Magazine Talenti

Alzate gli occhi ai cieli della Storia

Da Gio65 @giovanniparigi

Non sapete quante volte mi sono chiesto cosa significasse "fuggire da Babilonia". Fuggire dove, quando, come? Se uno crede che Apocalisse non sia quell'accozzaglia simbolica che vorrebbero farci credere, sono domande che uno si deve porre. La risposta mi ha in qualche maniera stupito: bisogna alzare gli occhi ai cieli della Storia, laddove Dio si manifesta.

L'uomo può vedere Dio. Affermare il contrario fa parte della strategia del maligno che da sempre cerca di impedire la contemplazione del divino. Non a caso leggiamo in Ap. che ci sarà un momento in cui Babilonia diverrà rifugio di ogni spirito immondo, di ogni uccello odioso e impuro perchè sarà rivelato che lei è l'arteficie delle tenebre che offuscano il mondo. L'impurità di Babilonia richiama il Vangelo, le beatitudini in particolare, in cui si afferma che beati saranno i puri di cuore perchè vedranno Dio.

Quando la Gregoriana ti consiglia la lettura di Liverani e il suo "Oltre la Bibbia" capisci che devi fuggire. Un Liverani che definisce "ovviamente fittizie" le date dei regni di Davide e Salomone solo perchè entrambe segnano regni di 40 anni ciascuno senza altra prove se non il lume del suo, a quanto pare, infallibile naso (cfr. Fittizio? Non direi. Lo strano concetto del numero quaranta del Dott. Liverani)      . Te lo consigliano alla Gregoriana il più accanito detrattore della Bibbia. E voi cosa fate? Credete ancora nel magistero, un magistero che va a braccetto con i feroci assassini di Cristo e dei profeti. Sì, perchè distruggere il Testamento significa uccidere il Cristo e i suoi inestimabili testimoni, profeti e apostoli.

Domandate agli illustri esegeti cattolici se Daniele sia mai esistito. Vi risponderanno che è un personaggio leggendario e che tutte le sue profezie sono post evento. Sotto i vostri occhi hanno fatto a pezzi un profeta e voi che fate? Credete nella bontà di un magistero carneficie della Verità. Domandate ancora al magistero cosa sia la fede. Vi risponderanno che è un dono, un mistero, un enigma, un afflato del cuore, un verso poetico. Vi hanno fatto costruire case sulla sabbia. E voi che fate? Date ancora fiducia all'architetto disonesto. Le vostra fondamenta sono sulla sabbia! Sveglia, la prima ondata di piena le spazzerà via le vostre casette ornate di santini! Alzate gli occhi al cielo, lasciate che questa luce vi ferisca gli occhi dopo secoli di tenebra. Solo così, abituate le pupille alla luce, potrete contemplare chi finora vi hanno malignamente nascosto. E non dimenticate che Babilonia ha delle figlie che esercitano tutte il "mestiere". Non cambiate chiesa: appestano tutte i cieli con il loro 586a.C come data dell'esilio babilonese, per cui sono tutte vedute al serpente antico, diavolo, satana.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Una storia.

    C'era una volta un conduttore televisivo che lavorava per un'emittente locale.Era piuttosto conosciuto, famoso ma non abbastanza famigerato.Dall'aspetto da Omin... Leggere il seguito

    Da  Mafalda1980
    TALENTI
  • La STORIA

    STORIA

    Quando qualcuno pronuncia la parola “STORIA” molto spesso viene intesa come la materia scolastica che si pratica a scuola…Invece io la interpreto in un modo... Leggere il seguito

    Da  Megghy98directioner
    TALENTI
  • Una storia parigina – II

    storia parigina

    L’alba incerta della speranza Un raggiante sorriso aveva illuminato il volto spento di Simone alla vista di un foglio A4, che esponeva una sola frase, capace... Leggere il seguito

    Da  Italianiaparigi
    ITALIANI NEL MONDO, RACCONTI, TALENTI
  • Una storia parigina – III

    storia parigina

    Un nuovo inizio Seduto sul divano rosso fuoco che troneggiava al centro del suo piccolo appartamento, Simone sfogliava svogliatamente le pagine del Parisien... Leggere il seguito

    Da  Italianiaparigi
    ITALIANI NEL MONDO, RACCONTI, TALENTI, VIAGGI
  • Una storia parigina – VI

    storia parigina

    L’incontro Era una tranquilla mattinata di maggio e Simone, a bordo del battello, stava descrivendo ai turisti i monumenti che scorrevano sotto ai loro occhi. Leggere il seguito

    Da  Italianiaparigi
    RACCONTI, TALENTI
  • Una storia parigina – IX

    storia parigina

    Un pomeriggio ai giardini Simone e Odalys erano usciti dall’ospedale Saint Antoine e si erano fermati alla stazione di taxi più vicina. Leggere il seguito

    Da  Italianiaparigi
    ITALIANI NEL MONDO, TALENTI
  • Tutta un’altra Storia

    Tutta un’altra Storia

    Basta con le solite Storie della Musica Rock; siano esse reazionarie, alternative, mainstream o collaborazioniste. Basta con gli album seminali, con i gruppi... Leggere il seguito

    Da  79deadman
    MUSICA, POP / ROCK, TALENTI

Dossier Paperblog

Magazine