Magazine Curiosità

A come Adamo…

Da Albix

Alexandraovvero come Alessandra. Alla nascita gli venne dato il nome del fondatore dell’umanità; poi ha deciso di cambiare sesso e di chiamarsi Alexandra. E’ la storia di un poliziotto Gallese benvoluto da utenti, colleghi e superiori.Dopo avere superato il percorso psico-medico previsto per legge, ha ottenuto il diritto di cambiare sesso all’anagrafe. Quindi ha ripreso servizio in Polizia, ma come donna, con il diritto di perquisire le donne, quando in servizio, e ovviamente, di usare armadietti, servizi igienici e spogliatoi femminili (ciò che ha suscitato la protesta delle colleghe poliziotte). Inoltre qualcuno si è lamentato perchè Adam ha fruito in passato di periodi retribuiti di malattia e, adesso, con il nome di Alexandra, ha già ottenuto un periodo di permesso di malattia per andare in Thailandia e sostenere l’atto finale del suo percorso di trasformazione di genere: l’operazione chirurgica (10.000 sterline inglesi, circa 12.000,00 € la spesa prevista) che sancirà l’irreversibile ingresso di Alexandra nel mondo delle donne. I superiori lo hanno difeso a spada tratta sin dall’inizio, garantendogli  l’esercizio dei suoi diritti, previsti e disciplinati per legge.

L’argomento, di per sè assai delicato, è di grande attualità, soprattutto in un periodo in cui, le cronache politiche e giudiziarie si intrecciano su notizie che vedono coinvolti politici, transessuali e un contorno poco chiaro di loschi figuri che forse più dei protagonisti stessi, ne approfittano per svolgere le loro illecite attività.

Anche se è dato presumere che la realtà sia molto variegata e composita (data anche la presenza nel nostro territorio di numerosi stranieri) è opportuno non di meno chiarire che per l’ordinamento giuridico italiano (L. 14 aprile 1982 n. 164) la rettificazione di sesso può avvenire solo previo accertamento dei caratteri sessuali(art. 3 L. 164/82 cit).

Al di fuori del giuridichese è da chiarire che secondo l’ordinamento italiano o si è uomini oppure si è donne (il terzo sesso, insomma,  non è ammesso), anche e soprattutto dopo l’operazione chirurgica (prima si mantiene lo stato acquisito e dichiarato alla nascita).

Questo sul piano giuridico, anzi del diritto positivo (del diritto naturale dirò più in là).

Sul piano filosofico-morale il discorso diventa inevitabilmente di natura soggettiva e comunque molto più complesso.

le domande che vengono in mente sono tante, tanto più se si condivide una morale di tipo religioso.

Per i cristiani,  in ragione della natura divina della Creazione,  Dio ha creato maschi e femmine (v. Libro della Genesi).

Sembrerebbe, volendo conciliare il dettato biblico con il diritto naturale (ciascuno ha diritto ad essere ciò che si sente di essere psicologicamente), che si possa e si debba accettare la volontà di ciascuno di essere uomo o donna a seconda di come ci si senta.

Certo, quell’ordine “crescete e moltiplicatevi”, pone non pochi problemi all’interprete (i problemi sono ovviamente molti di più, ma qui si vuole soltanto accennare al tema, senza peraltro proporre soluzioni improbabili e ancor meno giudizi morali fuori luogo).

La realtà poi offre poi maggiori spunti di riflessioni e maggiori perplessità di natura etica.

Che dire, ad es., di chi, essendo donna, si sottopone ad un intervento chirurgico per prostituirsi nel mercato del sesso come transessuale?

Ovviamente per questi soggetti, a mio parere, vale il giudizio negativo che deve essere espresso per ogni tipo di vendita del proprio corpo.

E di un uomo che pur avendo spiccate caratteristiche fisiche femminili, le accentua (magari con delle cure ormonali) ma preferisce restare uomo anagraficamente e anatomicamente?

Qui forse si intravvede il “terzo sesso” vietato per legge, ma assai diffuso in ambito sessuale, al punto da attirare l’attenzione di molti maschi (di dominio pubblico le frequentazioni  di politici di primo piano, accertate e confessate trasversalmente a tutti i partiti).

Ma ancora al di là di tutto, al blogger, che registra nelle sue pagine un fenomeno sociale e di costume, resta da condividere con i suoi lettori la curiosità sul perchè dell’attrazione esercitata dai transessuali sui maschi italiani (e non solo).

Voglia di trasgredire? Semplice curiosità? Voglia di avventura? O un misterioso ed insondabile desiderio di trovare in una unica persona la femminilità che attrae per diversità ed il piacere omosessuale insito(in diversa misura)  in ogni individuo della specie umana con riguardo al proprio sesso?

Certo, questa supposta sintesi, dai contorni vagamente mitologici,  non convince chi crede fermamente che l’unica vera sintesi è quella magica della Natura: quella che dall’incontro di un uomo e di una donna fa scaturire la scintilla della nuova vita; ciò  che ha consentito alla specie umana di perpetuarsi nei millenni.

Per saperne di più:

http://www.dailymail.co.uk


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • a casa

    casa

    Casa mia, casa mia Per piccina che tu sia Tu mi sembri una badìa! Sono tornata! E non solo io: al grido di “tutti a casa alè” la nazionale italiana raggiunge i... Leggere il seguito

    Da  Irenesoave
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Gelosia a a!

    Ci sono delle caricature che ancora si spacciano per politici. Una trasformazione trasversale che non conosce ideologie. Veniamo al caso della compravendita... Leggere il seguito

    Da  Patuasia
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Democrazia a a

    Riceviamo dal signor Giancarlo Borluzzi e volentieri pubblichiamo. La democrazia è certo una questione di numeri, ma solo all’interno di regole non eludibili:... Leggere il seguito

    Da  Patuasia
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • A tavolino

    tavolino

    Glielo dicevano tutti da tempo, glielo dicevano pure gli Afgani a cui i Talebani proprio non andavano giù. E niente, forse è la prima e unica cosa giusta che... Leggere il seguito

    Da  Paz83
    SOCIETÀ
  • Presentazione Albergo di Adamo

    Presentazione Albergo Adamo

    Mercoledì 27 Ottobre alle ore 17 presso il Caffè letterario di Bergamo avrà luogo la presentazione del testo Nell'Albergo di Adamo saggio di filosofia edito da... Leggere il seguito

    Da  Leonardocaffo
    CULTURA, SOCIETÀ
  • MURATTORI - OFFICINA: Il Diario di Adamo ed Eva

    MURATTORI OFFICINA: Diario Adamo

    Luoghi comuni...In un luogo fuori dal comune. Giovanna Parlato, Giupsy e Vito MascoloDivertente ed ironica performance teatrale ieri sera nei locali del Museo... Leggere il seguito

    Da  Massimocapodanno
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • 'A livella

    livella

    Leggi ancora | Pubblicato da PieroTieni | Commenti &nb..;. Leggere il seguito

    Da  Pierotieni
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ

Dossier Paperblog