 2015 da Retrò Online Magazine @retr_online

Prosegue il brillantissimo inizio di stagione del tennis italiano e arriva anche il primo titolo in singolare dopo le sconfitte in finale di Seppi a Zagabria e di Vanni a San Paolo. Ci riesce a Rio de Janeiro Sara Errani, che si impone in due set sull’emergente slovacca Anna Schmiedlova con il punteggio di 7-6 6-1, tra un primo set lottato ed un secondo dominato.

Sara Errani in questa settimana di Rio aveva sconfitto ai primi due turni la padrona di casa Teliana Pereira (6-3 6-3) e la spagnola Lourdes Dominguez Lino (6-0 7-5), poi aveva approfittato del ritiro della giovane brasiliana Beatriz Haddad Maia (3-6 7-6 3-0, con tre match point annullati dalla romagnola nel secondo set) e infine superato la svedese Johanna Larsson (7-5 6-3), per regalarsi la diciassettesima finale in singolare sul circuito WTA.

L’avversaria odierna è invece la ventenne slovacca Anna Schmiedlova, che in semifinale ha ceduto un set alla Begu dopo aver perso soli nove game nelle prime tre sfide del suo convincente torneo, disputato da testa di serie numero 6. Per lei, finalista del Roland Garros junior del 2012 e quindi ottima interprete della terra rossa, si tratta della prima, meritata, finale maggiore in carriera.

La cronaca del match

L’atto conclusivo del torneo international di Rio de Janeiro si inaugura con un break elaborato in favore dell’azzurra, che tuttavia non riesce a comandare a piacimento dalla linea di fondo ed è sovente costretta a lunghi scambi contro i potenti fondamentali dell’avversaria. I break procedono ininterrotti per più di mezz’ora, finché Sarita allunga sul 4-2 e avrebbe persino la chance di aumentare il divario. Purtroppo la manca e da quel punto la slovacca prende il sopravvento con degli ottimi attacchi di rovescio. In pochissimo tempo la Errani è addirittura costretta ad annullare un set point (con un grande bimane lungolinea) sul 4-5, ma proprio quel vincente la proietta di nuovo sulla scena, con la Schmiedlova che perde le misure e cede ancora il servizio con un doppio fallo. Anche il dodicesimo game non è avaro di emozioni: Sara fallisce il set point e la Schmiedlova, anche grazie ad un chop strettissimo con il dritto, la trascina al tie-break. Qui il nastro aiuta decisamente la Errani a portarsi avanti, ma poi il coraggio ed il talento fanno la loro parte e, con il piede premuto sull’acceleratore, Sara non si volta più indietro, fino a chiudere sul 7-2, dopo più di 70 minuti.

Dopo una lunga pausa, dovuta alla lontananza degli spogliatoi rispetto al campo, il trend pro-Errani si estende ulteriormente, mediante sei punti consecutivi (sono in tutto dieci a cavallo dei due parziali), ma il break del 2-0 si concretizza soltanto alla quarta occasione. La ventenne di Kosice vive ormai di colpi estemporanei più che di un vero piano partita, il che risulta comprensibile, considerata l’inesperienza in tali situazioni, e così, malgrado gli atavici problemi con il lancio di palla, Sara dilaga tra colpi di classe a rete e splendide letture difensive. Non ci sono allora più ostacoli per la romagnola, per cui è stato dunque fondamentale portare a casa il combattutissimo primo set. Il punteggio finale recita 7-6 6-1 e sancisce l’ottavo titolo individuale di Sara Errani, che con questo successo si riavvicina alla Top 10 WTA e torna ad esultare da sola a quasi due anni dal torneo di Acapulco 2013.

Related Posts

AmbienteAttualitàEconomiaPoliticaPrima Pagina

Ilva: storia di un disastro ambientale ed economico

Altri SportIl corriere SportivoPrima Pagina

ATP Rio: Fognini non si ripete, Ferrer lo travolge

EventiLa cronaca di TorinoPiemontePrima Pagina

“I mondi di Primo Levi” a Palazzo Madama

EXPO 2015La cronaca di TorinoPoliticaPrima Pagina

Expo2015 e il Piemonte. Parla l’Assessore De Santis


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog