Magazine Cucina

Cipolle ripiene di zucca cheese

Da Felicia

Semi di zucca e acqua, gli ingredienti di partenza….

CIPOLLE-RIPIENE-DI-RICOTTA-DI-ZUCCA2-004
l’arrivo: un panetto corposo e compatto, simile per consistenza all’hemp-fu o tofu dal sapore straordinario di semi di zucca.

CIPOLLE-RIPIENE-DI-RICOTTA-DI-ZUCCA2-010

Mi diverto a sperimentare e a scoprire sapori nuovi e coinvolgenti.
E’ difficile dare un’identità al prodotto ottenuto; chiamarla Ricotta di semi di zucca, non mi sembra corretto: la consistenza è simile a quella di un formaggio non stagionato; chiamarla tofu di zucca, non ci siamo…. il tofu è tofu.
Dopo attenta valutazione e lettura del significato di “formaggio“, considerando che la legge non specifica l’origine del latte da utilizzare, posso tranquillamente chiamarlo formaggio di semi di zucca, formaggio perchè è il risultato della coagulazione del latte di semi di zucca, ma il latte d’origine non è latte, la denominazione corretta è bevanda vegetale. Quindi….. prendo in prestito una definizione inglese e lo battezzo zucca cheese.
Mi pare renda l’idea, perchè la consistenza è proprio quella di un formaggio non stagionato, ma strepitosamente buono e gustoso.
Solo due ingredienti e il zucca cheese è pronto, perfetto da gustare al naturale, ma non solo: la consistenza lo rende un jolly perfetto.

CIPOLLE-RIPIENE-DI-RICOTTA-DI-ZUCCA2-049

Ingredienti per il zucca cheese:
200 gr di semi di zucca
1 litro di acqua
4 gr di nigari
1 cucchiaino di sale integrale

Ingredienti per le cipolle ripiene:
6 cipolle bianche
220 gr di zucca cheese
okara di zucca (un cucchiaino da caffè)
sale integrale a piacere
semi di coriandolo tritati a piacere
olio extravergine d’oliva a piacere
semi di zucca a piacere

Procedimento:
Per realizzare il latte e successivamente il zucca cheese il procedimento è uguale a quello della ricotta di mandorle.
Lasciate in ammollo una notte i semi di zucca, quindi frullateli o passateli all’estrattore, separando il latte dall’okara.
Ho passato i semi di zucca tre volte nell’estrattore ed ho ricavato solo un cucchiaino di okara, pochissimo e volendo lo si può unire al latte e coagulare.
Dopo che avrete realizzato il vostro latte di semi di zucca, potete procedere alla cagliatura, seguendo il procedimento della ricotta di mandorle ed utilizzando le stesse dosi di nigari otterrete un zucca cheese compatto e corposo.
A differenza del latte di mandorle o girasole, proprio come nel latte di canapa, il latte di semi di zucca inizierà a coagulare durante l’ebollizione.
Dopo averlo versato in un colino rivestito da un telo, strizzatelo e cercate di fargli perdere più acqua possibile.
Successivamente ritiratelo in una fuscella e fate risposare/sgocciolare per 24 ore in frigorifero.

Ora è possibile procedere alla realizzazione delle cipolle ripiene:

CIPOLLE-RIPIENE-DI-RICOTTA-DI-ZUCCA2-031

Sbucciate e lavate le cipolle, cuocetele a vapore intere per pochi minuti, devono ammorbidirsi, ma rimanere corpose e croccanti.
Fatele raffreddare, tagliate la parte superiore, estraete la polpa conservando i due strati esterni.
Se il fondo delle scodelline dovesse rompersi, utilizzate un pezzetto di cipolla prelevato dal cuore per chiudere la rottura.
Tritate a coltello la parte prelevata della cipolla, se dovesse essere troppa potete conservane una parte da destinare ad un altra preparazione.
In una ciotola miscelate la cipolla tritata con lo zucca cheese, insaporite con il sale e il coriandolo, amalgamate con cura, assaggiate ed eventualmente aggiustate di sapore.
Riempite con il composto le scodelline di cipolle, decorate la superficie con i semi di zucca.
Distribuite le cipolle in una teglia, versate poca acqua sul fondo, completate con poco olio versato a filo sulle cipolle.
Coprite con un foglio di alluminio, cuocete in forno caldo a 180° per 10 min, scoprite e proseguite per altri 10 min.
Sfornate, fate intiepidire per qualche minuto, servite.
Strepitose, il zucca cheese è perfetto, consistenza e sapore. Pochi ingredienti per gustare un piatto originale e gustoso.
I semi di zucca in superficie si tostano e diventano croccanti offrendo un piacevole contrasto di consistenze.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines