Magazine Cucina

Cena al ristorante Do Leoni

Da Lollychant @rossellaneri
  • omaggio a venezia
  • sarde in saor
  • cubo di bolliti
  • riso e fichi
  • riso e fichi
  • vitello
  • spuma

Cena al ristorante Do Leoni

ott 29 • Ingredienti • 28 Views • Nessun commento

Cosa succede se ti accorgi alle 20:08 che la cena a cui stai andando cominciava alle 20?  Semplice: dopo qualche senso di colpa (subito fugato dall’appetito) corri fuori di casa a prendere l’autobus continuando a ripeterti come un mantra che il tragitto che devi fare e che di solito dura un’ora lo percorrerai in 30 minuti, arrivando in un ritardo quasi accettabile.

Ma la verità non si beffa, così quando entri al ristorante con un’ora di ritardo, la piega sconvolta dalla pioggerellina e i tacchi provati da un paio di scivoloni sulla selce di Piazza San Marco ringrazi l’Altissimo che almeno non siano già tutti seduti.

Ma una fitta al cuore è in agguato: hanno già mangiato il gelato alla mortadella, uno dei motivi per cui valeva la pena rischiare una frattura della settima vertebra lombare correndo come una pazza. Nascondere la delusione mi è possibile solo se penso alle ulteriori 6 portate che mi aspettano per questa seconda puntata del Gourmet Festival di Relais & Chateaux al ristorante Do Leoni (Venezia).

I camerieri praticamente mi scortano al tavolo con un ghigno che sospetto sia poco riconoscente per il mio ritardo. Intanto io mi alliscio i capelli come una con un disturbo grave della personalità.

Per fortuna la cena non tarda ad arrivare: quando mangio mi sento sempre a mio agio. E questa volta ho pure fatto le foto ai piatti.

E’ una cena a 4 mani, tra lo chef Loris Indri del Do Leoni di Venezia e lo chef Giovanni D’Amato del ristorante Il Rigoletto di Reggiolo, 2 stelle Michelin, fortemente danneggiato dal terremoto 2012 e tornato comunque in auge.

omaggio a venezia

Si comincia con l’Omaggio a Venezia di Loris Indri che è un piatto bello da vedere ma sarà il più deludente della serata. Resto comunque con la voglia di provare anch’io ad impiattare con i fiori eduli.

sarde in saor

Si continua con le Sarde in Saor, sempre di Loris Indri. La base di uva passa e pinoli marinata nel marsala sa di marmellata e mi piace, le sarde arrotolate sopra non sanno di aceto e apprezzo molto, gli anelli di cipolla fritta in stile fast food americano mi conquistano definitivamente.

cubo di bolliti

Arriva il primo piatto (almeno per me) di Giovanni d’Amato: Cubo di Bolliti con note balsamiche. il piatto più buono di tutta la serata. Strati sottili come fogli di carta di lingua di manzo e di testina di maiale con due o tre gocce di aceto balsamico aromatizzato. In bocca lo stesso godimento di quando si mangia un buon salume, e una sensazione cremosa che nemmeno la chantilly di Ladurée.

riso e fichi

Tocca di nuovo a Loris che assesta il piatto più azzeccato della sua proposta: Risotto ai fichi neri, pancetta d’anatra affumicata. Chiunque sappia quanto tremano i polsi a preparare un risotto per più di due persone potrà facilmente capire cosa significa mantecare un risotto alla perfezione per 60. Il risotto di Loris Indri (un Isola della scala semi integrale – e il trucco è in parte svelato qui) lo attesta tra gli chef veneziani con gli attributi.


vitello

Giovanni D’Amato torna alla carica con la sua cucina emiliana, non proprio leggera, ma godereccia assai: Guancetta di vitello, cavolo viola e radici. Che la guancetta di vitello si sciolga in bocca è affar noto, ma il puré di patata alla vaniglia che lo accompagna è uno dei contorni più folli e speciali che abbia mai assaggiato.

spuma

Chiudiamo con la Spuma di formaggio dolce agli agrumi di Loris Indri, io ho già slacciato il bottone dei pantaloni da un pezzo ma affondo il cucchiaio nella spuma con nonchalance e mi lascio attrarre da TUTTI i canditi artigianali nel piatto. Domani, in fondo, è sempre un altro giorno.

Articoli Simili

« marmellata di zucca gialla e rabarbaro


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines