Magazine Diario personale

A volte basta uno sguardo..

Da Miriam

 

A volte basta uno sguardo..

 

Nella vita non ci sono certezze. Nulla può essere dato per scontato. Oggi le cose vanno in un modo, domani tutto cambia. Quando avvengono grandi cambiamenti, la persona saggia (secondo il mio parere) valuta ed analizza i perché. Pur sapendo come vanno le cose, mi stupisco ancora di come la mente ed il cuore possano essere ingannevoli. Mi sono ritrovata intrappolata in qualcosa che in realtà mi danneggiava solo perché non ho voluto ascoltarmi seriamente dentro. Ti convinci, ti costringi, ti imponi, ti fai del male e scendi a compromessi assurdi. E così ti ritrovi a passare anni accanto ad una persona che non potrà mai darti ciò di cui hai davvero bisogno. Ti accontenti, ripeti che un giorno le cose andranno meglio, che forse è solo questione di tempo e aspetti, aspetti. Le cose però non vanno così. Cominci a cambiare e i cambiamenti sono in peggio. Perché pur sapendo che non va bene portiamo avanti le cose? Piangi, ti disperi, ti dai tutte le colpe, ti senti un fallimento...alla fine rimane solo una soluzione: chiudere del tutto. La testa però fa strani scherzi, rimani attaccato alle cose, ti convinci di determinate cose solo per non ammettere che per tanti anni ti sei sbagliata. Alla fine accetti la realtà e ti lecchi le ferite. Nel momento in cui smascheri le tue trappole mentali, nel momento in cui chiudi con il passato e capisci come sono realmente le cose, arriva il sollievo. Leggera, libera, il cuore non fa più male e la notte riesci a dormire. Sei pronta per ripartire da zero, per ricominciare una nuova vita ma essendo tendenzialmente pessimista, i pensieri nella mia mente fanno pena. Cosa c'è di sbagliato in me? Perché mi faccio del male? Esiste qualcuno che mi ama davvero per quella che sono? Questo fottuto "vero amore" esiste? Riuscirò mai a farmi amare senza dover cambiare me stessa? Forse non sono fatta per la coppia, forse sono una solitaria. Forse in questo mondo la mia metà non è stata creata, magari sono uscita con difetti dalla fabbrica. Smetti di credere e ti rassegni. La vita però a volte nella sua immensa bastardaggine ti mostra una nuova luce, diventa generosa e ti regala qualcosa di speciale. Tutto cambia all'improvviso....A volte basta uno sguardo...e ti ritrovi a sorridere, stupita, meravigliata, incredula.Seduta al tavolo di un bar mentre parli con vecchi amici, qualcuno si siede accanto a te. Ti volti, lo guardi, incroci il suo sguardo e dici a te stessa: "Ma...lo conosco?". Scuoti la testa e torni alla conversazione con gli amici.Ormai però è scattata la molla. Non credo nel colpo di fulmine, però credo che non tutte le cose avvengono per caso. Dovevo saperne di più, dovevo assolutamente capire cosa significava quello sguardo.Per mia fortuna non sono timida, né vergognosa. Cominci a parlare con il proprietario del magnifico sguardo. Ti ritrovi a parlare di tutto con estrema facilità, stessi gusti, stesso modo di vedere la vita, i rapporti, la famiglia. Sorridi di gusto, quando ad ogni tua affermazione l'altro risponde: "Pure io!". E vai avanti per ore, per giorni a scoprire che detestate le stesse cose, che amate le stesse cose. Si instaura da subito un rapporto forte fatto di complicità, comprensione e tanto altro. Una sera lo vedi triste, distrutto. Sta male dentro. Lui si apre completamente e tu con naturalezza gli stai vicino, gli parli, lo consoli. Ti rivolgi a lui come se lo conoscessi da sempre. Sai cosa dire, sai cosa fare. Nessun dubbio. Riesci a capirlo in pieno e lui capisce te. I giorni passano e rimani perplessa quando noti che ti sembra di essergli accanto da tutta una vita. Osservi in silenzio ogni suo gesto, ogni suo movimento per capire perché ti è così familiare. Sorridi, sorridi a partire dal cuore e il sorriso sale fino alle labbra.Mano nella mano a ridere, parlare e confrontarsi. Resti con lui fino all'alba, per molte volte. Non sei mai sazia della sua voce, delle sue parole, dei suoi sorrisi e di quel suo modo unico di sfiorarti il viso. Occhi negli occhi e nessuno che abbassa lo sguardo. Ti perdi nei suoi occhi. Libera di essere quella che sei, senza vergogna o pregiudizi. Lo baci e senti i brividi salire. Tremi mentre ti tocca. Il suo odore ed il suo sapore intensi e avvolgenti. Pelle a pelle ti senti fluttuare e tutto intorno a te rallenta, i rumori ovattati e riesci solo a sentire il suo respiro e il suo battito, solo tu e lui in un unico abbraccio. Le parole e le sensazioni scorrono come un fiume in piena, ti senti inebriata e serena. Assapori la felicità.Ti chiedi come sia possibile che una persona sia capace di capirti così in pieno, come sia possibile che esista una persona così simile a te. Perfetto nella sua imperfezione, perfetto per me. L'unico finora capace di donarmi un mondo intero.Molti non capiscono, c'è chi diffida o dice di andarci cauta. Per troppo tempo ho permesso alla paura e all'insicurezza di gestire la mia mente. Non ho paura, non ho più paura. Accolgo il mondo e i miei sentimenti a braccia aperte senza timori o riserve. Mi lascio andare. Vivo in pieno. Cominci ad amare.Continuo a sorridere. Sorrido anche ora. E' bastato uno sguardo..solo uno sguardo.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Tanti Auguri a Vitollino

    Tanti Auguri Vitollino

    Tanti Auguri a Vitollo Tanti Auguri a te! Ieri sera sono stata a Salemi a cena. Era il compleanno di un ragazzo che ancora conosco poco e infatti ho avuto non... Leggere il seguito

    Da  Saraconlacca
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Lettera a G

    E’ passato un po’ di tempo e chissà quanti fiori adesso ti nascondono la faccia. C’è ancora spazio per raccontarti un poco, il tempo si ferma per farmi lo... Leggere il seguito

    Da  Bellocks
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Discorsi a Favino

    Però, dice Favino, bisogna pur osare. Come si dice, i padri, per quanto nobili, «vanno uccisi».[*]Domandalo a Marina, a Piersilvio, a Barbara, a quell'altra com... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Tutti a casa!

    Tutti casa!

    Forse pensiamo che cio' che avviene in questo paese non varchi i confini nazionali,forse crediamo che l'indegna gazzarra verificatasi l'altro ieri in... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • A noi

    A noi che abbiamo il pc strapieno di foto digitali ma i ricordi più belli sono indelebili nella memoria. A noi che una volta giocavamo 3 o 4 partite alla... Leggere il seguito

    Da  Ragno
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, TALENTI
  • A Natale

    Natale

    Un frantumarsi d’occhi contro lo sfavillio di luci che stride col dolore del mondo. Uno schiudersi di labbra a lambire sorrisi per celare infinite solitudini,... Leggere il seguito

    Da  Parolesemplici
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • A casa....

    casa....

    Rieccomi a casa da un lato e' sempre piacevole dall'altro gia' mi manca la vita di spiaggia e stare coi miei ragazzi.L'estate la devo vivere in pista ma ogni... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI