Magazine Maternità

Come diventare Chef a domicilio: l’intervista a Claudia Cisternino

Da Acomealice @Acomealice

Come diventare Chef a domicilio: l’intervista a Claudia Cisternino

0 Commenti

Ricette, consigli e segreti e un intervista tutta da “gustare”

 

Foodblogger per passione, Chef a domicilio di professione! Amante degli animali, volontaria, hobbista nel tempo libero…Claudia è una miniera dalla risorse infinite, nel Team di Alice fin dagli esordi del Portale, in questa intervista, ci svela i suoi segreti, e ci racconta come ha fatto a realizzare ciò che la maggior parte di noi desidera con tutto il suo cuore: poter lavorare grazie al proprio sogno! Lei c’è l’ha fatta è riuscita a far diventare realtà la sua passione…Dai profumi della sua cucina, Claudia Cisternino si racconta. Scopriamola insieme…

 

Come diventare Chef a domicilio: l’intervista a Claudia Cisternino

 

- Buongiorno Claudia, raccontaci un pò di te e cosa fai nella vita!

 

Bene, mi chiamo Claudia Cisternino ho 30 anni e nella vita organizzo eventi e mi occupo di Catering.

Sono sposata con un sant’uomo, non ho figli ma amo forse di più gli animali, infatti ho 4 gattoni e 2 tartarughe. Sono una volontaria del Gattile e della Croce Verde.

Nel mio tempo libero, oltre al volontariato leggo, leggo e leggo…hahahahah  ma non solo per l’appunto cucino, pratico sport fluviale e trekking, mi piace l’arte, quindi quando ispirata creo candele, saponi o lavoro le varie paste sintetiche.

Un hobby, ma non solo, anche una ricerca dei veri valori e del vivere sano è l’agricoltura, in piccolo nel mio caso perché non ho terreni, ma solo enormi vasi, coltivo tanti ortaggi e qualche fragola.

 

- Sei anche Collaboratrice di A come Alice ed esperta Foodblogger, quando è nata questa tua passione per la cucina?

 

Esperta foodblogger? Non so se proprio esperta sia il termine giusto; non mi sento esattamente un capomastro del settore,sicuramente sono sempre alla ricerca delle nuove esperienze e della condivisione, infondo c’è sempre da imparare no?

 

La mia esperienza nasce, come molti di noi, dalla famiglia; non so contare quanti furono i  pomeriggi passati con mia nonna a preparare gnocchi di patate, torte margherita, chiacchere e tortelli ripieni di marmellata per il carnevale, il coniglio in padella con i rametti di rosmarino e carote appena tolte dalla terra….ricordo bene però il momento in cui decisi che la cucina sarebbe stata una parte importante della mia vita: avevo circa 10 anni, avevamo appena raccolto le patate, e la sera volevo cucinare un piatto tutto da sola in onore di mio fratello, così aprii un librone di cucina e cercai una ricetta alla mia portata..ed ecco le Patate Trifolate…..niente di speciale, patate a cubetti saltate in padella con aglio olio e prezzemolo….ed ecco che a termine cottura, avendo fatto tutto da sola e vedendo mio fratello che le apprezzava mi sentii una grande cuoca…..

 

Come diventare Chef a domicilio: l’intervista a Claudia Cisternino

 

- Le tue ricette sono ispirate principalmente alla tradizione italiana e sono sempre molto originali. Quali sono gli ingredienti che solleticano maggiormente la tua fantasia?

 

Credo che non ci siano proprio degli ingredienti, piuttosto è l’idea dell’atmosfera e della sensazione che voglio dare a chi mangia, che ispira le mie scelte.

Spesso vorrei provare a cucinare qualcosa di davvero esotico, o magari a proporre qualche abbinamento un po’ forte , rispetto alla mia cucina spesso molto tradizionale…..ma mi manca il coraggio! Da tempo vorrei provare a fare un arrosto di vitello con salsa al cioccolato……..davvero un abbinamento forte per i miei gusti….chissà se ci riuscirò?

 

- Da qualche tempo hai realizzato un sogno nel cassetto, vuoi raccontarci di cosa si tratta?

 

Si, siamo solo agli inizi, però da qualche mese sono riuscita in collaborazione con un amica a iniziare un servizio di Banqueting / Chef a domicilio e giusto in questi giorni stiamo organizzando un piccolo corso/laboratorio di cucina. E’ una bella sensazione poter lavorare e fare ciò che ci piace maggiormente. Comunque è sempre in lavorazione l’altro sogno nel cassetto, ossia la pubblicazione del mio libro di ricette…chissà…prima o poi mi deciderò a finirlo e a mandarlo a qualcuno….

 

- Quali sono le preparazioni più richieste  dai tuoi clienti e cosa invece ti piace di più cucinare?

 

( Rido ) Bella domanda!

Dipende dal cliente, di solito per le festicciole varie per bambini, vanno molto di voga le focacce, le torte salate e le girandole di pasta frolla, i panini dolci ripieni di marmellata i muffin e ovviamente le torte farcite e decorate.

Se parliamo di cene per adulti è più semplice rispondere, perché spesso i clienti stessi chiedono a me di proporre dei menù, a meno che non siamo molto precisi e abbiano già in mente le ricette.

Abitualmente propongo piatti basati su materie prime stagionali e inerenti al territorio, sto molto attenta a usare prodotti biologici, ma soprattutto a km 0; in questo periodo, per esempio, baso le cene su funghi porcini, zucca, cavolfiore, porri e dolci di mele e pere…. Essendo autunno prediligo piatti caldi e corposi, chiamiamoli i tipici piatti di Comfort Food.

 

- Come sei organizzata nel tuo lavoro, hai un laboratorio dove cucinare e creare i tuoi

 

Ovviamente se vengo chiamata per cucinare a casa del cliente, la risposta va da se. Normalmente però cucino in casa mia, in una cucina super attrezzata, in fondo, se sai dove mettere le mani e se hai gli strumenti adatti e li sai usare, anche in una tenda con un fornelletto, riuscirai a stupire e a allietare anche i palati più esigenti, no?

 

- Nell’organizzazione di un buffet, quali sono secondo te i principi da tener presente per ottenere i migliori risultati visivi?

 

Mmmmmm innanzitutto essere organizzati e calmi, con la confusione e la disorganizzazione non ci sarà nessun risultato. Le regole sono poche:

 

  • Essere a conoscenza del numero degli invitati
  • Avere un tema di base, da poter poi lavorare e da cui prendere ispirazione
  • Suddividere i tavoli in piccole isole, così da dare un senso di ordine e di maggior varietà
  • Basarsi sempre sul buon gusto

 

- Ti senti di dare qualche utile consiglio ai lettori del nostro Magazine, nella scelta di un servizio Catering o Banqueting? Quali criteri debbono seguire?

 

Come diventare Chef a domicilio: l’intervista a Claudia Cisternino

 

E qui la lista è piuttosto lunga…..tutto dipende da che tipo di evento bisogna organizzare;in ogni caso le linee guida, a mio avviso sono queste:

 

-   Scegliete un Catering che sia flessibile, che lasci libertà sulla scelta del menù e degli ingredienti.

-   Chiedete sempre che tipo di prodotti usano, freschi o surgelati, il prezzo verrà sensibilmente influenzato in base a questo

-   Chiarite fin da subito cosa è e cosa non è compreso nel prezzo; sedie tavoli sottopiatti bevande camerieri….

-   Cosa vi danno e a che prezzo, controllate e valutate il rapporto qualità/prezzo

-   Provate sempre prima di scegliere, andate a trovare il catering e assaggiate i loro piatti.

 

- Hai un negozio in cui possiamo trovare le tue creazioni, un blog?

 

Negozio no, però ho un blog. La Cucina di Cla nel quale scrivo a periodicità alternata….essendo un piacere, scrivo solo quando sono ispirata….

 

- Ci sveli qualche trucco del mestiere oppure una ricettina super veloce per stupire ospiti improvvisati?

 

Il segreto del successo culinario è uno solo: la semplicità! Andate sul semplice, sui sapori di una volta, puliti senza troppi accostamenti esasperati e vedrete che sarà un successo!

Parola mia!

 

-   Una ricettina veloce?

 

X 4 persone

Ingredienti: 1 baguette, 8 fette di speck, 1 triangolo di Briè, 1 spicchio d’aglio

 

Tagliate a fette trasversali la baguette, ricavandone 8 fette almeno.

Tagliate dal Briè 8 fette .

Appoggiate su ogni fetta di Speck, una fetta di Briè e arrotolatele su se stessa, creando un fagottino.

Tostate le fette di pane su di una padella o in un tostapane e strofinatevi sopra un po’ d’aglio.

Appoggiate i fagottini sulle fette di pane, passatele in forno a microonde per 30 secondi, o sul grill del forno tradizionale, giusto il tempo che il Briè si ammorbidisca un po’.

Servite subito e vedrete come vanno a ruba!

 

- Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

 

Come anticipato prima, scrivere un libro di ricette e di racconti di vita, ma non solo…mi piacerebbe moltissimo aprire un locale, 20 posti a sedere, cucina del territorio, con ricette antiche; una zuppa che sobbolle sul Putagè sempre pronta ogni sera….alimenti a km 0 e preparati, come marmellate sughi e formaggi fatti in casa……che magnifico sogno…..

 

****************************************

 

Per informazioni e per avere maggiori informazioni sull’attività di Claudia Cisternino:

 

- Pagina Facebook

 

- Blog La Cucina di Cla

 

- Per mandarle una email

 

Come diventare Chef a domicilio: l’intervista a Claudia Cisternino
Lara Dell Oro

Sono Lara, sognatrice, vivo le mie favole ogni giorno, pronta a concretizzare i miei sogni e a partire in nuovi progetti in qualsiasi momento…E questo e’ il mio mondo!

Profilo completo | Tutti gli articoli | La mia pagina Facebook

X
Se ti piace questo sito, condividolo coi tuoi amici!
Ci aiuterai a mantenerlo online e migliorare il servizio :)

 

Clicca sulle icone dei social network per darci il tuo aiuto, grazie!



   Seguir a @    Ver. 1.0  

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Pasticciando con Claudia!!!!! Pops Cake........

    Pasticciando Claudia!!!!! Pops Cake........

    Ciao ragazzi!!!!!Sono sopravvissuta a questo lungo ed intenso weekend!!!Quanto mi piace avere le giornate così piene da non avere neanche il tempo di... Leggere il seguito

    Da  Confettieco
    MATERNITÀ, TALENTI
  • Nulla resta nell'ombra di Claudia Vilshöfer

    Nulla resta nell'ombra Claudia Vilshöfer

    Dopo Nele Nehuaus, la mia passione per le scrittrici tedesche di thriller ha una nuovo donna in elenco. Claudia Vilshöfer è nata in Brasile, oggi vive a Colonia... Leggere il seguito

    Da  Pupottina
    PER LEI
  • Grand Chef

    Grand Chef

    coniuga design e funzionalità. La parete, interamente fruibile, è composta di 8 ante, 8 cassetti, 2 ribaltine e 2 porte. La soluzione adottata (separazione... Leggere il seguito

    Da  Aljo
    ARTE, CULTURA
  • Ii edizione “premio chef d’autore”

    edizione “premio chef d’autore”

    Ogni giorno su questo blog potete leggere post dedicati a ricette, curiosità culinarie, idee di viaggio, eventi e iniziative del settore organizzati da enti e... Leggere il seguito

    Da  Oryblog
    CUCINA, EVENTI, ITALIA, RICETTE, VIAGGI, VINO
  • Fateful di Claudia Gray

    Fateful Claudia Gray

    Claudia Gray è lo pseudonimo dell’autrice newyorkese Amy Vincent.Prima di iniziare a scrivere ha cambiato un sacco di lavori: è stata avvocato, giornalista,... Leggere il seguito

    Da  Nasreen
    LIBRI
  • Le figurine degli chef

    figurine degli chef

    Le facce degli chef diventano figurine da collezionare in un vero e proprio album. Il ricavato andrà a finanziare il progetto Orto Biodinamico di Mombello.... Leggere il seguito

    Da  Biancheggiando
    CUCINA
  • Dedicato a Claudia...

    Dedicato Claudia...

    A Claudia che ridi semprecon quella tua risata strana col cuore che scommettedentro una vita vana... Claudia che ascolti musica,quella tua musica strana dentro... Leggere il seguito

    Da  Marziasofia1
    ARREDAMENTO, HOBBY, LIFESTYLE