Magazine Psicologia

Come smettere di lamentarsi

Da Albypd

Come smettere di lamentarsi:Oggi vediamo alcuni consigli del grandissimo Steve Pavlina per come smettere di lamentarsi!

Il primo passo per eliminare l’abitutidine a lamentarsi sempre è quello di scollegare questo comportamento indesiderato dalla tua identità! Spesso molti denunciano il fatto di identificarsi con i pensieri negativi che passano per la loro mente.

Alcuni ammettono: “Lo so, sono responsabile dei miei pensieri, ma non so come smettere di pensare negativamente cosi spesso”… Queste affermazioni vanno bene, sembra un passo verso un cambiamento positivo, ma potrebbe essere una trappola.

E’ bene assumersi la responsabilità dei tuoi pensieri, ma non devi identificarti con quei pensieri al punto di incolpare te stesso e sentirti ancora peggio.

Un istruzione migliore potrebbe essere: “Io riconosco questi pensieri negativi passare per la mia mente, ma questi pensieri non sono io, mentre elevo la mia consapevolezza, posso sostituirli con altri pensieri positivi..”

Un pensiero positivo potrebbe essere per rendere reale un proprio obiettivo, nel mio ebook gratuito che puoi scaricare da qui spiego come trovare in modo corretto un obiettivo di vita: “Il codice segreto del successo“!

Bisogna rendersi conto che quei pensieri che scorrono attraverso la tua mente, non sei tu, sei semplicemente il condotto attraverso il quale quei pensieri passano.

Condizionamento mentale:

Devi capire una cosa, anche se non sei i tuoi pensieri, ma continui a ripetere gli stessi pensieri più e più volte condizioneranno la tua mente. Alla fine diventerai il tuo pensiero dominante!

Pensa al mangiare, gli alimenti che mangi condizionato il tuo corpo e come sarà nel futuro. Quindi se continui ad ingerire cibi grassi diventerai grasso e il tuo corpo abituandosi a qeusto si aspetterà sempre più cibi grassi e malsani da assimilare. Ma cosi come puoi cambiare la qualità del cibo che mangi e quindi cambiare in meglio il tuo corpo, cosi puoi fare con i tuoi pensieri immettendone di migliore e potenziali.

E’ per questo che il pensiero negativo è cosi coinvolgente se continui a mantenerlo nella tua mente, questa continuerà ad aspettarsene altri e altri ancora, diventerà la sua normalità. I tuoi neuroni saranno in grado di predire il ripetersi di stimoli negativi e diverrai in buona sostanza un magnete di negatività.

La trappola del pensiero negativo:

Sfuggire da questa situazione non è cosa facile, perchè il ripetersi di questi pensieri è come un collante per altri pensieri negativi e diventa purtroppo la normalità, la realtà! Quindi se hai pensieri negativi, attrarrai esperienze negative che andranno a rafforzare la tua abitudine a lamentarti e continuerai a farlo come in un circolo vizioso che si auto-alimenta.

Penso che la maggior parte delle persone che sono bloccati in questa trappola rimarrà bloccata fino a quando non si verifichi un aumento della loro consapevolezza.

Devono riconoscere che sono intrappolati e che continuando a combattere la loro negatività identificandosi in essa è una battaglia che non potrà essere vinta.

Di conseguenza, la soluzione che preferisco è quello di smettere di combatterla e di resa. Invece di resistere alla negatività, riconoscila e accetta la sua presenza. In questo modo avrai l’effetto di innalzare la tua coscienza, sei diventato super partis… Ti sei dissociato da essa ed ora puoi lavorarci sopra per cambiare in meglio.

Superare la negatività:

Abbiamo appena visto che il primo passo è quello di accettare i propri pensieri negativi, consento loro di esistere ma non indentificandosi in essi, perchè con questi pensieri non ti trovi. Inizierai cosi ad interagire con loro come un osservatore esterno.

E’ stato detto che la mente è come una scimmia iper-attiva. Quando più si lotta con la scimmia, più diventa attiva.  Cosi, invece semplicemente rilassandosi ed osservare la scimmia fino a che non si esaurisce e si quieta.

Se sei impantanato nella negatività il tuo compito è quello di sviluppare la tua coscienza al punto che impari a rimanere concentrato su ciò che desideri e creare in modo positivo e non distruttivo.

La tua vita sarà sempre il riflesso della tua coscienza. Se non ti piace quello che stai vivendo, è perchè la tua abilità nella creazione cosciente resta sotto-sviluppata.

Questo non è un problema perchè tu hai tutti le carte in regola e le risorse per poter sviluppare la tua coscienza, crescere costantemente, migliorare e puntare al successo per ottenerlo!

Creazione Consapevole:

Creare la vita consapevolmente è una grande responsabilità e forse in questo periodo non ti senti ancora pronto per farlo, ma ti posso solo dire che è un grande opportunità per te..

Più continui a mantenere il tuo modello di pensieri negativi più ti terrai lontano dai tuoi desideri. E’ questo quello che vuoi?

Per qualcuno pensare di essere il creatore della propria vita è un pò scoraggiate e lo si nota dalle domande che si pone: ” Che cosa mai avrò intenzione di creare? Che cosa succede se fallisco? e se non ci riesco?” questi sono tutti auto-dubbi che li terranno in un modello di negatività ed è il primo modo per evitare la responsabilità di essere gli unici ad avere potere nella propria vita..

Quindi se sei bloccato in alcuni pensierei negativi abbiamo visto che la cosa da fare è accettarli e sostituirli con pensieri potenzianti per creare il tuo futuro, proprio come tu lo desideri.

Più sostituirai i pensieri negativi con pensieri positivi e potenzianti più avrai la giusta consapevolezza per rimanere focalizzato sui tuoi obiettivi e manifestarli nella tua realtà.

Responsabilità totale:

La vera soluzione al lamentarsi è la responsabilità… Devi dire al mondo “voglio accettare maggiori responsabilità per tutto ciò che è la mia esperienza di vita..”

Esempi di cosa si intendi per responsabilità:

  • Se sono infelice, è perchè lo sto creando io;
  • Se c’è un problema nel mondo che mi da fastidio, io ho la responsabilità per risolverlo;
  • Se qualcuno è nel bisogno, io sono responsabile per aiutarlo;
  • Se voglio qualcosa, sta a me per realizzarlo;
  • Se voglio certe persone nella mia vita, le attraggo e le invito a stare con me;
  • Se non mi piace la mia situazione attuale, devo dire fine e do il via ad un cambiamento positivo.

Oltre a questo c’è pure l’altra faccia della medaglia, che sei pure responsabile di tutte le belle cose che hai nella tua vita

:-)
Ah si? Eh si amico mioo…. e più ci fai caso più noti come sei un eccellente creatore di cose davvero fantastiche.

Devi accettare tutto quello che si manifesta nella tua vita perchè sei tu che l’hai attratto a te, sia le cose positive che le cose negative.

Lamentando praticamente neghi la responsabilità di quello che ti è accaduto. E dare la colpa a gli altri è solo un’altra scusa per non prendersi la resposabilità di quello che ti succede.

La creazione consapevole è infatti un’enorme responsabilità, ma a mio parere è la parte migliore dell’essere umano.

Quando ti accorgi che ti stai lamentando, stop fermati e chiediti se vuoi continuare a negare la responsabilità della tua realtà.  Forse si è pronti ad assumersi maggiore responsabilità o forse no, ma fai del tuo meglio per prendere questa decisione consapevolmente.

Vuoi simpatia per la creazione di quello che non vuoi, o vuoi le tue congratulazioni per la creazione di ciò che desideravi?

Risorse Utili:

The Secret – Rhonda Byrne

Leadership University – Roberto Re

A presto

Alberto

Ps: Tu ti lamenti spesso o no? Lasciami la tua esperienza sui commenti qui sotto!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog